Porsche: dopo la Borsa, arrivano gli NFT

Porsche: dopo la Borsa, arrivano gli NFT
Pubblicità
In occasione dell’Art Basel di Miami, Porsche svela il suo ingresso nel mondo dei “non-fungibile tokens” con una prima collezione incentrata - neanche a dirlo - sulla 911
1 dicembre 2022

Esattamente due mesi dopo la quotazione in Borsa, Porsche si tuffa nel crescente mondo dei non-fungible tokens, noti semplicemente con l'acronimo NFT. Ed è la stessa Porsche a svelarlo durante l’Art Basel di Miami, con una primissima collezione incentrata su una 911 bianca.

Il nuovo progetto nel campo dell’arte digitale è realizzato da Patrick Vogel, designer e artista 3D di Amburgo, nel suo studio “ALT/SHIFT”. L’idea è quella di offrire non solo ritratti digitali unici nel loro genere, ma anche di permettere agli acquirenti di influenzare il design dei propri NFT in una collaborazione che potrebbe durare anche diversi mesi.

La Porsche 911 bianca di partenza
La Porsche 911 bianca di partenza

Ogni cliente infatti può scegliere fra tre temi centrali di Porsche - Performance, Heritage e Lifestyle - e integrarli nell’opera d’arte digitale secondo la propria preferenza personale. Questi andranno a influenzare l’aspetto e il carattere degli NFT finali, che saranno poi accessibili individualmente nel metaverso grazie a una ricreazione virtuale in 3D tramite il motore grafico Unreal Engine 5.

Il motivo dietro a tutto ciò è sottolineare la posizione di Porsche come marchio iconico, capace di trasferire il fascino delle proprie vetture sportive anche nella manifattura digitale dei non-fungible tokens - che poi di fatto sono opere d’arte “eterne”.

Questa arte digitale però è solo uno degli aspetti trattati nella strategia Porsche definita “Web3”. Il marchio di Stoccarda infatti andrà anche ad integrare il potenziale della tecnologia blockchain nei processi e nelle soluzioni del presente e del futuro, anche mediante collaborazioni sia con filiali interne - come con Porsche Digital e MHP - sia con partner quali UP.Labs e NFT Now. 

Lutz Meschke, Vice Presidente e Membro del Consiglio Direttivo per le Finanze e l’IT, ha definito come un enorme e strategico passo avanti l’accesso al mondo degli NFT per Porsche:

“Questo progetto è un ulteriore elemento della nostra strategia di digitalizzazione. Abbiamo preso un impegno a lungo termine e il nostro team Web3 ha l'autonomia per sviluppare innovazioni anche in questa dimensione. Il management dell'innovazione di Porsche vede un potenziale anche nell'esperienza di acquisto, nel metaverso e nella catena di fornitura. Vengono presi in considerazione anche gli aspetti legati ai veicoli e alla sostenibilità.”

A partire da gennaio 2023, i potenziali clienti avranno accesso a un totale di 7.500 pezzi unici da collezione digitali. L'acquisto degli NFT è limitato a tre unità per persona.

Argomenti

Pubblicità
Caricamento commenti...