guerra tra case

Francia all'attacco, Polestar bloccata per il logo: le auto elettriche cinesi bandite dal mercato e dal web?

-

Incredibile vicenda tutta francese (ma anche cinese) per le auto elettriche Polestar. I modelli del gruppo Geely (Volvo) non si vendono e nemmeno vedono in Francia, per colpa del logo "copiato" a Citroen (PSA)

Francia all'attacco, Polestar bloccata per il logo: le auto elettriche cinesi bandite dal mercato e dal web?

Questione di “stelle” e anche di contrasto industriale tra marchi auto di due grandi gruppi. Quello cinese di Geely e quello più eurocentrico di PSA che più FCA è appunto Stellantis. In Francia “Il n'y a pas de Polestàr”. Oggi come nel 2021 pare. Quelli di Citroen hanno infatti bloccato la vendita delle auto elettriche a marchio Polestar, cugine di Volvo (anch’essa parte di Geely) perché il logo a Stella del Nord delle nuove vetture nemiche in primis di Tesla, è troppo simile al mitico Double Chevron della Casa francese o a loghi DS.

Un tribunale parigino da ragione al valore storico dei loghi parte di PSA Stellantis, bloccando le vendite per nuove auto elettriche Polestar nell’esagono adiacente al nostro amato Stivale. In particolare è Polestar 2 a destare interesse nel pubblico, ma prima ancora di poter arrivare sulle strade francesi l’auto si trova di fronte un bel divieto, che si scontra con il suo successo nel web.

Non la compri e nemmeno guardi

Il logo tridimensionale Polestar quindi potrebbe danneggiare marchi francesi già registrati da Citroen e già ora, visto che onestamente è ben noto e diffuso, si prende una sanzione. Multa da 150.000 euro e al contempo, le comunicazioni ufficiali della Casa verso l’utenza francese subiscono uno stop, con sospensione anche sul web.

Un po' come quando noi europei cerchiamo di aprire siti di Case che "chiudono" le porte. Ai francesi per il momento non si apre un sito ufficiale o una App per conoscere e procedere poi alla prenotazione di una nuova auto elettrica Polestar.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento