Hub Rally - WRC

WRC21. Estonia. Ed è Kalle Rovanpera, Toyota, La Meglio Gioventù!

-

Finale da capogiro. Rovanpera disintegra il record che è stato del suo Team Principal, Jari-Matti Latvala. Grande Breen, secondo con la Hyundai, poi Neuville e Ogier. Mondiale stagnante. Show spettacolare e frustrante di Tanak

WRC21. Estonia. Ed è Kalle Rovanpera, Toyota, La Meglio Gioventù!

Tartu, Estonia, 18 Luglio. Kalle Rovanpera e Jonne Halttunen, Toyota Yaris WRC, vincono il Rally Estonia. il giovanissimo finlandese si proietta nella Storia. Al secondo posto Craig Breen e Paul Nagle, Hyundai, bravissimi, al terzo Thierry Neuville e Martijn Wydaeghe, Hyundai, redditizi. Ai piedi del podio, anche questo è importante, Sébastien Ogier e Julien Ingrassia, Toyota, ancora lontani in testa al Mondiale. La storia “recente” del Rally, con il focus sull’ultima giornata di Gara. Sei Speciali in programma per poco più di 50 chilometri, sui tracciati delle Neeruti, 7.82km, Elva, 11.72km, e Tartu Vald, 6.51km. Due giri con un rifornimento tra i due. Ott Tanak e Thierry Neuville “staccano” lo stesso tempo al termine della prima di sei Speciali della Domenica, gran finale dell’11° Rally Estonia, secondo consecutivo nel Mondiale e settima, o prima del “girone di ritorno”, Prova della stagione iridata. Più che un patto di non belligeranza è un segnale di alleanza, inutile oggi ma necessario domani e per le cinque Prove di Mondiale che restano in programma. Tanak, infatti, pur continuando a vincere una speciale dopo l’altra, non può nulla contro Kalle Rovanpera lanciato come un missile dentro la Storia, e Neuville può molto poco contro Ogier lanciato come un siluro puntato sull’ottavo Titolo personale. Se non altro è un segno di vivacità di un Rally altrimenti a (doppio) senso unico. Non c’è più duello. Craig Breen difende il bellissimo secondo posto conquistato già all’inizio del Rally, Ogier e Neuville giocano come cavallo e torre degli scacchi, nessuna voglia di rischiare troppo.

Si va velocemente verso l’epilogo, ma l’ansia dilata i tempi dell’attesa. Tanak e Neuville ancora i più attivi, Rovanpera ha ufficializzato le sue intenzioni conservative caricando due Pirelli di scorta, al posto dell’unica per la maggior parte dei “finalisti”. Meglio 25 chili di più, se in cambio c’è una doppia sicurezza. La posta in gioco è troppo alta. Si arriva al Power Stage con la situazione cristallizzata dal venerdì sera. Tanak vince tre Speciali, e c’è un momento di vaga tensione quando Neuville, che ha vinto 2 volte, rimedia 10 secondi di penalità che gli avvicinano Ogier a 10 secondi. Scorrono i “coprotagonisti” nel Power Stage, Greensmith il migliore del “level 2”, poi entrano “quelli buoni”. Tanak e via gli altri. Ora sì che c’è tensione. I 5 Punti vanno a Tanak, imprendibile e intrattabile, ha vinto ben 11 Speciali, i 4 a Neuville e i 3 a Ogier, c’è una logica ferrea, i 2 a Evans. Il Rally si “scioglie” quando Rovanpera conclude il Power Stage e, con quello, il Rally Estonia 2021. Raccoglie anche il punticino del 5° posto Power Stage, ma quel che conta è che, in un attimo, si materializza il risultato a lungo covato: vincono Kalle Rovanpera e Jonne Halttunen, Toyota Yaris WRC, e improvvisamente succede che…

Kalle Rovanpera, figlio d’arte di Harri, il più giovane. 1-10-2000, Jyväskylä. Sembra una tripletta magica o la combinazione di una cassaforte, e invece è la sua data di nascita. 1° Ottobre Duemila. Vuol dire vent’anni. Campione di Letronia nel 2017, Mondiale WRC 2 Pro nel 2019. È alla seconda stagione da ufficiale Toyota Gazoo Racing. Scelto da Tommi Makinen e “cresciuto” da Jari-Matti Latvala. Ma l’asfalto l’ha imparatato anche in Italia, anche grazie a Pirelli, anche dal nostro Campione numero 1, Paolo Andreucci. 34 Rally World Rally Car disputati, Estonia compreso. Ha debuttato al Galles 201 7, allo Svezia del 2020 ha vinto la sua prima Prova Speciale e per la prima volta è salito sul podio. Ha vinto 20 Prove Speciali e il suo miglior risultato, fino a ieri, era il secondo posto conquistato all’Arctic Finlandia di quest’anno. È già stato il più giovane leader del Mondiale, quest’anno, ma oggi, 18 Luglio 2021, Kalle Rovanpera è il più giovane vincitore di una Prova di Campionato del Mondo WRC. Rovanpera “succede” proprio al suo attuale Team Principal, Latvala, che nel 2008 vinse il Rally di Svezia all’età di 22 anni

La “guerra” delle WRC2 è vinta da Mikkelsen, Skoda, su Ostberg, Citroen. Quella delle WRC3 da Lukyanuk su Kajetanowicz, altre due Fabia Rally2 Evo, ma Lukyanuk, 8° assoluto, meglio di Mikkelsen. Junior a Sami Pajari, ovviamente Ford.

Situazione Mondiale. Poco movimento, vuol dire che il buon affare l’ha fatto ancora una volta Sébastien Ogier. Il fuoriclasse francese è in testa con 148 punti, 37 più di Evans e 52 più di Neuville. Adesso si va al Rally di Ypres, 13-15 Agosto, organizzato da quel Alain Penasse che Breen ha salutato al traguardo dell’Estonia e che da domani è ex Team Manager Hyundai.

 

© Immagini -Toyota TGR-DAM - Red Bull Content Pool – Hyundai Motorsport

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento