Attualità

Ristoratori bloccano la A1. Investito un manifestante

-

I ristoratori di TNI Italia hanno bloccato la A1 all'altezza dell'uscita di Incisa. Uno dei manifestanti è stato investito da un'auto, senza gravi conseguenze

Ristoratori bloccano la A1. Investito un manifestante

I ristoratori di TNI Italia tornano a protestare. Stamani hanno bloccato l'A1 nei pressi dell'uscita di Incisa (Firenze), prima a sud e successivamente in entrambe le direzioni.  "Ci sono imprenditori - ha spiegato il presidente di Tni, Pasquale Naccari, all'Ansa -, gente stanca di subire, che vorrebbe riaprire e tornare a lavorare, rispettando i protocolli di autogrill e mense. Vorrebbero lavorare, e non all'esterno col freddo".

Uno dei manifestanti è stato investito senza riportare gravi conseguenze. Il ferito era in un gruppo di manifestanti che stavano impedendo all'auto di passare, ma la vettura ha tirato dritto, urtandolo per poi allontanarsi. Il manifestante, un ristoratore emiliano, si sarebbe fatto male a una spalla. L'automobilista è stato rintracciato dalla Polizia stradale di Firenze Nord all'altezza del casello di Barberino del Mugello (Firenze) sulla A1 in direzione Nord.

Tra i manifestanti c'era anche Ermes Ferrari, il ristoratore modenese che a Roma il 6 aprile era vestito da sciamano come Jake Angeli a Capitol Hill: "Mentre la gente piangeva davanti al Parlamento e chiedeva un aiuto - ha detto all'Ansa - tutti si sono concentrati" solo "su un cappello e due corna. Non ne possiamo veramente più dovete farci riaprire, perché veramente questo è un disegno criminale per far saltare la spina dorsale delle partite Iva italiane. Non è vero che siamo evasori, perché noi siamo la dorsale dell'Italia".

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento