WTCC 2015

WTCC: 5 buoni motivi per seguire il Mondiale Turismo 2015

-

Ecco alcuni motivi per seguire il FIA WTCC 2015, il Mondiale Turismo. Tante le novità introdotte, a cominciare da cinque nuovi circuiti sparsi in giro per il mondo, tra cui il Nürburgring

WTCC: 5 buoni motivi per seguire il Mondiale Turismo 2015

Barcellona - In Italia il Mondiale Turismo FIA WTCC (World Turing Car Championship) per la verità non è molto seguito - tanto che abbiamo perso anche la tappa nostrana che andava in scena sul mitico Autodromo di Monza - ma in altri Paesi si strappano i capelli per seguire queste corse e gli spalti degli autodromi di mezzo sono sempre pieni per assistere alle battaglie di queste vetture derivate dalla serie.

 

Cerchiamo quindi di capire perché nel resto del mondo fanno il tutto esaurito e soprattutto perché vale la pena davvero di seguire l’imminente stagione, ancora più di quelle passate. Prima di tutto dobbiamo dire che per il WTCC il 2015 è l’anno della rivoluzione. Il calendario infatti è stato rivoluzionato rispetto allo scorso anno con cinque nuovi circuiti sparsi in giro per il mondo, tra cui spicca una novità davvero prelibata per qualsiasi appassionato.

wtcc nurburgring
La gara al Nurburgring è in calendario dal 14 al 16 Maggio

1: ci sarà una gara al ‘Ring… Sulla leggendaria Nordschleife!

A metà maggio infatti le auto del Mondiale Turismo si sfideranno al Nürburgring. Sai che novità, avranno già pensato alcuni… Peccato che la gara andrà in scena non sul classico circuito di Formula 1, come avrete sicuramente pensato, ma sulla micidiale Nordschleife, quindi sul percorso originale con qualcosa come 170 curve e 22 km circa (la lunghezza precisa dipenderà dalla configurazione utilizzata) di percorso!

 

Un’occasione più unica che rara per gustarsi un weekend di motorsport “vecchia scuola”, anche perché le due gare del WTCC andranno in scena nello stesso weekend in cui prenderà il via la strepitosa 24 Ore del Nürburgring!

2: quattro marchi “ufficiali”

Inoltre proprio ieri qui a Barcellona, in vista dei primi test della stagione, è stata ufficializzata la griglia di partenza e anche qui troviamo senza dubbio più di un buon motivo per seguire il Campionato. Prima di tutto troviamo quattro marchi che si sfidano in veste ufficiali nella categoria regina TC1: oltre a Citroen, che ha dominato la passata stagione, ritroviamo Honda, Chevrolet e i russi della Lada.

wtcc muller lopez loeb
I piloti Citroen Loeb, Muller e Lopez

3: sua maestà Loeb vs Muller e Lopez

La lista dei piloti però si fa ancora più interessante visto che in totale troviamo cinque Campioni WTCC, due ex-piloti di F1, 13 paesi rappresentati e un buon numero di giovani emergenti. La Citroën Total WTCC schiererà ben quattro vetture (una in più rispetto allo scorso anno). Il Campione del Mondo Turismo 2014 José María López, vera rivelazione dello scorso anno, sarà affiancato dal veterano Yvan Muller (quattro titoli WTCC alle spalle) e da, “udite udite”, sua maestà Sébastien Loeb, 9 volte Campione WRC oltre al cinese Ma Qing Hua.

 

I piloti dello squadrone francese torneranno al volante delle Citroën C-Elysée ufficiali, che si presentano ancora una volta come le auto da battere. Qing Hua, che nel 2014 fu protagonista solo in alcune gare, parteciperà all'intera annata. Inoltre vedremo il debutto nel WTCC del team Sébastien Loeb Racing, che affiderà una quinta Citroën C-Elysée al marocchino Mehdi Bennani.

alessandro skerl gabriele tarquini honda (10)
L'italiano Gabriele Tarquini, pilota Honda

4: tifare i nostri Tarquini e D’aste

La Honda Racing Team JAS invece non ha cambiato volto ma ci offre un nuovo valido motivo per tenere alta l’attenzione durante l’anno. Le sue Civic Castrol infatti saranno affidate ancora una volta agli ex-F1 Tiago Monteiro e al nostro italianissimo Gabriele Tarquini. Rickard Rydell poi torna nel WTCC con una Civic della Nika International, mentre Norbert Michelisz (Zengő Motorsport) e Dušan Borković (Proteam Racing) si contenderanno il Trofeo Yokohama per i privati sulle rispettive vetture giapponesi.

 

La LADA Sport Rosneft vuol sfruttare l'esperienza di piloti del calibro di Rob Huff e James Thompson, con il giovane russo Mikhail Kozlovskiy che proseguirà la sua formazione nella serie turismo. I tre saliranno sulla nuovissima Vesta, attualmente ancora in via di sviluppo attraverso un intenso programma di test.

 

È un altro italiano, ancora amatissimo dal pubblico di casa nostra, a darci un altra buona ragione per seguire il WTCC. La ALL-INKL.COM Münnich Motorsport infatti darà a Stefano D’Aste la propria Chevrolet Cruze RML TC1. John Filippi resta alla Campos Racing dopo una stagione in Classe TC2T; il francese avrà una Chevrolet TC1, così come il suo connazionale e compagno di squadra Hugo Valente; il team spagnolo dovrebbe poi iscrivere una terza vettura solo per alcuni eventi. Abbiamo anche il ritorno della Craft Bamboo con una Cruze per Grégoire Demoustier; anche questa squadra sta lavorando per schierare un'altra auto nel corso della stagione.

lada wtcc
La LADA Vesta del team LADA Sport Rosneft

5: c’è quel matto di Tom Coronel!

Chiudiamo con la quinta buona motivazione. La ROAL Motorsport ha confermato come piloti delle sue Cruze TC1 Tom Chilton, fratello di Max, il pilota di F1, e soprattutto l’eccentrico Tom Coronel, vero personaggio carismatico del Mondiale Turismo e reduce di una avventura alla Dakar 2015 insieme al fratello Tim.

 

François Ribeiro, General Manager del WTCC, ha dichiarato: «Fin dall'ultima gara di Macao del novembre scorso, la famiglia del WTCC si è attivata per avere altre TC1 in griglia. Nel 2014 c'era ancora la Classe TC2T, mentre oggi abbiamo già 20 TC1 iscritte, più una terza che la Campos Racing dovrebbe schierare in alcuni eventi, dove quindi avremo 21 auto in totale. Diamo il bentornato ai tre team ufficiali e ai piloti che rappresenteranno 14 paesi diversi, non appena ALL-INKL.COM Münnich Motorsport annuncerà il suo secondo concorrente. La nuova LADA Vesta in livrea gialla, costruita da ORECA, sarà presto in pista. E per la serie "Prendimi se ci riesci", vedremo chi riuscirà a battere il nostro Campione in carica della Citroën, José María López.»

I numeri degli iscritti

Piloti: 20

Team: 11

Marchi di auto: 4

Nazionalità: 13

Il calendario del Mondiale Turismo WTCC 2015

1: Argentina (Termas de Río Hondo), 6-8 marzo

2: Marocco (Moulay El Hassan), 17-19 aprile

3: Ungheria (Hungaroring), 1-3 maggio

4: Germania (Nürburgring Nordschleife), 15-16 maggio

5: Russia (Moscow Raceway), 5-7 giugno

6: Slovacchia (Slovakia Ring), 19-21 giugno

7: Francia (Paul Ricard), 26-28 giugno

8: Portogallo (Vila Real), 10-12 luglio

9: Giappone (Motegi), 11-13 settembre

10: Cina (Shanghai), 25-27 settembre

11: Thailandia (Buriram), 30 ottobre-1 novembre

12: Qatar (Losail), 20-22 novembre

  • alecate, perugia (PG)

    Come si possono seguire le gare?

    Buon giorno. Qualcuno può dirmi dove si possono seguire le gare in TV? Grazie
Inserisci il tuo commento