incidenti stradali

Crolla il Ponte Morandi sulla autostrada Genova A10. Immagini, video e informazioni

-

Incredibile crollo di una parte del viadotto Morandi, con carreggiate in altezza finite al suolo. Auto e Mezzi da Lavoro coinvolti, decine di morti, operazioni ancora in corso - Aggiornamenti live

Non finisce di meravigliare in negativo, questo caldo agosto di traffico vacanziero sulle strade italiane, divenute troppo spesso fonte di pericolo mortale. Dopo le tregedie di inizio mese oggi, 14 agosto 2018, l’incredibile crollo a Genova: poco dopo le undici è crollata parte del ponte Morandi sulla A10, verso il raccordo con l'autostrada A7.

Le Forze dell'ordine soprattutto squadre dei Vigili del fuoco, operano subito in massa e al momento in cui scriviamo, non vi sono informazioni certe sui danni alle persone o alle vetture, ma il bilancio potrebbe essere molto grave.

Quello evidente, anche da immagini e video che vi proponiamo qui su Automoto.it, è che si tratta di cedimento, forse strutturale, che provoca il crollo di parte del viadotto genovese. Il tratto coinvolto è quello nei pressi di via Fillak, Sanpierdarena.

La struttura, da qualcuno detta anche 'Ponte di Brooklyn' era lunga oltre un Km e posta a cavallo di Val Polcevera. Retta da elementi a tre piloni in cemento armato, che sfiorano i 90 metri di altezza.

 

Il viadotto crollato visto dal basso
Il viadotto crollato visto dal basso

Aggiornamenti - Live

Tra le cause o comunque azioni a danno della struttura ci sono le condizioni meteo delle ultime ore, a quanto dicono alcuni "esperti". Fronte danni a cose o persone, purtroppo, si parla di alcune decine di mezzi coinvolti nel crollo del ponte autostradale, con oltre trenta morti negli ultimi aggiornamenti. Il ponte crollato ha anche travolto parte di un capannone dell'azienda ambientale di Genova. Auto e Camion sono stati trovati al suolo e nel torrente. Nel pomeriggio i tecnici hanno lanciato il grido d'allarme, sul possibile tracollo di altri punti nella grande struttura. Evacuate quindi ampie zone limitrofe. A seguire i fatti salienti della giornata a Genova.

14.00 Raccolte dichiarazioni di testimoni che parlano di un fulmine che avrebbe colpito il ponte. 

14.30 Sono 200 i Vigili del Fuoco impegnati

15.00 L'ospedale San Martino estende gli orari per donare il sangue, anche domani ferragosto

15.30 Prima triste conferma: 20 morti

16.00 Attivati numeri di emergenza Protezione civile, 0105360637 e 0105360654 per informazioni su soccorsi, sfollati e dispersi

17.00 Decine i morti per il crollo del ponte autostradale. Sul Morandi transitavano almeno 30-35 autovetture e tre mezzi pesanti, conferma dalla Protezione Civile.

17.15 La situazione dei Treni, che ha subito bruschi ritardi, 60-120 minuti, viene regolata con nuove corse e tratte in Bus, previste da domani

17.30 Rischio che altre parti del ponte possano crollare. Sfollati gli edifici circostanti.

18.00 Il viceministro delle Infrastrutture Edoardo Rixi afferma che un ponte del genere non crolla né per un fulmine, né per un temporale e che andrà demolito, con gravi ripercussioni al traffico e problemi per i cittadini e le aziende.

18.30 Autostrade per l’Italia esprime il cordoglio per le vittime del crollo e la vicinanza ai familiari. La Direzione di Tronco di Genova valuta le soluzioni per ricostruire il viadotto nel minor tempo possibile.

19.00 Il presidente di Regione Liguria e quello del Consiglio, Toti e Conte, sono sul luogo del disatro, presso il viadotto crollato

20.00 Conferma per Mercoledì 15 agosto di treni straordinari, corse aggiuntive fra Genova Voltri e Genova Brignole.

20.30 In totale sono stati sul campo 330 operatori VVFF, 130 carabinieri, 40 uomini della stradale, 100 della municipale e il posto medico avanzato del 118

21.00 Sono 23 i deceduti ufficiali. Tutte le salme al San Martino, 19 identificati. 15 i feriti (San Martino, Galliera e Villa Scassi, molti in codice rosso).

21.40 Si aggrava il bilancio del crollo sul viadotto A10 Genova: estratti altri 2 cadaveri, salgono a 26 i morti (23 sul posto, 1 in sala operatoria e gli ultimi 2 estratti. 15 i feriti di cui 9 rossi.

23.00 Gli sfollati inizialmente accolti da una struttura comunale, gradualmente scendono: da 85 a 20, che saranno alloggiati entro la notte.

- 15/08/2018 - FERRAGOSTO

01.30 Sale il numero delle vittime del crollo del ponte Morandi a Genova: i morti sono 31, di cui 5 non identificati. 16 i feriti, di cui 12 in codice rosso. Tra le vittime anche tre minori (secondo fonti Viminale, un bambino di 8 anni e due adolescenti di 12 e 13 anni).

02.00 Autostrade aveva in corso un Bando manutenzioni per 20 milioni euro sul ponte crollato, ma con tempi lunghi (link)

07.30 Ancora salito il numero vittime del crollo, 35. I vigili del fuoco hanno lavorato tutta notte. Sceso a 15 il numero dei feriti seri in ospedale, 12 sono in codice rosso.

07.45 Il Comune di Genova ha proclamato per oggi mercoledì 15 e domani giovedì 16 agosto, due giornate di lutto cittadino.

08.00 Mano dura del Governo su Autostrade per l'Italia. Di Maio chiede il che dimettano i vertici. Possibile ritiro della concessione e sanzioni fino a 150 milioni di euro.

08.30 Tremano gli azionisti delle società legate ad Autostrade per l'Italia, titoli e situazione finanziaria potrebbero tracollare alla riapertura dei mercati dopo ferragosto.

09.00 Ancora in definizione il bilancio vittime, l'ultimo aggiornamento conta 37 morti, di cui 5 non identificati.

09.30 Bonifica non ancora completata, continuano ricerche in zona ferrovia, lungo il lato destro del fiume. Attorno a resti del pilone e sotto un pezzo di ponte crollato, ci sarebbero ancora dei veicoli da controllare.

11.30 Bilancio ufficiale aggiornato: 39 morti e 15 feriti, di cui 9 in codice rosso.

12.00 Nel crollo coinvolto il compattatore di rifiuti Amiu: si apre il tema di trovare soluzione alternativa per lo smaltimento.

14.00 Incontro vertice in Prefettura a Genova, centro di coordinamento dei soccorsi. Presenti premier Conte, ministri Di Maio e Toninelli, presidente Toti con il sindaco Bucci.

15.00 Treni, da domani saranno 46 i treni in più tra Voltri e Principe. Un treno ogni 15min nel nodo genovese. Disponibile gratuitamente il parcheggio (300 posti) a Prà.

 

 

17.30 Inagibili 11 edifici, chiesto l'aiuto agli albergatori per l'ospitalità agli sfollati (311 nuclei familiari interessati, per un totale di 634 sfollati).

18.00  Il Governo decreta lo stato di emergenza per 12 mesi, finanziamento di 5 milioni per le primissime urgenze. Verrà nominato un commissario per la ricostruzione.

18.30 Parte l'iter per la revoca delle concessioni ad Autostrade,lo annuncia il premier Conte. Ripercussioni su titoli e strumenti finanziari delle società legate

19.00  Autostrade per l’Italia può dimostrare di aver adempiuto ai propri obblighi, con monitoraggio e manutenzione. Il progetto di ricostruzione del viadotto si completerebbe in cinque mesi

- 16/08/2018 -

11.00 Corretto il bilancio delle vittime: 38 i morti accertati, con 15 feriti di cui 9 in codice rosso. Potrebbero però essere ancora esserci persone disperse.

12.00 A Genova fino alle ore 24 di domenica 19 agosto 2018, è possibile transitare sulle corsie gialle riservate al trasporto pubblico in tutta la città.

14.30 Autostrade per l’Italia annuncia che le ambulanze non pagheranno più il pedaggio sulla propria rete, effetto immediato.

 

  • MarcoS2R, Malalbergo (BO)

    Ragazzi di Genova, da Bolognese vi sono vicino e vi capisco anche perchè l'incidente avvenuto a Borgo Panigale pochi giorni fa non ha avuto conseguenze catastrofiche solo per la prontezza e la preparazione delle nostre forze dell'ordine. Vi capisco anche perchè aldilà dell'immensa tragedia umana quello che la gente non direttamente interessata dall'evento non capisce è la crisi che un evento simile porta a tutta la città, Bologna per esempio sarà bloccata per i prossimi 5 mesi, non oso immaginare Genova.... Dal punto di vista strutturale essendo un ingegnere strutturista vi riferisco un virgolettato che ci disse due anni fa a un corso d'aggiornamento un ingegnere della MAPEI, società incaricata dalla società autostrade per il ripristino dei ponti autostradali italiani: "se invece di passare sopra i nostri ponti, ci passassimo sotto, molti di noi non prenderebbero più l'autostrada..."
    Vi Abbraccio
  • sebastian4240, Genova (GE)

    Da Genovese sono profondamente scosso per l'accaduto. Chi non é di Genova non può capire l'importanza che aveva questo ponte e come questa tragedia poteva colpire tutti noi, famigliari amici conoscenti. Si perché su quel ponte quante volte ci siamo passati o fermi in coda!
    Come si é ben detto nel commento precedente questo evento porterà inevitabilmente alla Città conseguenze disastrose.

    Non voglio fare polemiche o esprimere la mia opinione sull'accaduto, ma esorto i giornalisti di auto/moto ad approfondire bene la storia di questo ponte di tutto ciò che si é detto in passato, progetti mai approvati, chiacchiere e lungaggini burocratiche.

    Si parla di cedimento strutturale? Ovvio come il sole che sorge tutti i giorni, il maltempo non c'entra nulla.
    Approfondite è scoprirete la mala Italia.

    Non ho voluto parlare delle vittime che a loro è ai loro famigliari porgo un pensiero.
Inserisci il tuo commento