Economia & Società

Auto d'epoca: arriva la quotazione in Borsa

-

Investire sull’automobilismo storico: accade a Vienna

Auto d'epoca: arriva la quotazione in Borsa

La passione per l’automobilismo storico entra nel salotto della grande finanza: come riporta l’Ansa, il debutto assoluto nel mercato azionario delle vetture d’epoca è avvenuto sulla piazza di Vienna, tramite l’emissione di un certificato del Fondo di investimento Hetica Klassik, emesso della svizzera Hetica Capital. 

Tale emissione certifica l’interesse del mondo della finanza verso un comparto in costante ascesa, ritenuto potenzialmente importante non solo per gli appassionati ma anche per gli investitori istituzionali.

Il certificato, con taglio di 10.000 euro, ha durata di cinque anni e può essere sottoscritto direttamente alla Borsa di Vienna, che negli ultimi anni si è distinta nel panorama europeo come mercato molto attento a iniziative di nicchia e di carattere innovativo, oppure attraverso il canale bancario, rivolgendosi al proprio istituto di credito.

I dati degli ultimi dieci anni riportati dall'indice Knight Frank Luxury hanno rilevato un aumento del 288% del valore delle vetture da collezione e del 91% negli ultimi cinque anni, una dinamica che ha spinto molti investitori a puntare sulle quattro ruote di maggior valore storico non solo come strumento certo per incrementare il proprio patrimonio, ma anche come modalità per accedere ad un mondo ricco di valori e di interesse culturale.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento