esteri

XII Conferenza Ambasciatori d'Italia: lo stile italiano su pneumatici Pirelli tricolori

-

HangarBicocca ospita la giornata conclusiva della Conferenza di tutti gli ambasciatori italiani, che traccia i riferimenti e focalizza gli sforzi utili per promuovere al meglio la nostra nazione, anche economicamente; con un pizzico d’industria automotive sempre tra i fiori all’occhiello

XII Conferenza Ambasciatori d'Italia: lo stile italiano su pneumatici Pirelli tricolori

Un evento diplomatico di grande rilievo, politico ma soprattutto economico e d’informazione, che chiude le sue giornate per la prima volta nella città di Milano, dove si ritrovano gli ambasciatori italiani sparsi in tutto il mondo. Un momento in madre Patria per fare il punto sulla situazione del loro lavoro diplomatico, ricordando quelli che sono i pregi e gli eventuali limiti del “marchio tricolore” inteso ai giorni nostri come vivere all'italiana, non più solo come made in Italy. Pirelli, azienda protagonista in positivo nella storia dell'immagine tricolore a livello internazionale, ospita il ministro Alfano e i delegati della Farnesina presso HangarBicocca, con il presidente Tronchetti Provera che parla della bellezza indiscussa del nostro Paese, specialmente visto da fuori e stimola a fare ancora di più nelle opere diplomatiche, oggi divenute a doppio senso, per facilitare gli investimenti. Tralasciando il fattore socio-politico certo non poco rilevante, dal nostro punto di vista, automobilistico, scopriamo che la casa della P lunga propone una nuova versione con logo tricolore ben evidente sulla spalla esterna dei propri pneumatici P Zero Color Edition. Gomme di alto livello che equipaggeranno ad esempio le belle Maserati Quattroporte e poi anche alcune Alfa Romeo Giulia delle nostre Ambasciate, presso Nazioni tre le più note, quali: Francia, Germania, Regno Unito, Svizzera, Giappone, Cina, Russia, Stati Uniti, Emirati Arabi Uniti e Arabia Saudita.

Alfano e Tronchetti Provera con la nuova gomma dedicata per le auto di rappresentanza italiane all'estero
Alfano e Tronchetti Provera con la nuova gomma dedicata per le auto di rappresentanza italiane all'estero

Ma alla conferenza dei rappresentati italiani nel mondo si parla anche molto di come veicolare gli investimenti esteri in Italia e questo può interessare anche l'industria automobilistica, oppure viceversa di come portare il brand italiano a chi lo può apprezzare, da sempre ma anche da poco (come nelle economie di nuova crescita) valorizzandolo e prendendone i molti servizi oltre che i semplici prodotti, spesso oggi italiani più nello stile che nell’oggettiva produzione. Presente all'incontro, tra le molte personalità dell’imprenditoria e della cultura, anche il gruppo FCA che con Virgilio Cerutti ha chiuso la giornata usando il proprio bellissimo ed emozionante spot, con sottofondo musicale di Luciano Pavarotti e le immagini delle migliori Alfa Romeo e Maserati in attuale produzione. Alfa Romeo e Maserati che erano esposte con tanto di bandierina tricolore e pneumatici brandizzati, ovviamente, come saranno sulle strade di molti Paesi. Certo non si deve dormire sugli allori di un grande patrimonio, culturale e storico, come ha sottolineato il ministro Alfano stesso, incitando un gioco di squadra per portare in costante crescita prestigio e talenti nazionali.

La Farnesina potrebbe essere vista come il maggior ente di promozione del brand Italia, per la parte operativa ed economica servono però fattive attività imprenditoriali supportate da sistemi adeguatamente flessibili: sappiamo che non sempre è facile e pur senza la stessa storia o apprezzamento del nostro Bel Paese, sono molti i concorrenti. Una ricerca Ipsos illustrata nell’occasione, Be-Italy, ha svelato come nel mondo l’Italia sia sempre tra le nazioni più conosciute, apprezzate per lo stile di vita, le bellezze e gli aspetti umani, un po’ meno per la parte economica purtroppo. Lì occorrerebbero maggiori sforzi, riferendosi magari a quel modello “milanese” illustrato con "The Place to be" dove almeno una porzione di territorio riesce e permanere stabilmente quale riferimento internazionale utile e apprezzato, per attività sociali ma anche imprenditoriali (non a caso tra le città nostre più note Milano figura al terzo posto dopo Roma e Venezia, ndr).

Una Alfa Giulia Quadrifoglio di rappresentanza per diplomatici italiani: apprezzatissima pur se non presente in tutte le nazioni
Una Alfa Giulia Quadrifoglio di rappresentanza per diplomatici italiani: apprezzatissima pur se non presente in tutte le nazioni

Parlando con alcuni dei nostri diplomatici presenti nella giornata milanese, abbiamo riscontrato un grande interesse anche per il mondo automobilistico, persino in nazioni piccole ma che vedono un barlume di sviluppo. Il mondo italiano è sempre fascinoso e per nostra fortuna lo è ancora nei marchi automobilistici. Ovviamente ci è anche capitato di sentir dire che in luoghi dove la maggior parte delle persone esce per la prima volta da situazioni non floride, appena può si compra una Porsche, prima della casa; però gli ambasciatori stessi di certi piccoli Paesi non in vista, ambiscono comunque di avere magari una nuova Giulia, se non una Quattroporte da esibire, con orgoglio. Chissà se la Farnesina riuscirà pian piano a farle avere, di sicuro FCA si è proposta di portare una propria mostra in giro per il mondo, dove lo slogan delle Alfa è rigorosamente in italiano.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Maserati Quattroporte
Maggiori info
Maserati