attualità

Conte: «Nessuno sconto per Autostrade»

-

Il premier incaricato nel suo discorso per il voto di fiducia ribadisce la necessità di rivedere gli accordi Stato-concessionari e la linea ferma dopo il crollo del Ponte Morandi

Conte: «Nessuno sconto per Autostrade»

Nel suo intervento alla Camera per il voto di fiducia il premier Giuseppe Conte ha dedicato un passaggio al dibattuto tema delle concessioni autostradali.

«Renderemo più efficiente e razionale il sistema delle concessioni dei beni e dei servizi pubblici, operando una progressiva revisione di tutto il sistema», ha anticipato Conte illustrando i programmi del nuovo esecutivo a maggioranza M5S-PD.

La revisione degli accordi tra Stato e concessionari autostradali, già avviata durante il “Conte I”, continua secondo le parole dell’ex/nuovo Presidente del Consiglio ad essere dunque al centro dell’agenda sui trasporti.

Conte ha anche apertamente citato la vicenda del Ponte Morandi: «Quanto al procedimento in tema di concessioni autostradali avviato a seguito del crollo del ponte Morandi, questo Governo porterà a completamento il procedimento senza nessuno sconto per gli interessi privati, avendo quale obiettivo esclusivo la tutela dell’interesse pubblico e, con esso, la memoria delle 43 vittime, una tragedia che rimarrà una pagina indelebile della nostra storia patria».

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento