Primo test

Mercedes Classe X 2017 | pick up di lusso per tutti i giorni [Video]

-

Mercedes pesca dal mare progettuale del gruppo Nissan-Renault le basi per ampliare la propria gamma con un pick up raffinato nel design e nell'equipaggiamento, ma sempre adatto a tutte le situazioni

Con la Classe X Mercedes opera un ampliamento della gamma, tra le più complete sul mercato, con uno sforzo decisamente leggero dal punto di vista economico, vista la possibilità di attingere dalle risorse tecniche del gruppo Nissan-Renault. La piattaforma che ha visto per tanto tempo Navara e ultimamente Alaskan, vine plasmata dalla casa di Stoccarda un pick up dalle linee più ricercate e con accorgimenti mirati a renderlo adatto alla vita di tutti i giorni oltre che al lavoro. Lungo 5,34 m, alto 1,83 e staccato da terra di 20,2 cm si tratta di una vettura con una chiara impronta alla marcia in fuoristrada, dove eccelle grazie alla trazione 4Matic. Il vano di carico è lungo 1,58 m e la portata è pari a 11 quintali, per una capacità di traino che arriva fino a 35. L’obiettivo era quindi quello di offrire un’auto capace di destreggiarsi sul lavoro con carichi leggeri, percorsi off road e capace anche di riservare il giusto comfort per i percorsi più lunghi. Le motorizzazioni sono le 220 e 250 diesel, da 163 e 190 CV, accoppiate alla trazione integrale con ridotte e possibilità di bloccaggio per il differenziale posteriore. C’è anche una versione 4x2 e più avanti arriverà il V6 diesel da 258 CV.

Dal vivo: com’è fuori

Frontale in puro stile Merc, con i gruppi ottici LED, ma disponibili anche alogeni, e griglia a doppia nervatura che va a incastonare il logo della stella al centro della griglia. La parte inferiore del paraurti è dominata da un vasto skid plate cromato, che si estende nel sotto scocca e va a proteggere alcune parti vitali della vettura. Aria muscolosa e imponente quella del fuoristrada che si discosta almeno nel frontale da quanto visto fino ad adesso, la parte centrale è dominata dalla doppia cabina e da qui inizia il roll bar che si innesta nel cassone, che a sua volta chiude la zona di coda con il portello reclinabile di 90°, che si estendono a 180° se si priva l’auto di para urti posteriore. I cerchi sono da 17” o 18” e di serie c’è il predellino per agevolare entrate e uscita.

Dal vive: com’è dentro

Lo spazio non manca e l’occhio ricade subito sulla plancia, dove lo stile Mercedes emerge in termini di design, con un elaborato sistema di bocchette dell’aria condizionata, sdoppiate a coppie di 2. Sopra troviamo lo schermo da 8” dell’infotainment su cui si può intervenire e regolare tutti i parametri dal classico rotore e pad posti al centro della consolle dietro al cambio. I sedili in pelle sono ben sagomati e lo spazio è ottimo anche per quelli più alti. Comoda la posizione di guida con il sedile regolabile in maniera elettrica e unica pecca lo sterzo che non si regola in profondità. Anche lo spazio per i passeggeri posteriori è sufficiente per tre persone medio alte, anche qui a rendere le cose meno semplici c’è un pavimento rialzato rispetto alla parte anteriore ma per ovvi motivi tecnici, primo tra tutto la trazione integrale.

Dal vivo: come si guida

A Stoccarda si sono concentrati per dare all’utente un mezzo che non solo fosse efficace per la destinazione lavorativa, ma che sapesse anche livellarsi alla qualità di guida offerto dal resto dei modelli. Chiaro che non siamo al livello dei SUV premium ai quali ci ha abituato Mercedes ma il lavoro fatto sull’insonorizzazione è all’altezza e l’abitacolo è ben schermato. Anche nella guida autostradale i fruscii aerodinamici sono piuttosto contenuti e mai fastidiosi. Un’altra zona critica era la parte posteriore dove le balestre, impiegate su questo tipo di veicoli, inficiano con il comfort, ecco perché Mercedes ha scelto una soluzione multilink per il ponte che aiuta ad attutire le asperità del fondo. Non si può parlare di peso come difetto perché la massa è importante, ma il rollio che c’è tende a infastidire nelle curve vista l’altezza da terra degli occupanti. Il motore ci è sembrato ben bilanciato, un filo rumoroso, ma il tiro ai bassi è ottimo e lavora bene con il cambio a 7 rapporti, che eccelle in fuoristrada per un’erogazione lineare, tenendo lontani da strappi e perdite di aderenza. Gettando un occhio ai consumi si riesce a stare sui 7 km/L di media se si è accorti con l’acceleratore, anche qui se si vuole l’aiuto del freno motore in scalata bisogna passare alla modalità manuale.

In conclusione

Con un prezzo di partenza di 37.000 euro siamo di fronte a un’auto che se non è una novità, rimane comunque un’alternativa valida se quello che si vuole è un po’ di ricercatezza in più nel settore pick-up. Vi rimandiamo infine a questo articolo dove vengono spiegate tutte le norme e limitazioni nell’uso di questi mezzi, sottoposti a una regolamentazione molto specifica.   

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Mercedes-Benz Classe X Pick-up
Maggiori info
Mercedes-Benz