anniversari

Fiat Punto, dagli anni '90 ad oggi. 25 anni di storia dell'utilitaria torinese

-

Nel 2018 terminerà la produzione a Melfi dell'utilitaria che raccolse l'eredità della Uno. Con le sue tre generazioni, la Punto è stata l'auto più popolare d'Italia dagli anni '90 ad oggi

Dal 1993 è l'auto che più rappresenta il marchio Fiat: è la Fiat Punto, utilitaria fra i maggiori successi commerciali della Casa torinese. Fu presentata nel 1993 al Salone di Francoforte, con il compito di raccogliere l'eredità pesantissima della Fiat Uno, che a fine carriera aveva totalizzato ben dieci milioni di esemplari venduti. Per produrre la Punto nasce lo stabilimento SATA di Melfi, dal quale nel 2018 uscirà l'ultima Punto prodotta in Italia.

Il “progetto 176” prende forma all'inizio degli anni '90 dalla matita di Giorgetto Giugiaro, che disegna una sorta di piccola monovolume lunga 3 metri e 76, larga 1,62 e alta 1,46. Le dimensioni sono superiori rispetto alla uscente Uno, ma sono soprattutto le forme a renderla una delle utilitarie più abitabili del suo tempo.

La Fiat Punto del 1993 nella versione ELX. Il disegno è di Giorgetto Giugiaro
La Fiat Punto del 1993 nella versione ELX. Il disegno è di Giorgetto Giugiaro

Il design è un passo avanti rispetto alle concorrenti: non c'è la classica griglia anteriore, con le aperture per il raffreddamento mimetizzate nella parte inferiore del paraurti, scompare anche il terminale dello scarico, che viene tenuto nascosto dietro il paraurti. Il portellone è piuttosto verticale, per massimizzare i volumi interni e offrire un bagagliaio da 275 litri.

Viene offerta con carrozzeria a 3 o 5 porte in numerosissime varianti: oltre alle motorizzazioni benzina 1.1, 1.3 e 1.6 (Punto 55, 60, 75) arrivano via via i Diesel aspirati e turbocompressi 1.7 da 57 CV e 71 CV di Punto D e TD, la Punto HSD che si distingue per gli accessori inerenti la sicurezza, la Punto Selecta con cambio automatico a variazione continua ECVT, e la versione Sporting equipaggiata con il 1.6 abbinato ad un cambio con rapporti corti. Non manca neanche una versione commerciale con carrozzeria furgonetta. Le concorrenti si chiamano Ford Fiesta, Renault Clio, Seat Ibiza e Opel Corsa, che la segmento B italiana batte nel 1995, quando viene insignita del premio “Auto dell'Anno”.

La Fiat Punto Cabrio del 1994 costruita dalla Bertone
La Fiat Punto Cabrio del 1994 costruita dalla Bertone

Il successo spinge il Lingotto a proporre anche la versione cabriolet, che fa il suo esordio nel 1994. La disegna e la produce Bertone nei suoi stabilimenti. Dallo stesso telaio della Punto nasce anche la spider Fiat Barchetta.

Il 1997 è l'anno del primo aggiornamento, che coincide con l'adozione di materiali meno pregiati rispetto ai primi esemplari, una semplificazione dei comandi e qualche variazione nell'offerta dei propulsori.

La Fiat Punto seconda serie vede la luce nel 1999
La Fiat Punto seconda serie vede la luce nel 1999

«La Punto non è nata in tre anni ma è la sintesi di un secolo di lavoro», dirà Gianni Agnelli nel 1999, anno del centenario Fiat, alla presentazione della Fiat Punto seconda serie. I 3,5 milioni di esemplari venduti dalla Punto di prima generazione sono la testimonianza tangibile di un progetto dal successo enorme, che continuerà a a raccogliere consensi anche nel decennio successivo.

A rinfrescarne le linee è questa volta il Centro Stile Fiat, che sulla base del disegno precedente adotta uno stile leggermente più spigoloso ed al passo coi tempi. E' più lunga di 4 cm rispetto alla precedente, mentre il bagagliaio sale a 297 litri. 

Nel 2000 vede la luce la Punto Abarth. Deriva dalla HGT 1.8 ed ha 136 CV
Nel 2000 vede la luce la Punto Abarth. Deriva dalla HGT 1.8 ed ha 136 CV

L'offerta è sterminata, composta com'è da 23 versioni. Tra queste spiccano le motorizzazioni 1.9 JTD Common Rail che la Fiat Punto introduce nel segmento delle compatte e la 1.8 Turbo 130 CV della HGT già adottato sulla Barchetta, il cambio a controllo elettronico automatico/sequenziale Speedgear e la Fiat Punto Abarth da 136 CV basata sulla HGT dalla quale derivano le varianti da Rally con cilindrata ridotta a 1.6 litri (215 CV la potenza) per competere nella categoria Super 1600.

Paolo Andreucci e Anna Andreussi volano sulla Punto Super 1600 che vincerà il CIR 2003
Paolo Andreucci e Anna Andreussi volano sulla Punto Super 1600 che vincerà il CIR 2003

Con questa vettura nel 2003 Fiat torna a vincere dopo 23 anni il Campionato Italiano Rally Costruttori e Piloti. A condurre al successo la Punto Abarth (l'ultimo risaliva al 1980, quando Adartico Vudafieri si impose con la Fiat 131 Abarth) sono i piloti Paolo Andreucci e Giandomenico Basso. 

Sulla terza serie del 2003 compare la griglia. E' la Punto meno riuscita dal punto di vista dello stile
Sulla terza serie del 2003 compare la griglia. E' la Punto meno riuscita dal punto di vista dello stile

La produzione della Punto II termina nel 2003. La terza serie è grosso modo un restyling della seconda ed è quella che convince meno soprattutto dal punto di vista del design. Il frontale soprattutto adotta una vistosa griglia (finta) ed i fari si fanno esageratamente grandi. In compenso, arrivano le motorizzazioni turbodiesel "Common Rail" di seconda generazione 1.3 Multijet 16v da 70 CV e il potente 1.9 Multijet 8v da 100 CV, ben due cambi automatici (il Dualogic e lo Speedgear), il climatizzatore automatico bizona e il servosterzo elettrico dotato di due logiche di funzionamento. Il 2003 è l'anno dell'esordio della versione bifuel benzina/metano Natural Power. 

2005. Luca Cordero di Montezemolo, allora presidente di Fiat, posa accanto alla Grande Punto
2005. Luca Cordero di Montezemolo, allora presidente di Fiat, posa accanto alla Grande Punto

Il 2005 è l'anno della Grande Punto, con cui Fiat raddoppia la propria presenza nel segmento B. In realtà la Grande Punto, essendo la prima utilitaria a superare i 4 metri (4,03 per la precisione), si colloca a cavallo tra le B e le C. Il design, affidato all'Italdesign di Giugiaro, autore della prima generazione, è riuscitissimo. Il frontale, soprattutto, ricorda quello delle Maserati dell'epoca. Proposta ancora in versione 3 e 5 porte, sarà affiancata dalla Punto fino al 2011, che nel 2007 assumerà la denominazione Punto Classic. Il pianale, sviluppato da Fiat, è condiviso con General Motors, che vi realizza la Opel Corsa, mentre all'interno del Gruppo torinese viene impiegato per Fiorino, Qubo e Alfa Romeo MiTo. 

La Grande Punto offre un'offerta molto ampia di propulsori, che vanno da 1.2 a 1.4 litri per i benzina e da 1.3 a 1.9 per i turbodiesel Multijet. In listino arrivano anche le motorizzazione bifuel GPL e metano. Dalla 1.4 turbo benzina deriva la Abarth Grande Punto del 2008, prima vettura del rinato marchio dello Scorpione che dal 2007 rappresenta la famiglia delle Fiat più sportive. Vanta una potenza di 155 CV, che possono salire a 180 CV adottando il kit “EsseEsse”.

La Abarth Grande Punto S2000 di Giandomenico Basso nel 2007
La Abarth Grande Punto S2000 di Giandomenico Basso nel 2007

La Grande Punto è anche una discreta rallysta nelle versioni S2000, che prendono parte a partire dal 2006 a diverse serie nazionali e internazionali. Vincerà 2 Campionati Italiani (nel 2006 con Paolo Andreucci, nel 2007 con Giandomenico Basso), 1 Intercontinental Rally Challenge (nel 2006 con Basso) e 4 Campionati Europei (Basso nel 2006 e 2009, Luca Rossetti nel 2010 e 2011).

La Fiat Punto Evo viene presentata alla stampa a bordo della portaerei Cavour. E' il 2009
La Fiat Punto Evo viene presentata alla stampa a bordo della portaerei "Cavour". E' il 2009

Il 2009 è l'anno dell'introduzione della Punto Evo, che rappresenta una variante più lussuosa della Grande Punto da cui si distingue a livello tecnico ed estetico. La Grande Punto rimane però in listino, fino a che il modello Evo sarà soppresso nel 2012 per dare vita alla Punto 2012, che perde l'appellativo “Grande” e con i model year successivi anche il “2012” per rimanere fino a giorni nostri indicata come Fiat Punto. Si tratta di una specie di marcia indietro, perché lo stile della Evo non viene apprezzato e il mercato preferisce spendere meno a fronte di un look ancora apprezzabile. 

Il modello attuale
Il modello attuale

La Punto ex Grande Punto continua comunque a primeggiare nelle classifiche di vendita italiane fino ai giorni nostri, ma i volumi si riducono via via che la clientela si orienta verso concorrenti, anche interne come Panda e 500, più attuali. Praticamente invariata arriva fino al 2018, dimostrando una longevità invidiabile per una vettura lanciata nel 2005: ben 13 anni di carriera.  

Sono queste le ultime pagine della storia della Punto che si chiuderà definitivamente ad agosto quando dallo stabilimento di Melfi uscirà l'ultimo esemplare. Fiat sta già lavorando alla sostituta, che però dovrebbe essere prodotta in Serbia nello stabilimento di Kragujevac. Si chiamerà ancora "Punto"?

  • Gilles88, Modena (MO)

    La punto GT era 1.4 Turbo, come la Uno. La HGT era 1.8 aspirato, come la barchetta.
Inserisci il tuo commento
Altri su Fiat Punto
Maggiori info
Fiat
  • Fiat Automobiles S.p.A. Corso Giovani Agnelli, 200
    10135 Torino (TO) - Italia
    800 342 800   http://www.fiat.com