prova su strada

BMW Serie 4 Gran Coupé

Sportività e praticità a braccetto
-

Abbiamo messo alla prova la BMW Serie 4 Gran Coupé, scoprendo una vettura di nicchia molto piacevole da guidare. Peccatoper la seduta meno sportiva rispetto alla Coupé

BMW Serie 4 Gran Coupé

Dopo averla lanciata con la Serie 6, BMW ripropone il concetto di coupé a quattro porte anche nella classe inferiore portando in concessionaria l'inedita Serie 4 Gran Coupé che, con un prezzo di 40.500 euro, si va a posizionare tra la più sportiva della Serie 4 Coupé e la Serie 3 berlina.

Una vettura pensata, come la Serie 3 GT per intenderci, per andare alla conquista anche di nicchie di clienti sino ad ora lasciate alla concorrenza (A5 Sportback, ad esempio) giocando su una linea comunque intrigante, sulla presenza di due porte in più e di un portellone ad apertura e chiusura elettrica che permette di sfruttare al meglio un bagagliaio del 10% più capiente rispetto a quello già generoso della Coupé: da 445 litri, infatti, si passa a 480 (1.300 abbattendo lo schienale posteriore frazionato 40/20/40) ai quali si aggiungono un paio di vani sotto al pavimento del vano stesso.

bmw serie 4 gran coupé (30)
Connotata esteriormente da volumi tipicamente BMW, la Serie 4 Gran Coupé viene proposta in cinque allestimenti

Forme inalterate

Internamente, almeno per quanto concerne la parte anteriore, la Serie 4 Gran Coupé mantiene inalterate le forme della plancia della Coupé: leggermente "driver oriented" in termini di geometrie la soluzione proposta anche sul nuovo modello mantiene la strumentazione analogica con forte presenza "digitale" ma anche il largo spazio per il display centrale nella zona superiore della plancia, pomello dell'i-drive sul tunnel centrale. Volendo, attingendo dai pacchetti individual, è possibile personalizzare come meglio si crede i colori ed i materiali di rivestimento.

Cinque gli allestimenti, non disponibili per tutte le motorizzazioni: standard, Sport, Luxury, Modern ed MSport. Come per tutte le ultime creazioni BMW il concetto di allestimento non varia solamente la dotazione interna, più o meno mirata sui materiali o sulle tecnologie, ma anche la connotazione esterna: rispetto alla standard, per intenderci, la MSport è decisamente più aggressiva mentre la Modern più elegante e raffinata.

bmw serie 4 gran coupé confronta modello
Confronta la BMW Serie 4 Gran Coupé con la BMW Serie 4 Coupé e con le dirette competitors con il nostro esclusivo confronta modello

Un po' di numeri

Omologata per cinque persone la nuova BMW Serie 4 Gran Coupé è lunga 462 cm, larga 183 ed alta 139 (passo 281) e viene  motorizzata con motori a quattro e sei cilindri a benzina o gasolio. Per quanto concerne i diesel la gamma si apre con il 2.0 turbodiesel nella declinazione 418d da 143 CV e 320 Nm di coppia massima (4,5 l/100 km) per spostarsi sino alla 420d da 184 CV e 380 Nm (4,7 l/100 km) disponibile anche con trazione integrale x-Drive.

Per la 420d le prestazioni parlano di uno 0-100 km/h in 7,7 secondi (per entrambe le tipologie di trazione) con una velocità massima di 236 km/h per la posteriore e 234 km/h per la integrale.

236 km/h e 7,5 secondi per passare da 0 a 100 km/h per la 420i: quattro cilindri, duemila, da 184 CV a 5.000 giri e 270 Nm di coppia massima il più compatto dei motori a benzina consuma 6,4 litri di verde ogni 100 km. In questo caso non è disponibile la trazione integrale.

428i e 428i x-Drive propongono il 2.0 TwinPowerTurbo da 245 CV a 5.000 giri e 350 Nm di coppia massima: in questo caso la velocità massima è fissata in 250 km/h mentre per quanto concerne l'accelerazione da 0 a 100 km/h di va dai 6,1 della posteriore ai 5,8 della integrale. Rispettivamente di 6,4 e 6,6 l/100 km i consumi.

Più che una Serie 4 Coupé con due porte in più l'impressione che la Serie 4 Gran Coupé offre dal vivo è quella di una Serie 3 berlina resa più sportiva grazie all'introduzione di una diversa linea di coda


Per chi vuole il top la 435i, disponibile solo posteriore, sfrutta il potenziale di un sei cilindri benzina da 2.979 cc in grado di erogare 306 CV a 5.800 giri e 400 Nm di coppia massima. 250 km/h autolimitati la più potente delle Serie 4 Gran Coupé passa da 0 a 100 km/h in 5,5 secondi consumando 8,1 litri di benzina ogni 100 km.

Dal vivo: com'è fuori

Più che una Serie 4 Coupé con due porte in più l'impressione che la Serie 4 Gran Coupé offre dal vivo è quella di una Serie 3 berlina resa più sportiva grazie all'introduzione di una diversa linea di coda. Molto raffinata la costruzione di alcuni dettagli, tra cui il doppio rene, i gruppi ottici anteriori e posteriori così come è molto curata la parte aerodinamica: come su altro modelli BMW viene mantenuto lo sfogo dell'aria appena dietro le ruote anteriori per creare una sorta di effetto tendina attorno alle ruote migliorando il Cx. Elemento fondamentale per un'auto pensata per fare molta strada consumando poco e sfruttando al massimo il potenziale dei propri motori.

bmw serie 4 gran coupé (10)
Decisamente buona la volumetria interna della BMW Serie 4 Gran Coupé. Un ambiente peraltro caratterizzato da una eccellente dotazione tecnologica

Dal vivo: com'è dentro

Sportività e praticità vanno di pari passo tanto che anche per quanto concerne la capacità di carico ci sembra più intelligentemente sfruttato il bagagliaio della Serie 4 Gran Coupé piuttosto che quello della "normale" Serie 3. La presenza del portellone a movimento elettroattuato, infatti, permette di caricare più facilmente un baule che non è molto più contenuto di quello della berlina.

Un ottimo lavoro che fa il paio con una volumetria interna decisamente buona davanti, anche se di impostazione sportiva come è tipico per le BMW, ma un po' più ristretta dietro: l'omologazione è per cinque ma ci si sta in quattro...non tanto per un problema d'altezze (fino al metro e ottanta nessun problema per la testa) ma per via della disponibilità di spazio e di accessibilità all'abitacolo per chi siede dietro.

Eccellente l'approccio tecnologico: il ConnectedDrive BMW si dimostra come al solito molto "avanti" e l'integrazione "forzata" con il 3g (che si paga solo se si usano alcuni servizi) rende davvero molto raffinata la tecnologia onboard, pronta a sua volta ad interfacciarsi con gli smartphone di ultima generazione.

bmw serie 4 gran coupé (29)
Molto piacevole da guidare, la Serie 4 Gran Coupé si dimostra precisa e sincera

Come si guida

Rispetto alla normale Serie 4 Coupé la sensazione di essere al volante di un'auto meno atletica si percepisce quasi immediatamente: la seduta, per intenderci, è più avanzata e meno bassa e questo cambia molte cose in termini di feeling con la vettura...che comunque rimane più sportivo rispetto a quello della normale Serie 3.

Come sulla Coupé, sin dai primi km si intuisce immediatamente che rispetto alla Serie 3 il baricentro del veicolo è più basso e questo aiuta moltissimo nelle fasi di inserimento in curva ed appoggio dove la Serie 4 Gran Coupé dimostra di avere molto da offrire in termini di sportività. Molto buono, come al solito in casa BMW, lo sterzo: progressivo ed in grado di far sentire la strada "quanto basta" questo elemento sembra essere disegnato in simbiosi il telaio e le sospensioni "riviste" per questa nuova applicazione, che rispetto alla Coupé a parità di motore paga circa 60 kg di peso.

Il motore 20d, ancora di precedente generazione rispetto a quello da 190 CV introdotto con X4, si dimostra sufficientemente potente per assicurare divertimento ma anche consumi contenuti: si viaggia abbastanza sotto ai 7 l/100 km senza particolari sacrifici in termini di guida.

Come sulla Coupé, sin dai primi km si intuisce immediatamente che rispetto alla Serie 3 il baricentro del veicolo è più basso e questo aiuta moltissimo nelle fasi di inserimento in curva ed appoggio


Molto interessante il comportamento del cambio ad 8 rapporti: veloce nel passare da un rapporto all'altro non fa sentire l'assenza del cambio manuale a 6 marce quando si vuole spingere. In modalità manuale, infatti, lo ZF vanta una velocità di cambiata, una decisione nel passare da un rapporto all'altro ed un feeling di guida degna di un doppia frizione.

In conclusione

E' una Coupé con la praticità della berlina. Se non fosse per gli oltre 5.000 euro di differenza tra una carrozzeria e l'altra non ci sarebbe di che stupirsi se le vendite della Gran Coupé superassero quelle della berlina. Per quanto concerne gli allestimenti le tre connotazioni Modern, Sport e Luxury vanno ad individuare molto bene tre diverse fasce di clientela mentre per quanto concerne le motorizzazioni non vi dovrebbe essere alcun dubbio sul fatto che la preferita dal mercato italiano sarà la 20d: il compromesso tra prestazioni, consumi e costi, del resto, è molto favorevole per chi con questa vettura percorrerà molta strada. Secondo BMW la stragrande maggioranza.

Pregi:
-Piacere di guida
-Connettvità di bordo

Difetti:
-Seduta più alta rispetto alla coupé
-Abitabilità posteriore

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su BMW Serie 4 Gran Coupé
Modelli top BMW
Maggiori info
BMW