prova su strada

Nuova Kia Sportage

Al top nel GPL
-

La collaborazione con BRC ha permesso a Kia di lanciare sul mercato una Sportage dotata dell'impianto a doppia alimentazione più sofisticato oggi presente sul mercato. Fluido e regolare anche se poco vivace ai bassi regimi, viene proposto a 22.750 euro

Nuova Kia Sportage

Tanto quanto la cugina ix35 per Hyundai, l'ultima generazione di Kia Sportage ha rappresentato una vera e propria pietra miliare nello sviluppo europeo dei rispettivi brand ed è per questo che in occasione del restyling di mezza vita le novità si contano sulle dita di una mano.

 

Poche sì, ma buone: lo stile pensato da Peter Schreyer, ex-Volkswagen ed ora massimo vertice del Gruppo Coreano dopo l'esperienza alla Direzione del centro stile Kia, si fa leggermente più elegante e raffinato con l'introduzione di una nuova calandra anteriore a nido d'ape, inediti fendinebbia a sviluppo orizzontale pensati per dare una maggior presenza su strada della parte bassa e gruppi ottici posteriori ora di dotati di tecnologia di illuminazione a led.

Dentro cambia molto

Rispetto all'esterno, le cui dimensioni rimangono di 444 cm di lunghezza, 186 di larghezza e 164 d'altezza (passo 1,42), le novità che riguardano gli interni sono più numerose e riguardano aspetti qualitativi e funzionali: il display del sistema multimediale, ad esempio, è ora da 7", offre interfaccia touch e si interfaccia con nuovi sistemi di parcheggio che fanno riferimento alle immagini della inedita telecamera posteriore. Aggiornamenti riguardano anche la plancia, che ora offre un quadro strumenti a due quadranti al posto dei precedenti tre, con una nuova generazione di display a colori estremamente luminoso e ricco di informazioni.

Tre allestimenti

Tre gli allestimenti per la gamma 2WD: Active, Cool e Class. Si parte da 20.250 della versione 1.6 GDI Active e con balzi da 1.500 euro si passa alla Cool ed alla più ricca Class, quest'ultima disponibile solamente a partire dalla motorizzazione ECO GPL. Le 4WD, invece, costano 27.250 euro nella versione d'accesso Pure Rebel con motore 2.0 CRDi da 136 CV offrendo salti di allestimento di 3.000 e 6.000 euro nel caso in cui si passi alle più ricche Feel Rebel e Rebel. Il passaggio dalla motorizzazione 136 CV alla 184 costa 500 euro mentre la versione top viene offerta solamente in abbinamento al cambio automatico che, negli allestimenti Rebel base ed intermedio ha un costo di 2.000 euro.

kia sportage gpl (37)
Con il restyling Sportage rimane fedele al design che l'ha resa così famosa

 

Per tutte, tranne che per ECO GPL, la ruota di scorta costa 250 euro, la vernice metallizzata 650 mentre il colore White Soul 300. Per arricchire le vetture senza svenarsi è possibile scegliere i pacchetti Move & Style Pack (navigatore + sound Infinity, + retrocamera + barre portatutto + tetto apribile) a 2.200 euro o il Techno Pack (3.000 euro) comprensibo di navigatore, tetto aprilibile, chiave d'accesso smart e sensori crepuscolari per l'attivazione dei fari.

 

Lo spazio a bordo, invece, rimane sempre lo stesso: i posti sono sempre cinque mentre il vano bagagli permette di stivare da un minimo di 564 litri ad un massimo di 1.353, anche nella versione a GPL che sfrutta lo spazio prima riservato alla ruota di scorta (ora c'è un kit gonfia/ripara) per opitare la ciambella toroidale. IL GPL costa 2.500 euro.

 

Dettagli che non fanno la differenza nel contesto di un progetto che in quattro anni non mostra ancora i segni del tempo e che accompagnano in concessionaria l'arrivo di una nuova versione a GPL che viene proposta a 2.500 in più rispetto alla normale benzina: un prezzo del tutto identico a quello dei motori diesel, a dimostrazione di come in Kia ci tengano a configurare questa versione come la seconda alternativa al gasolio dedicata a chi fa tanti km e vuole risparmiare.

Tanto quanto la cugina ix35 per Hyundai, l'ultima generazione di Kia Sportage ha rappresentato una vera e propria pietra miliare nello sviluppo europeo dei rispettivi brand

Iniezione diretta by BRC

1.591 cc, quattro cilindri in linea, abbinata ad un cambio manuale a sei marce, l'unità scelta da Kia per la realizzazione della Sportage a GPL vanta una potenza massima di 135 CV ed una coppia di 167 Nm ad un regime di 4.600 giri a fronte di 140 g/km di emissione do CO2 e 11,4 km/l (14,7 a benzina) di consumo. Valori interessanti, frutto di una scelta sino a ieri considerata impossibile per un sistema a GPL, ovvero quella di sfruttare direttamente l'iniezione diretta iniettando direttamente il gas in camera di combustione attraverso gli stessi iniettori della benzina.

kia sportage gpl (12)
Maggiori novità all'interno, dove debutta una nuova plancia con display da 7" 

 

Un processo estremamente complesso attorno al quale l'italiana BRC, fornitrice dell'impianto, lavora da tempo per renderlo prestazionale, preciso ed affidabile: un sistema che di fatto sostituisce quasi del tutto la benzina permettendo addirittura l'avviamento del motore, cosa che nei sistemi tradizionali avviene a benzina, permettendo un funzionamento più fluido e regolare in ogni condizione di esercizio. Le prestazioni della vettura, anche a GPL, rimangono del tutto in linea a quelle della benzina: Sportage tocca i 178 km/h ed accelera da 0 a 100 km/h in 11,5 secondi.

C'è anche diesel, automatico e 4x4

Il resto della gamma, invece, rimane immutato: il 1.6 da 135 CV 6 marce è disponibile, a 2.500 euro in meno, anche nella sola alimentazione a benzina mentre per quanto riguarda i diesel la gamma si affida al 1.7 CRDi da 115 CV e 260 Nm di coppia massima a 1.250 giri (6 marce, 5,3 l/100 km) o al 2.0 CRDi disponibile nella declinazione da 136 CV o 184 CV, entrambi dotati della sola trazione integrale. Due litri, l'unità turbocompressa coreana sviluppa 320 Nm di coppia massima a 1.800 giri nella versione d'accesso (372 nella automatica) e 383 Nm nella versione da 184 manuale che salgono a 392 nella versione automatica.

kia sportage gpl (6)
Ben fatto l'impianto a GPL fornito da BRC, che integra l'attacco per il rifnorimento del gas nello sportellino dove ha sede il tappo della benzina

Dal vivo: com'è fuori

La nuova Kia Sportage non fa quasi nulla per distinguersi dalla versione che l'ha preceduta. Del resto una delle principali motivazioni d'acquisto di questo modello era proprio il design e sarebbe stato un controsenso da parte degli stilisti coreani quello di andare a incidere con troppa decisione su uno degli elementi chiave. Le modifiche, comunque, ci sono ma sono tutte studiate per attualizzare alcuni dettagli ormai diventati di serie su molte competitor, come nel caso della illuminazione a led dei fari posteriori.

Dal vivo: com'è dentro

Più dentro che fuori le novità sulla nuova Kia Sportage si fanno numerose all'interno dove cambia completamente il quadro strumenti e dove la parte multimediale assume una nuova dimensione grazie ad un nuovo display da 7" che lavora, se sceltro tra gli optional, su un impianto audio Infinity di notevole qualità. Il nuovo sistema è ben supporta gli smartphone di ultima generazione, è di facile utilizzo e si rende molto utile in manovra quando fa visualizzare le immagini della retrocamera di parcheggio: per via dei montanti e dell'altezza del corpo vettura, infatti, dietro si vede davvero poco.

Il risultato è quello di una vettura che non varia in alcun modo il comportamento viaggiando a GPL o a benzina

 

Migliorata è anche la qualità dei materiali: le versioni con interni in pelle, in particolar modo quella più chiara, offrono rivestimenti di ottima qualità e anche se il livello globale di attenzione per il dettaglio, pur essendo buono, non è ancora a livello eccezionale: in questo, un po' per le logiche di costo un po' per lo sviluppo step by step che i coreani hanno intrapreso da qualche anno a questa parte, c'è ancora margine di miglioramento.

 

Il bagagliaio è molto capiente: i 564 litri sono una cubatura ideale per una vettura di questo genere ed oltre ad essere facilmente ampliabili sono ben sfruttabili grazie ad una geometria azzeccata e ad una altezza da terra/larghezza sostanzialmente perfetta. Buono, infine, il confort di bordo: la posizione di guida è tutt'altro che sportiva ma è ben regolabile e comoda, mentre i cinque posti sono spaziosi e permettono di pensare alla Sportage come la prima auto di una famiglia.

kia sportage gpl (25)
Davvero capiente il bagagliaio della Sportage

Come si guida

Per il nostro test su strada abbiamo scelto di concentrarci sulla versione ECO GPL realizzata da Kia in collaborazione con BRC, vera novità del lifting che arriva in concessionaria nel corso del 2014. Identica, se non nella differente grafica dei badge, alla versione standard 1.6 benzina, la SUV coreana integra perfettamente l'impianto a gas posizionando il tappo del rifornimento dietro il classico sportellino della benzina o del gasolio e senza alcun stravolgimento nemmeno interno: l'unica differenza riguarda la presenza del pulsante con cui selezionare la modalità d'uso (benzina o GPL).

 

Una volta messo in moto il motore non vi sono particolari segnali o anomalie di funzionamento che fanno percepire passaggi da un'alimentazione all'altra: sarà perché la vettura parte direttamente a gas sarà che l'azienda italiana ha messo a punto un sistema che sfrutta al meglio i pregi dell'iniezione diretta, il risultato è comunque quello di una vettura che non varia in alcun modo il comportamento viaggiando a GPL o a benzina. Un risultato sorprendente, che permette di mantenere piacevole l'erogazione di un motore a cui forse manca la spinta del turbo ai bassi regimi ma che comunque si difende discretamente bene ai medi, laddove ci si può sempre ritrovare utilizzando con un po' di accortezza il cambio a sei marce, senza dover rinunce in termini di comfort acustico.

kia sportage gpl (28)
Impossibile avvertire differenze tra il funzionamento a benzina e quello a GPL

 

Sotto il profilo dinamico, alla stregua della posizione di guida, la Sportage non offre un comportamento particolarmente sportivo: l'assetto è morbido, la vettura tende a muoversi in curva seppur senza esagerare, e lo sterzo è tutt'altro che rapido anche se ben servoassistito. Si tratta di un'impostazione voluta, che strizza l'occhio alle famiglie ed ai grandi chilometristi piuttosto che a chi cerca emozioni tra le curve.

In conclusione

La nuova Sportage non introduce elementi che sconvolgono l'idea stilistica della versione vista sino ad oggi in concessionaria. A cambiare sono alcuni contenuti e la disponibilità della nuova alimentazione a GPL che può davvero rappresentare una scelta interessante sotto molti punti di vista: in alcune città, ad esempio, marciando a GPL si può circolare nei giorni di targhe alterne o di blocco del traffico ma allo stesso tempo vi sono alcuni sgravi fiscali che possono contribuire ad aumentare il delta convenienza non solo rispetto al benzina ma anche rispetto al gasolio, che Kia propone allo stesso prezzo.

 

Da valutare bene, caso per caso, incentivo per incentivo tenendo ben presente che all'atto pratico il GPL risulta meno rumoroso del motore a gasolio ma anche meno prestazionale ai bassi regimi.

 

Pregi

- Iniezione diretta GPL

- Nuovi interni, più tecnologici e di qualità

- Abitabilità/Capienza bagagliaio 

 

Difetti

- Lo sterzo non è velocissimo

- Assetto morbido tra le curve

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Kia Sportage
Modelli top Kia
Maggiori info
Kia