ecologia

Clini: «L’Auto è superata. E' improprio parlare di crisi del settore»

-

Nel corso di un convegno a Palazzo Valentini per la presentazione di un piano su trasporti più verdi, il Ministro Clini è tornato a pronunciarsi sull'auto e sul suo utilizzo

Clini: «L’Auto è superata. E' improprio parlare di crisi del settore»

Una tassa di congestione per le aree urbane per far pagare l'occupazione del suolo. La propone il Ministro dell'Ambiente Corrado Clini parlando nel corso di un convegno a Palazzo Valentini per la presentazione di un piano su trasporti più verdi realizzato dalla Fondazione dello sviluppo sostenibile.

Per il Ministro Corrado Clini, per avere trasporti a bassa intensità di carbonio, serve «una grande capacità di Governo del territorio». Prima di tutto Clini parla di «un cambio delle modalità di trasporto perché proprio nei trasporti urbani si crea una congestione di traffico  che provoca un'alta concentrazione di emissioni di quota di CO2 che sono in massima parte emissioni inquinanti»

Uno dei primi obiettivi è «cambiare la mobilità che tendenzialmente è destinata ad aumentare. Per farlo servono infrastrutture e servizi, e investimenti per i quali bisognerebbe liberare risorse che potrebbero dare un alto valore aggiunto»

«Il tema della riduzione dell'intensità energetica e della riduzione dei consumi è uno dei temi centrali per la modernizzazione dell'economia italiana e del Paese». Il Ministro mette in evidenza che in Italia, a dispetto di quanto viene indicato a livello Ocse e di UE, il trasporto delle merci avviene soprattutto su «gomma e non su treno a causa del risultato di una serie di sussidi distorsivi della concorrenza e sfavorevoli all'ambiente. Il prossimo Governo e il prossimo Parlamento dovrebbero pensare a un programma per riequilibrare l'offerta». Clini pensa per esempio «a una fiscalità applicata sui mezzi di trasporto in base alle caratteristiche dei mezzi», cioè chi inquina di più paga di più.

Clini rincara poi la dose, precisando che: «Siamo di fronte a un superamento dell'età dell'auto. E' improprio parlare di crisi del settore. E' un prodotto progressivamente obsoleto. Difficile che in Europa ci sia un mercato auto per coprire distanze di 400-500 km»

Le auto, continua il ragionamento del Ministro, vanno bene «soprattutto per piccole e medie distanze: le auto elettriche e anche quelle ibride sono tarate su medie distanze; su questo Fiat ha uno dei progetti più interessanti in Europa. Inoltre, la discussione si sta spostando non solo sulle caratteristiche tecnologiche delle auto ma anche sui materiali»

Un piano di riduzione delle emissioni di CO2 dai trasporti, conclude Clini, deve coniugare «una strategia ambientale con quella della produzione industriale»

Fonte: Ansa
 

  • nicky54, Vasto (CH)

    il genio della casa

    siamo circondati dal mare. quale alternativa migliore per i trasporti pesanti per eliminare una gran parte delle emissioni inquinanti e garantire maggior sicurezza agli utenti della strada? Ci rimetterebbe il solito fisco.
  • sandro.marzocchini, Pontedera (PI)

    ..d'accordo..

    ..si, sono stato un "operatore" del settore per una decina di anni e concordo con quello che dice il Ministro. Ormai sembra chiaro a tutti. Le auto e le moto, come le conosciamo e le amiamo noi, il loro mercato e la loro filiera produttiva, stanno progressivamente diventando obsolete. Sotto molti punti di vista. Ma la richiesta di mobilità aumenta, diventando una necessità da gestire in modo completamente diverso. E questo dovremo iniziare a vederlo anche come una risorsa, un'opportunità. Noi Italiani siamo magici a cogliere occasioni come questa. O perlomeno lo siamo sempre stati. (..io sono di Pontedera, e porto con me il DNA della Piaggio e della vespa) Mi piacerebbe, ora che ho passato i 50 anni, vedere un nuovo rinascimento della mobilità europea targato made in Italy..
Inserisci il tuo commento
Modelli top Opel