L'Audi RS6 compie vent'anni: storia e prova [VIDEO]

L'Audi RS6 compie vent'anni: storia e prova [VIDEO]
Pubblicità
Nel 2002, quando nacque, era l'Audi stradale più potente in assoluto e la sua tecnica derivava direttamente dalle auto che vincevano a Le Mans. Ma forse non tutti sanno che il primo motore veniva... dalla Cosworth
28 luglio 2022

Vent'anni sono già una bella carriera per un'auto sportiva, un modello che Audi nel 2002 aveva creato quasi dal nulla e adottando soluzioni abbastanza folli che oggi - forse - nessuno avrebbe più il coraggio di realizzare.

 

 

Prima generazione: in diretta dalla pista

Esisteva già la RS4 a tenere alto l'onore della A4, ma rendere più sportiva l'immagine del modello superiore c'era ancora del lavoro da fare. La sezione quattro GmbH, che divenne poi Audi Sport, visti i numerosi successi in gara, decise di mettersi a lavorare sulla RS6, ma non si sarebbe trattato semplicemente di cambiare l'assetto, la trasmissione o le sospensioni. Nacque l'idea di mettere il V8 della A8 al posto del sei cilindri, ma non ci stava nel vano motore. Mancavano quattro centimetri.

Senza perdersi d'animo, gl'ingegneri prendono la A6 e allungano tutta la parte anteriore, poi allargano le carreggiate di altri quattro centimetri ed ecco la RS6 che, con 450 CV, era l'Audi stradale più potente di allora. Ma per la messa a punto del motore- una volta tanto - i tecnici di Ingolstadt vanno a cercare l'eccellenza di Cosworth in Inghilterra (che era di proprietà Audi, quindi sempre "in home"). Doppio turbo, 4,2 litri di cilindrata e gli stessi cavalli delle auto che correvano il DTM.

Tra le molte cose che cambiano c'è la trasmissione: i cambi manuali sulle super sportive erano già in declino e per la RS6 serve un automatico con convertitore di coppia molto veloce, così veloce da fare lo 0-100 in 4,7 secondi, nonché delle sospensioni a controllo elettronico, le RDC (Ride Dynamic control) per limitare il rollio in curva e i movimenti longitudinali in rettilineo. 

Tutte le RS6 prodotte a Neckarsulm fino al 2019 venivano fatte sulla catena di montaggio normale ma poi venivano smistate ad un altro reparto e richiedevano altre 45 ore di lavoro ciascuna, fatte completamente a mano da tre operai specializzati. La prima generazione, chiamata C5, finisce la produzione con 480 CV di potenza per lasciare spazio, nel 2008 alla C6.

Arriva la seconda generazione e il V10

Più cavalli di una R8: con l'arrivo del 10 cilindri da 5 litri la RS6 fa lo zero-cento in 4,5 secondi, ha nuovi freni carboceramici, la velocità massima tocca i 303 km/h e c'è pure un cambio automatico completamente rifatto per gestire la coppia "monstre" di 650 Nm e 580 CV. Carrozzeria aumentata nelle dimensioni ma non più di tanto, e ancor oggi si domandano come avessero potuto mettere un dieci cilindri da 278 kg dove prima c'era un V8. Di sicuro una modifica sostanziale andava fatta per la lubrificazione: visto che l'auto arrivava a generare 1,2 g in curva, una normale coppa dell'olio non sarebbe stata sufficiente e si passò al carter secco, così anche da abbassare il motore.    

2013: si ritorna all'ottovù turbo

Crisi energetica e finanziaria? Understatement? No, più semplicemente l'uso di materiali leggeri come l'alluminio avevano permesso di rinunciare a 20 CV a favore della coppia di 700 Nm, e così un V8 più piccolo (4 litri) sarebbe stato sufficiente per avere prestazioni superiori a tutte le generazioni precedenti e una guida spettacolare. Le minori dimensioni del propulsore avevano permesso anche di arretrare tutto il blocco di ben 15 cm, cosa che ha ribilanciato la distribuzione delle masse quasi simmetricamente fra avantreno e retrotreno. In più, siccome siamo entrati un un periodo in cui essere green è importante, i consumi sono scesi di un eccezionale 30%, non solo per via del peso ridotto, ma anche all'introduzione del funzionamento modulare per il motore, che spegne 4 cilindri a basso carico. Nei vari aggiornamenti la terza generazione della RS6 arriva a 605 CV.

C8 arriva il mild hybrid e porta coppia

Nel 2019 la quarta generazione della RS6 rimane fedele ai 4 litri e agli 8 cilindri a V, ma affiancati da una sezione elettrica a 48 V che permette ulteriori risparmi di energia senza penalizzare la potenza e le prestazioni, che aumentano fino ad una accelerazione da 0 a 100 da 3,6 secondi e uno 0-200 da 12 secondi. Potenza invariata da 600 CV ma coppia che raggiunge livelli straordinari di 800 Nm. Ed è di quest'ultima generazione che vi proponiamo la video prova in pista del nostro Matteo Valenti.

Da Moto.it

Pubblicità
Caricamento commenti...
Audi RS 6 Avant
Tutto su

Audi RS 6 Avant

Audi

Audi
Viale G.R. Gumpert, 1
Verona (VR) - Italia
800 283 454 63
https://www.audi.it/it/web/it.html

  • Prezzo 136.850 €
  • Numero posti 5
  • Lunghezza 500 cm
  • Larghezza 195 cm
  • Altezza 146 cm
  • Bagagliaio da 550
    a 1.680 dm3
  • Peso 2.150 Kg
  • Segmento Station Wagon
Audi

Audi
Viale G.R. Gumpert, 1
Verona (VR) - Italia
800 283 454 63
https://www.audi.it/it/web/it.html