Subaru Solterra (2023): 218 CV e 330 Nm, AWD e pure off-road [VIDEO]

Pubblicità
Antonio Aimar
  • di Antonio Aimar
Sorella (quasi) gemella della Toyota bZ4X, la Subaru Solterra condivide con lei piattaforma e motori, ma ha sempre la trazione integrale e un settaggio specifico per sterzo e sospensioni
  • Antonio Aimar
  • di Antonio Aimar
11 novembre 2022

Non chiamatela "bZ4X". La Subaru Solterra è una sua parente strettisima, di fatto una sorella, ma non proprio una gemella e sicuramente non una copia identica. La Casa delle Pleiadi infatti ha dato il suo tocco stilistico alla propria SUV elettrica, di fatto la primissima EV del brand, oltre a un "fine tuning" che va a riguardare sterzo, sospensioni e gestione software del sistema a trazione integrale AWD.

Fra l'altro, un sistema sempre presente rispetto alla sorella Toyota: la Solterra infatti non dispone di una variante a singolo motore e trazione anteriore come la bZ4X, ma solo ed esclusivamente con combinazione a doppio motore e quattro ruote motrici. Una sola scelta quindi in termini di potenza: 218 CV e 330 Nm di coppia massima.

Si nota la stretta parentela della Solterra con l’altrettanto nuova bZ4X della Casa di Aichi, nell’insieme del corpo vettura, tanto che le differenze estetiche principali si concentrano essenzialmente nel frontale e nelle luci in coda. Forme e proporzioni invece sono rimaste sostanzialmente invariate: 4,69 metri di lunghezza per 1,85 metri di larghezza, e 1,65 metri di altezza. Misure interessanti il passo da 2,85 metri e l'altezza da terra pari a 21 centimetri. Nonostante le somiglianze, il carattere della Subaru riesce a farsi distinguere dalla sorella Toyota, anche in presenza di dettagli estetici riconoscibilmente simili - quali i passaruota interamente mascherati in plastica, per "economizzare" eventuali riparazioni da danni lievi.

La base tecnica della nuova BEV delle Pleiadi è costituita dalla e-Subaru Global Platform (e-SGP), sviluppata insieme alla Toyota, che in casa sua la chiama e-Tnga. Una realizzazione che ha consentito di collocare, come su ogni elettrica, il pacco batteria agli ioni di litio da 71,4 kWh sotto al pavimento, come parte integrante della struttura.

Dati tecnici alla mano, la batteria si può ricaricare a un massimo di 150 kW, che garantiscono una carica all'80% in circa mezz'ora. L'autonomia varia in base all'allestimento: con i cerchi da 18" (quelli in video) dell'allestimento base si arriva a 450 km dichiarati nel ciclo WLTP, mentre con i 20" del top di gamma si scende a 414 km dichiarati. Se vi chiedeste perché non si arriva ai 600 km della Toyota bZ4X, è proprio per via dell'assenza di una variante a singolo motore.

Sostanzialmente identica alla bZ4X invece negli interni, dove continua a mostrarsi un'impostazione a strumentazione rialzata. Vale a dire, volante di dimensioni ridotte e piantone allungato e ribassato, così da posizionare il cruscotto sopra allo sterzo, anziché nel foro superiore fra le razze. Un'impostazione generale insolita, per cui tocca fare un po' l'abitudine quando si va a regolare la propria posizione di guida, ma con vantaggi in termini di concentrazione durante la marcia - non serve distogliere molto lo sguardo dalla strada per guardare la strumentazione - oltre all'aver soppiantato di fatto l'head-up display.

Nuovo il sistema di infotelematica da 12,3", con un software rapidissimo e reattivissimo agli input anche più "complessi", come l'uso di due dita pr fare zoom sulla mappa del navigatore. Peccato solo che in alcuni casi il navigatore non sia chiarissimo sulla strada da seguire, se non si ascoltano le indicazioni vocali ma ci si affida alla sola mappa. D'altro canto, molto bene che il climatizzatore sia a tasti quasi esclusivamente digitali ma separato dal software dell'infotainment, così da non dover aspettare caricamenti o chiudere pagine per regolare il clima.

L'essere una vettura elettrica porta ad ospitare una grande batteria al centro della macchina in qualità di componente strutturale, che si traduce in un baricentro particolarmente basso e in un’elevata rigidità torsionale. Per quanto riguarda il powertrain, come già detto condiviso anch’esso con la bZ4X e dotato di un motore a corrente sincrono per ogni asse (con potenza totale di 218 CV), ospita anche il sistema a trazione integrale con funzione AWD X-Mode, come sulle altre SUV della Casa.

Questo, insieme al limitatore di velocità automatico su strade sconnesse, offre un elevato grip e dunque un pieno controllo anche in situazioni ben più estreme di quelle che - probabilmente - il cliente medio farà affrontare alla propria Solterra. Nel video la vedrete alla prova durante degli esercizi tipici dell'off-road, quali twist e sollevamenti laterali. 

Per quanto riguarda i prezzi, la gamma è particolarmente semplice per via dell'unico taglio batteria e della disponibilità unicamente in variante a doppio motore: l'allestimento base 4E-xperience, quello di partenza che vedrete protagonista del video e già molto completo come dotazioni tecnologiche e in ADAS, parte da 59.900 euro, mentre il top di gamma 4E-xperience+ (che gode di cerchi da 20", tetto panoramico e sedili in pelle di serie) richiede 63.900 euro.

Ultime da Prove

Da Moto.it

Pubblicità
Caricamento commenti...
Subaru Solterra
Tutto su

Subaru Solterra

Subaru

Subaru
Via Montefeltro, 6/A
Milano (MI) - Italia
840 078 078
https://subaru.it/

  • Prezzo da 59.900
    a 63.900 €
  • Numero posti 5
  • Lunghezza 469 cm
  • Larghezza 186 cm
  • Altezza 165 cm
  • Bagagliaio 410 dm3
  • Peso da 2.085
    a 2.110 Kg
  • Segmento Suv e Fuoristrada
Subaru

Subaru
Via Montefeltro, 6/A
Milano (MI) - Italia
840 078 078
https://subaru.it/