prova su strada

Toyota Verso 1.6 D-4D

Downsizing a misura d'Italia
-

Abbiamo provato su strada la versione 2014 della MPV nipponica ora dotata del millesei turbodiesel BMW. Equilibrata nelle prestazioni consuma poco e vanta sette posti di serie. Difetti? La posizione di guida, ma solo per i più alti

Toyota Verso 1.6 D-4D

L'arrivo del nuovo motore 1.6 D-4D da 112 CV sotto allo spiovente cofano della Toyota Verso razionalizza ma allo stesso tempo completa e perfeziona la gamma della MPV nipponica andando a colmare una lacuna che le stava letteralmente tarpando le ali: i precedenti motori diesel 2.0 e 2.2 litri da 124 e 150 CV, infatti, non si potevano certamente considerare in linea con le esigenze di un mercato che nell'80% dei casi acquista questo genere di vetture in cilindrate comprese tra il millecinque ed il millesei.

Una mancanza di cui ci si accorge immediatamente osservando il mix di vendita del primo anno di commercializzazione, con il 68% delle scelte incredibilmente a favore dei benzina, e che in Toyota Europa sono certi si porterà rapidamente nelle stesse proporzioni appena i clienti sapranno dell'arrivo del nuovo quattro cilindri da Monaco.

Cuore Mini

La scelta del motore dell'Elica bianco blu non è certamente casuale, ma è frutto di un accordo siglato nel 2011 e che nei prossimi anni porterà in concessionaria altri frutti non solo nell'ambito dell'ibrido (dove Toyota fa scuola), ma anche in termini di vetture sportive: una delle prossime mosse, infatti, prevede la creazione di una piattaforma sportiva condivisa tra i due brand. Futuro a parte il presente parla di un motore, lo stesso montato anche dalle Mini Cooper D, che si caratterizza per una cilindrata di 1.598 cc, una potenza massima di 112 CV ed un valore di coppia massima che si attesta a 270 Nm, disponibili tra i 1.750 ed i 2.250 giri.

toyota verso (1)
Al di sotto del cofano della Toyota Verso arriva ora il 1.6 D-4D di origine BMW che permette alla MPV nipponica di toccare 185 km/h di velocità massima e di promettere un consumo medio di 4,5 l/100 km

Ora ci sono tre motori in gamma

Un'unità molto moderna, ovviamente dotata di quattro valvole per cilindro, iniezione diretta common rail e turbocompressore, che sulla Verso fa registrare un livello di emissione di CO2 pari a 119 g/km ed un consumo medio dichiarato di 4,5 l/100 km. Valori molto contenuti per un'auto di 1.520 kg, ottenuti grazie anche alla spaziatura "lunga" del cambio a sei marce, ma che non è stato omologato secondo i parametri della più recente normativa antinquinamento Euro6: la nuova Verso arriverà in concessionaria come Euro5. Nella norma di questo segmento le prestazioni: Toyota dichiara per la nuova Verso D-4D una velocità massima di 185 km/h ed un tempo di 12,5 secondi per toccare i 100 km/h dopo la partenza. Restano a listino i benzina 1.6 da 132 CV manuale ed il 1.8 da 147 con cambio CVT a variazione continua di rapporto.

Alcune novità per gli interni

Lunga 446 cm, larga 179, alta 162 (passo 278) la nuova MPV di segmento C pensata, progettata e prodotta in Europa per l'Europa non ha subito alcuna modifica estetica rispetto al nuovo modello lanciato solamente nel 2013, mentre per quanto concerne gli interni, i tecnici e gli stilisti Toyota hanno approfittato di questo upgrade motoristico per fare spazio ad un nuovo sistema multimediale dotato di uno schermo a sfioramento da 6,1". Il Toyota Touch II è disponibile nella versione standard, che comprende la retrocamera di parcheggio, ma anche in quella più sofisticata (Go Plus, 700 euro) dotata di navigatore satellitare, mappe Google Street View, tecnologia di riconoscimento vocale, connettività Wi-Fi ed aggiornamento gratuito delle mappe per 3 anni.

toyota verso confronta modello
Confronta la Toyota Verso con le dirette competitors con il nostro esclusivo confronta modello

 

Piccole novità riguardano anche i tessuti di rivestimento - la pelle rimane disponibile nell'allestimento top - ma anche il pomello del cambio, mentre per quanto concerne la distribuzione dello spazio interno viene confermata la configurazione a sette posti con la terza fila che fuoriesce dal pavimento solo in caso di necessità e la fila centrale in grado di essere divisa facilmente in tre parti e fatta scorrere di ben 22 cm per assicurare più o meno spazio alle gambe dei passeggeri o ai bagagli: quest'ultimo varia dai 155 della configurazione a sette posti ai 1.645 litri della "tutto giù", sfiorando i 450 litri nella normale configurazione a cinque posti.

Tre gli allestimenti disponibili

Di serie Toyota offre 7 airbag, ABS, ESP, fendinebbia, climatizzatore e radio cd con mp3 e 4 altoparlanti, mentre sull'allestimento Active, che viene considerato baricentrico per il nostro mercato, sono proposti cerchi in lega da 16", telecamera posteriore, sistema multimediale Toyota Touch II, climatizzatore automatico bizona e retrovisori ripiegabili elettricamente. In opzione sull'allestimento intermedio i cerchi da 17" e il pacchetto Go Plus per Toyota Touch. Per chi vuole il massimo la versione Style Pack aggiunge all'allestimento Active i cerchi da 17", il sensore di pioggia crepuscolare (attivazione automatica luci e tergi), il tetto in vetro panoramico Skyview, i fari allo xeno e le luci diurne a LED. Due gli optional disponibili in questo caso: il Go Plus per il Toyota Touch 2 di serie e gli interni in pelle.

Quanto costa?

I prezzi vanno dai 23.350 euro della 1.6 benzina in allestimento Active ai 28.500 euro della 1.6 D-4D in allestimento Style Pack. Per incontrare la prima proposta a gasolio, però, si scende a 24.800 euro nell'allestimento base. Toyota stima che la stragrande maggioranza degli italiani sceglierà la nuova Verso con motore 1.6 D-4D ed allestimento Active: in questo caso il listino parla di 26.500 euro che in fase di lancio scenderanno a 20.900 euro grazie ad uno sconto che sarà riservato a tutti i motori e tutti gli allestimenti con o senza usato da dare in permuta.

Il bagagliaio è indubbiamente uno dei pezzi forti della nuova generazione di Toyota Verso: la presenza della terza fila di sedili è praticamente impercettibile vista la perfetta integrazione al pavimento una volta ripiegati e lo spazio disponibile in configurazione cinque posti è davvero ampio

Dal vivo: com'è fuori

La nuova Toyota Verso è figlia dell'ultimo corso stilistico Toyota: come su Yaris, Rav4 ed Auris, dunque, le linee tese del frontale si uniscono a forme più morbide sulla fiancata e nella zona posteriore: quest'ultima è forse la zona meno caratterizzata della vettura, ma ad onor del vero va detto che è evidente come i tecnici e gli stilisti Toyota abbiamo lavorato sodo per mantenere bassa (68 cm) e larga la soglia d'accesso al vano bagagli, elemento indispensabile per un'auto di questa categoria.

Dal vivo: com'è dentro

Il bagagliaio è indubbiamente uno dei pezzi forti della nuova generazione di Toyota Verso: la presenza della terza fila di sedili è praticamente impercettibile vista la perfetta integrazione al pavimento una volta ripiegati e lo spazio disponibile in configurazione cinque posti è davvero ampio. Quando si viaggia in sette, invece, i 115 litri bastano per un paio di zaini o poco più, ma è evidente come i due strapuntini posteriori siano da considerarsi d'emergenza più che posti effettivi.

Gli interni della Verso vantano uno stile minimalista ma ricercato in cui spiccano il posizionamento centrale rialzato della strumentazione - rivolta verso il guidatore - ed un ampio spazio dedicato alla tecnologia in una specifica sezione centrale a rilievo: quello della multimedialità è un aspetto su cui Toyota punta molto perché il Toyota Touch 2 viene offerto "di serie" nell'allestimento Active (quello a misura di italiano) con tanto di retrocamera di parcheggio, molto utile visto che per via delle dimensoni e dell'altezza della vettura la visibilità posteriore non è al top.

toyota verso (19)
Una volta preso posto all'interno della Toyota Verso è possibile notare che tutti i comandi sono a portata di mano e che presentano uno stile contemporaneamente minimalista quanto ricercato

Ergonomia perfettibile

Ergonomicamente tutti i comandi sono al loro posto ad eccezione della presa USB, con cui il passeggero può entrare in contatto facilmente, mentre per quanto concerne la posizione di guida i più alti troveranno qualche limite nella ridotta possibilità di regolazione in profondità del volante: con una consolle così "presente" nella parte bassa ed un volante generoso nelle dimensioni, un paio di cm di corsa utile in più sarebbero serviti a rendere meno costrittiva la seduta, che in assoluto è mirata al massimo confort piuttosto che alla sportività.

Come si guida

In termini di guida il nuovo motore BMW da 1.6 litri conferma il potenziale già dimostrato su altri modelli della Casa di Monaco: le prestazioni non sono entusiasmanti ma la grande coppia disponibile attorno ai 2.000 giri e l'elasticità dimostrata anche ai regimi più bassi consente di girare sempre con la classica marcia in più a tutto vantaggio del confort di bordo (il quattro cilindri si sente solo in fase di accelerazione) e dei consumi, che a fine prova sono risultati lontani dal dichiarato ma comunque interessanti: i 6,5 l/100 km, infatti, sono stati ottenuti in un percorso tutt'altro che lineare.

toyota verso (13)
L'unità BMW da 1.6 litri si fa apprezzare per l'elevata coppia già disponibile ai bassi regimi

 

In curva Verso si dimostra sicura, con un assetto non troppo rigido ma nemmeno troppo cedevole ed una discreta rapidità nei cambi di direzione. Lo sterzo non è sportivo nell'impostazione ma la servoassistenza fa il suo dovere in città assicurando, allo stesso tempo, un buon feeling nei curvoni autostradali.

In conclusione

L'arrivo della nuova motorizzazione BMW può effettivamente regalare alla Verso quello slancio che con le sole motorizzazioni diesel 2.0 e 2.2 è mancato nei primi mesi di commercializzazione. Il prezzo d'acquisto di 20.900 euro riservato alle prime settimane di commercializzazione rende la versione Active molto interessante, in particolar modo per la presenza di un sistema multimediale che un sovrapprezzo relativamente contenuto (700 euro) può essere completato con funzioni interessanti oltre che utili, come la navigazione satellitare.

Pro
- Prezzo in fase lancio

- Multimedialità
- Motore BMW
- Spazio e versatilità degli interni
- 7 posti di serie

Contro
- Posizione di guida, ma solo per i più alti

- Posizionamento presa USB
- Non è disponibile il cambio automatico

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Toyota Verso
  • Carlucci, Toyota: «Verso 1.6 D-4D è parte della nostra strategia di crescita» intervista 12 feb 2014

    Carlucci, Toyota: «Verso 1.6 D-4D è parte della nostra strategia di crescita»

    di Emiliano Perucca Orfei
    News | Toyota Italia Marketing Strategy Communication & Lexus Director, Andrea Carlucci ci ha parlato della crescita che il brand nipponico si attende sul mercato italiano con le ibride e la rinnovata proposta di segmento C
  • Toyota Verso 1.6 D-4D prova su strada 10 feb 2014

    Toyota Verso 1.6 D-4D

    di Emiliano Perucca Orfei
    Prove | Abbiamo provato su strada la versione 2014 della MPV nipponica ora dotata del millesei turbodiesel BMW. Equilibrata nelle prestazioni consuma poco e vanta sette posti di serie. Difetti? La posizione di guida, ma solo per i più alti
  • Capano, Toyota «Il diesel 1.6 D-4D pone Verso nel cuore del mercato» intervista 7 feb 2014

    Capano, Toyota «Il diesel 1.6 D-4D pone Verso nel cuore del mercato»

    di Emiliano Perucca Orfei
    News | Il Product Communications and Operations Director di Toyota Motor Europe ci ha parlato dei numeri di Toyota in Europa e nel mondo ma anche di quanto la filiale europea della Casa nipponica si aspetta dal nuovo motore diesel firmato BMW
Maggiori info
Toyota
  • Toyota Motor Italia S.p.A. Via Kiiciro Toyoda, 2
    00148 Roma (RM) - Italia
    800 869 682   http://www.toyota.it