prova su strada

Peugeot 508 restyling

Ora morde di più
-

Proposta a partire da 30.350 euro la nuova station wagon del Leone è una vettura molto completa sotto ogni punto di vista. Ottime le prestazioni del BlueHDi da 180 CV così come interessante la prestazione del nuovo automatico a sei marce nonostante qualche indecisione

Peugeot 508 restyling

A tre anni dal lancio anche per la Peugeot 508 (ora in listino a 30.350 euro) è venuto il momento di un restyling pensato per mantenere giovani le linee e più ricchi i contenuti. Una evoluzione necessaria in un segmento, il D, da sempre in forte evoluzione e considerato ancora molto interessante in particolar modo per chi necessita di una spaziosa compagna di lavoro con cui condividere tanti km e possibilmente bassi consumi. Dal lancio ad oggi in Italia sono state circa 18.000 le unità targate, di cui il 90% nella sola carrozzeria station wagon. All'interno di questa stragrande maggioranza vanno considerate anche le RXH Hybrid4 che per la prima volta hanno portato all'interno del segmento una tecnologia ibrida che combina motore elettrico, motore a gasolio e trazione integrale a tutto vantaggio, ad esempio, può godere di vantaggi fiscali o più semplicemente cerca un veicolo che strizza l'occhio all'ambiente ma senza rinunciare a nulla in termini di prestazioni, guidabilità o immagine.

Com'è cambiata con il facelift

Insomma un prodotto completo che nella sua nuova edizione, ristilizzata con un occhio di riguardo anche per la Cina, il miglior mercato di questa vettura dal 2013 e Paese in cui verrà anche prodotta - per il mercato locale - dal 2015. La nuova identità di marca porta con sé alcune novità per quanto concerne le dimensioni. L'integrazione del nuovo frontale, infatti, ha richiesto un aumento di 16 mm che ha portato il totale complessivo a 4.829 mm (larghezza 1.853, altezza 1.476). Un look che porta con sé una nuova calandra, una nuova forma dei gruppi ottimi e, nelle versioni di punta, anche una raffinata illuminazione full-led che offre un'idea di grande tecnologia ed un fascio luminoso estremamente pulito ed efficace nelle fasi di guida notturne. Molte novità anche per quanto concerne gli interni, che come al solito ospitano un vano bagagli che va da 550 a 1.598 litri. La plancia, dal livello Active, integra un nuovo touchscreen da 7" che raggruppa al proprio interno molte funzioni della vettura che prima si attivavano attraverso tasti "fisici" dedicati. Direttamente sul display touch, dunque, ora spiccano i pulsanti digitali di navigazione, climatizzazione, radio, connettività a tutto vantaggio di una maggior pulizia stilistica della plancia.

peugeot 508 restyling (59)
La maggior parte delle novità stilistiche sono concentrate sul frontale

 

Come sempre è presente il sistema head-up display nella sua versione a colori: le informazioni relative alla navigazione, alla velocità e molto altro, vengono due "sparate" a colori su una lamina fumé che scompare quando si spegne la vettura. Tra le feature disponibili anche l'accesso e l'avviamento senza chiave, il freno di stazionamento elettrico, il retrovisore elettrocromatico, l'attivazione automatica dei fari abbaglianti, il sensore di pressione degli pneumatici, il rilevatore di ostacoli anteriori e posteriori ed il clima automatico quadrizona. Interessante anche la presenza di sistema di monitoraggio dell'angolo cieco (Blind Corner Assist), la retrocamera di parcheggio a colori ma anche la disponibilità di un accesso ad internet attraverso una specifica chiavetta 3g.

Motorizzazioni: arrivano gli Euro 6

Sotto al cofano la gamma motori a benzina sfrutta il potenziale di un nuovo motore Euro6. Si tratta della nuova evoluzione del 1.6 THP, che ora vanta una potenza di 165 CV ottenuti attraverso un nuovo turbo twin-scroll accordato alla iniezione diretta a 200 bar e la fasatura a variazione continua delle valvbole di aspirazione. Nonostante l'aumento di 9 CV le emissioni si sono ridotte a 135 g/km nella versione dotata di cambio automatico; prima era fissa a 145. La gamma diesel è molto ampia. L'accesso è fissato dal 1.6 e-HDi da 115 CV, ma salendo si incontrano i 2.0 HDi nelle versioni da 140 CV (6 marce manuale) e da 163 CV, quest'ultimo disponibile anche con cambio manuale.

La plancia, dal livello Active, integra un nuovo touchscreen da 7" che raggruppa al proprio interno molte funzioni della vettura

 

Per chi non si accontenta, sempre in ambito diesel, la gamma BlueHDI si fregia come al solito del 2.0 da 150 CV con cambio manuale e si spinge ora sino ai 180 CV del 2.0 BlueHDI EAT6 che vanta un livello di emissione di appena 120 g/km grazie anche al potenziale del nuovo cambio automatico a sei marce sviluppato in collaborazione con Aisin dal Gruppo PSA. Come dicevamo all'inizio continua ad essere disponibile anche la 508 RXH in combinazione alla tecnologia HYbrid4. Il motore 2.0 HDi da 163 CV è in questo caso abbinato al cambio manuale pilotato e ad un motore elettrico da 37 CV che lavora sulle ruote posteriori. Quattro le modalità d'uso (ZEV, 4x4, Sport e Auto) e basso il consumo medio visto che il dato dichiarato è di 4 l/100 km.

peugeot 508 restyling (12)
All'interno debutta un nuovo touch screen da 7 pollici

Prezzi: si parte da 30.350 euro

I prezzi vanno dai 30.350 euro della 1.6 THP da 165 CV in allestimento Active ai 45.000 della top di gamma RXH passando per un range di proposte molto ampio che spazia attraverso gli allestimenti Business, Allure e GT. Per quanto concerne la Active sono proposti di serie ESP, ricca dotazione di airbag, 2 prese 12 V anteriori, 1 posteriore ed una nel bagagliaio, il climatizzatore automatico bizona, gli alzacristalli elettrici, i sensori di parcheggio, le palette al volante nelle versioni dotate di cambio automatico, il cruise control, computer di bordo, touchscreen da 7" (radio, usb, bluetooth, lettore cd), i fari diurni a led ed i cerchi da 17" in lega.

 

Il pacchetto Business (+1.150 su Active), disponibile per tutti ma pensato per una clientela prettamente aziendale, offre in più il navigatore satellitare ed il tetto in vetro Ciel, mentre la Allure (+3.000 su Active) aggiunge a Business anche l'accesso e l'avviamento della vettura Keyless, il freno a mano elettrico, le sospensioni anteriori evolute nella motorizzazione BlueHDi da 180 CV, gli interni misto tessuto/pelle, volante in pelle regolabile in altezza e profondità con comandi integrati, fari fendinebbia con funzione cornering e l'head-up display a colori di nuova generazione. 

 

La Peugeot 508 restyling in azione

 

L'ultimo pacchetto, la GT, viene proposta nella sola motorizzazione 2.0 BlueHDi da 180 CV con sospensione anteriore evoluta. Rispetto ai 37.850 euro della 508 di pari motorizzazione in allestimento Allure la GT, proposta a 42.030 euro, propone Blind Corner Assist, sensori di parcheggio anteriori e retrocamera, sedili a regolazione elettrica riscaldabili, cerchi in lega da 18", computer di bordo a colori, oltre che fari full led con sistema di auto-attivazione degli abbaglianti ed un pacchetto estetico con particolari cromati tra cui anche il doppio terminale di scarico e la calandra.

peugeot 508 restyling (56)
La 508 restyling verrà proposta in Italia solo nella variante SW

Dal vivo: com'è fuori

L'evoluzione delle forme introdotte con il restyling hanno reso il look della 508 forse meno elegante ma decisamente più sportivo ed intrigante. In particolar modo nelle versione GT, dove vengono proposti un pacchetto estetico "cromo", cerchi da 18" ed una particolare architettura dei fari con tecnologia full led, la station wagon del Leone si fa notare e si toglie di dosso quell'aria piacevole ma con poco mordente che aveva contraddistinto i primi tre anni di commercializzazione. Un elemento chiave, quest'ultimo, in particolar modo se si vuole mantenere elevato il successo in Cina (dove già totalizza il 36% delle vendite con la berlina).

Dal vivo: com'è dentro

L'evoluzione interna della 508 è stata meno forte rispetto a quella avvenuta all'esterno anche se già dal livello Active le differenze si notano subito: il display da 7", posto al centro della plancia, è ricco di informazioni ed eleva nettamente la percezione tecnologica della vettura rispetto al passato. Anche l'integrazione di molti tasti funzione all'interno dei menù del sistema multimediale ha contribuito a pulire la plancia che ora risulta più leggera allo sguardo oltre che più moderna. Ben leggibile la strumentazione, variabile da persona a persona il parere sull'head-up display delle versioni top, la 508 non si fa mancare nulla in termini di multimedialità portando onboard anche la connessione internet, la retrocamera di parcheggio o sistemi come il controllo dell'angolo cieco che si confermano essere molto utili soprattutto quando si è alla guida di vetture così lunghe.

Con il nuovo motore 2.0 BlueHDi arriva in dote anche la nuova sospensione anteriore a doppio triangolo con pivot disaccoppiato pensata per offrire un feeling di guida migliore

 

Ben fatta sotto il profilo costruttivo e dotata di nuovi spazi (tra cui quello integrato al tunnel centrale) nei quali stivare gli oggetti di tutti i giorni, la nuova 508 è molto accogliente con i suoi occupanti, anche per quanto riguarda chi siede dietro: c'è molto spazio per le gambe dei laterali mentre chi siederà in mezzo se la dovrà vedere con l'invadenza del tunnel centrale che ospita i comandi della climatizzazione (digitale nel caso del quadrizona, +500 euro). Niente male la dimensione del bagagliaio: i 550 litri sono veri e quando si va ad abbattere gli schienali posteriori (progressivamente) si crea un piano di carico molto regolare e pratico per il trasporto di oggetti molto voluminosi.

peugeot 508 restyling (6)
Gli interni sono ben realizzati e molto confortevoli

Come si guida

Della nuova 508 abbiamo scelto di guidare la nuova motorizzazione 2.0 BlueHDi per diversi motivi, non solo legati al fatto che si tratta della motorizzazione non ibrida più potente in listino. Con il nuovo motore, infatti, arriva in dote anche la nuova sospensione anteriore a doppio triangolo con pivot disaccoppiato pensata per offrire un feeling di guida migliore rispetto al McPherson proposto sulle altre motorizzazioni.

 

La differenza non si sente tanto nella guida normale, dove tutte le 508 si dimostrano molto confortevoli e "moderne" nella guida, ma soprattutto quando si va a sfruttare maggiormente la potenza del propulsore, magari nello stretto: in questo ambiente, non certamente congeniale ad una vettura con un passo di 282 cm, la nuova sospensione si dimostra in grado di assicurare maggior trazione fuori dalle curve ma soprattutto di trasferire allo sterzo una quantità di reazioni decisamente più contenuta rispetto alle sospensioni tradizionali. Questo non significa che si possa avere sullo sterzo lo stesso feeling e pulizia di guida di una trazione posteriore, ma il salto evolutivo è notevole e se da un lato è un piacere guidare senza dover pensare di contrastare fastidiose reazioni di sterzo in fase d'accelerazione dall'altro è gratificante poter fare affidamento su grande trazione e, quindi, grande capacità di sfruttare la coppia del nuovo motore, che tira forte già dai 1.500 giri.

peugeot 508 restyling (60)
La Peugeot 508 SW ci ha convinto. E' un'ottima alternativa alle solite tedesche

 

La nuova sospensione si fa comunque notare anche sul veloce, dove contribuisce alla stabilità complessiva della vettura, per poi "sparire" in autostrada dove si viaggia con un filo di gas a 130 km/h con consumi medi nell'ordine dei 18 km/litro. Al termine del nostro giro abbiamo registrato una media di 16 km/litro, che non è davvero niente male per un'auto così grande dotata di cambio automatico. Un cambio di nuova concezione, dotato di "sole" sei marce ma vista la coppia disponibile sembrano aver ragione i tecnici Peugeot quando dicono che con un motore di questo genere sei marce bastano ed avanzano: in effetti la spaziatura del cambio appare molto corretta, anche in manuale, e la grinta del propulsore sembra comunque essere sempre in grado di spingere rapporti molto più lunghi dell'ideale.

 

Sono stati oltre 18.000 i contratti firmati dai clienti per la 508 in Italia nei primi tre anni di commercializzazione

Piccole correzioni al software del cambio potrebbero essere apportate in modalità normal, dove il nuovo cambio a convertitore dimostra qualche incertezza nelle ripartenze per venire apparentemente incontro alle esigenze di confort, mentre in sport l'unità appare molto Sport brillante, decisa e comunque confortevole nei passaggi di marcia anche se la tendenza è quella di favorire l'utilizzo di rapporti più corti in favore della prestazione (ed a sfavore della rumorosità e dei consumi).

In conclusione

Sono stati oltre 18.000 i contratti firmati dai clienti per la 508 in Italia nei primi tre anni di commercializzazione. Guidandola, dopo aver scoperto quanto è confortevole e piacevole da guidare, se ne capiscono i motivi ed ora che anche l'estetica è più personale è possibile che anche qualche cliente privato in più la scelga come vettura personale: di sicuro è un'ottima alternativa alle solite tedesche.

Pregi

- Look: ora è decisamente più personale

- Interni: ben rifiniti e ben evoluti in termini di tecnologia
- Bagagliaio: davvero grande e ben sfruttabile
- Pacchetto BlueHDi 180 CV: motore e sospensione anteriore al top

Difetti

- Il cambio a volte è "indeciso"

- La visibilità posteriore non è al top. Fortuna che ci sono i sensori di parcheggio
- Mancano i sistemi antitamponamento ed il cruise control attivo

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Peugeot 508 SW
Maggiori info
Peugeot