Volkswagen, cambio al vertice: via Muller, arriva Herbert Diess

-

Profondo riassetto per il Gruppo di Wolfsburg. L'ex manager BMW alla guida

Volkswagen, cambio al vertice: via Muller, arriva Herbert Diess

Cambia guida il Gruppo Volkswagen: nuovo amministratore delegato è Herbert Diess, già a capo del marchio Volkswagen, che era stato chiamato a guidare all'indomani dello scoppio dello scandalo Dieselgate. il

Il manager tedesco, 59 anni, ex BMW, sostituisce il 64enne Matthias Müller , ex ad di Porsche, chiamato anch'esso due anni e mezzo fa circa a tirare fuori dal pantano dei TDI il colosso di Wolfsburg. Diess sarà anche responsabile R&D e IT dell'intero Gruppo. 

«Matthias Müller ha svolto un lavoro eccezionale per il gruppo Volkswagen. Ha assunto la presidenza del consiglio di amministrazione nell'autunno del 2015 quando l'azienda affrontò la più grande sfida della sua storia. Non solo ha navigato in sicurezza la Volkswagen in quel periodo; insieme alla sua squadra, ha anche radicalmente riallineato la strategia del Gruppo, avviato il cambiamento culturale e, con grande impegno personale, ha rimesso non solo il Gruppo Volkswagen in carreggiata, ma lo ha reso più forte che mai. Per questo, gli è dovuta la gratitudine di tutto il Gruppo». Così ha ringraziato Muller il presidente del consiglio di sorveglianza Hans Dieter Pötsch.

Oltre alla nomina di Diess al timone dell'azienda, il Consiglio di sorveglianza ha annunciato una profonda ristrutturazione del Gruppo. Così, saranno creati tre distinti Gruppi alla guida dei marchi: saranno raggruppati i brand generalisti Volkswagen, Seat e Skoda, un secondo gestirà la fascia premium di Audi, mentre il terzo sarà la guida di Porsche, Bugatti e Lamborghini nel mercato delle vetture di lusso.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento