prova su strada

Bmw Serie 6 Cabrio

Piacere di guida en plein air
-

Provata sulle strade della Sicilia la nuova cabriolet BMW. Costa 87.000 euro

Bmw Serie 6 Cabrio

Dedicata ad un pubblico d'età compresa tra i 40 ed i 55 anni, amanti del design, della prestazione e del "buon vivere", la nuova BMW Serie 6 Cabrio nasce per essere un riferimento stilistico e meccanico nel suo segmento. Un segmento dove il precedente modello ha saputo fare bene nonostante uno stile che si ama o si odia - 118.000 le unità vendute nel mondo dal 2004 al 2010, di cui 4.000 in Italia - come sempre occupato da un mostro sacro quale è la Porsche 911 e vetture estremamente eleganti, quali Jaguar XK Cabrio, Maserati Grancabrio e Mercedes SL.

ULTIMA EVOLUZIONE
Rispetto a tutte le vetture menzionate il nuovo modello BMW offre maggiore freschezza in termini di design, di elettronica ed una dotazione meccanica estremamente interessante oltre che predisposta ad essere ampliata con l'arrivo di una "tecnicamente possibile" motorizzazione a gasolio. Eventualità, quest'ultima, già palesata in passato con la gettonata 635d. Due, in ogni caso, le motorizzazioni disponibili al lancio: la prima, identificata con la sigla 640i, è un sei cilindri in grado di erogare 320 CV e 450 Nm a 1.300 giri (milletrecento!) di coppia massima. Si tratta dell'ultima evolzione del tre litri "in linea" bavarese, caratterizzato dalla presenza di elementi estremamente raffinati quali il TwinTurbo, l'iniezione diretta ed il sistema Valvetronic, che regola l'apertura e l'alzata delle valvole ottimizzando i flussi e quindi l'efficienza.

BEVE POCO
Tecnologie simili, anche se per quanto riguarda il sistema TwinTurbo il V8 è soffiato da due chiocciole (quattro giranti) e non da un'unità singola come sul tremila della 640i, per la 650i: rispetto alla "vecchia" 650i i CV sono l'11% in più (407 in totale) mentre emissioni e consumi si sono ridotti del 2%, con valori medi 10.7 l/100 km e 249 g/km di CO2. Di meglio, sul tema, riesce a fare la 640i: il miglioramento rispetto alla vecchia tremila è complessivamente del 18%, che tradotto in numeri significa 185 g/km di CO2 e 7.9 l/100 km alla voce consumo. C'è da capirli dato che molte vetture di categoria e cilindrata inferiore non sanno fare di meglio.

EFFICIENZA DINAMICA
Ad esaltare prestazioni, consumi ed emissioni non vi sono solo i miglioramenti tecnici sui motori. Anche le ottimizzazioni dei sistemi che rientrano nel pacchetto EfficientDynamics hanno permesso di assorbire meno energia dai propulsori, in particolar modo sulla 640i che è dotata anche di aerodinamica attiva e sistema auto start/stop. Come se non bastasse anche il nuovo cambio automatico ad otto rapporti, di serie, permette di migliorare l'efficienza dei propulsori senza mettere da parte le prestazioni: sia 640i che 650i si fermano a 250 km/h solo per volontà dell'elettronica, assicurando tempi sullo 0-100 km/h rispettivamente di 5.7 e 5 secondi netti. Roba da sportiva vera.

SI APRE IN 19 SECONDI
A fianco della dimostrazione di forza del reparto tecnico, la nuova Cabriolet di Monaco propone numerosi dettagli pensati per renderla fruibile quotidianamente: oltre all'abitacolo 2+2 classificabile come un "4 ristretto", alla capote dallo stile estremamente leggero che si apre in 19 secondi fino ad una velocità di 40 km/h o alla possibilità di montare un frangivento che permette di viaggiare ad elevatissima velocità anche a tetto scoperto, la nuova generazione di Serie 6 propone tecnologie, materiali e soluzioni pensate per rendere l'esperienza di guida sportiva ma allo stesso tempo confortevole. Oltre al sistema di climatizzazione studiato per variare le caratteristiche di "erogazione dell'aria" in base alla configurazione del tetto, la vettura propone elementi addirittura superiori a quelli della Serie 7, come l'inedito head-up-display full color o l'enorme LCD (7" standard, 10.2" con Navi Professional) incastonato in modo indipendente rispetto al naturale sviluppo della plancia, che ha permesso di ridurre le dimensioni di quest'ultima assicurando un ambiente più minimalista, meno "chiuso" ma altrettanto accogliente e tecnologico.

 

IL MONDO IN UN TASTO
Per quanto riguarda la dinamica, anche la nuova Serie 6 come gli altri modelli di ultima generazione (7, 5GT e nuova 5, con le quali la 6 condivide il pianale) con della casa dell'elica può essere personalizzata con il click di un solo tasto. Questo ha permesso di realizzare una vettura dai molteplici volti, ovvero in grado di passare dal confort della posizione Normal ad una interessante nota sportiva nella configurazione Sport+. Step by step l'elettronica della vettura riprogramma la progressione del pedale del gas, la risposta del cambio o dell'integral active steering, con una servoassistenza più o meno "presente". L'elettronica interviene anche sulla risposta del DSC e sulle barre di torsione, modificandone i parametri in funzione delle esigenze.

SU STRADA
Una vettura completa, insomma, che con i suoi 489 cm nasce (285.5 cm di passo) per soddisfare le esigenze di una clientela che desidera nient'altro che il meglio sotto ogni punto di vista. Un obiettivo che in BMW hanno perseguito facendo tesoro delle indicazioni ottenute con la commercializzazione del precedente modello, che si sono tradotte in una dinamica di guida che ha davvero dell'eccezionale considerando la dimensioni e mole della vettura.

CAMBIA VOLTO
Il merito è certamente da ricercare nella forza dei propulsori, di cui parleremo successivamente, ma anche in un mix tra telaio e comparto elettronico che rende tutto molto facile: la nuova 6, infatti, da una notevole sensazione di sicurezza in ogni frangente assicurando un livello di confort degno della Serie 7 nella modalità Normal ed una sportività da "cavallo di razza" nella modalità Sport+. In quest'ultima configurazione, che si raggiunge in pochi istanti clicclando due volte sull'apposito tasto, le caratteristiche dei propulsori TwinTurbo BMW vengono esaltate ed il telaio risponde alle richieste di chi siede al volante con grande reattività nella 650i ma soprattutto nella 640i.

PIU' BILANCIATA
I 100 kg in meno dichiarati alla bilancia dal motore a sei cilindri nei confronti del V8, infatti, si sentono in particolar modo quando si forza nel misto, tanto che si può riassumere il comportamento della 640i come più bilanciato rispetto a quello della 650i. Stesso discorso anche per quanto per quanto concerne sound ed erogazione: il sei cilindri è globalmente più rotondo, in particolar ai bassi regimi, mentre il V8 necessita di maggiori spazi per dare il meglio di sé, tuonando ad ogni apertura di gas borbottando in modo esaltante anche in fase di scalata.

INTERNI CURATI
Tra gli elementi estremamente positivi della vettura segnaliamo la cura con cui è stato realizzato l'interno (anche la plancia è rivestita di pelle), la buona capacità del bagagliaio, l'eccezionale protezione acustica dello "stilisticamente leggero" tetto in tela e l'ergonomia del posto di guida, che permette ai piloti di tutte le taglie di trovare un ottimo posizione di guida. Impossibile, invece, pretendere di più dai posti posteriori: lo spazio è poco, ma con qualche sacrificio si può anche viaggiare per alcuni km in quattro.

DA 87.000 EURO
La nuova BMW Serie 6 Cabrio "attacca" a 87.000 euro, con i quali è possibile acquistare una 640i in allestimento standard. La più lussuosa Futura, che costa 93.650, propone Adaptive light control, ConnectedDrive, Integral Active Steering, Bluetooth, Park Distance Control (PDC) e Navigatore BMW Professional. Le 650i, di pari allestimento, costano 102.250 euro e 106.850 euro in allestimento Futura.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su BMW Serie 6 Cabrio
Modelli top BMW
Maggiori info
BMW