Come si guida uno spandiliquame? Tutti i segreti del Vervaet Hydro Trike [Video]

Matteo Valenti
  • di Matteo Valenti
Se avete avuto una giornata di palta consolatevi perché, con ogni probabilità, sarà stata comunque migliore di quella che abbiamo vissuto noi alla guida del Vervaet Hydro Trike, il più grande spandiliquame mai creato sul pianeta Terra. Un tre ruote, di concezione olandese, capace di iniettare nel terreno 16.000 litri di liquame in meno di cinque minuti
  • Matteo Valenti
  • di Matteo Valenti
14 aprile 2022

Se avete avuto una giornata di palta consolatevi perché, con ogni probabilità, sarà stata comunque migliore di quella che abbiamo vissuto noi alla guida del Vervaet Hydro Trike. Sì perché questo bestione a tre ruote, che viene dall'Olanda, è capace di imbarcare qualcosa come 16.000 litri di liquame, pronto per essere iniettato nel terreno come fertilizzante naturale. Insomma un mezzo speciale che svolge un lavoro molto impegnativo, se non altro da un punto di vista olfattivo, ma anche estremamente nobile. Nonostante le apparenze, infatti, questo gigante buono compie ogni giorno un mestiere raffinatissimo, che offre un contributo concreto per migliorare il futuro del nostro Pianeta. L'Hyrdo Trike, del resto, ha saputo rivoluzionare il mondo dell'agricoltura intensiva, riducendo in maniera importante l'impatto ambientale causato dalle coltivazioni e dall'allevamento. Il liquame delle stalle, che fino a oggi era un prodotto di scarto difficilissimo da smaltire in maniera ecosostenibile, si trasforma grazie al gigante olandese in un alleato così potente da rendere del tutto superfluo l'utilizzo di fertilizzanti chimici.  

Non solo: questa geniale macchina della Vervaet consente di abbattere in maniera significativa le emissioni inquinanti provocate dalle operazioni di concimazione, a partire dalla famigerata ammoniaca. Perché il liquame naturale recuperato dagli allevamenti viene iniettando nel terreno, in profondità, e non viene più sparato in pressione nell'aria e fatto ricadere al suolo sotto forma di pioggia, come voleva la tradizione. Utilizzando l'Hyrdo Trike, quindi, si evita finalmente di trasformare il concime in una enorme nuvola di aerosol ricca di agenti inquinanti pronti ad alterare la qualità dell'aria. Del resto è stato il grande Fabrizio De André a scrivere che "dal letame nascono i fiori". E non poteva avere più ragione, soprattutto ora che questo mezzo speciale è arrivato anche in Italia.

 

Si ringrazia la Società Agricola Biagi Romeo S.S. (MN)  

Per info e visite guidate:  @socagrbiagiromeo https://socagrbiagiromeo.com/  

Riprese: Leonardo Mannoli 

Drone: Emanuele Brambilla 

Montaggio: Camilla Pellegatta, Luca Catasta

Ultime da Prove

Da Moto.it

Caricamento commenti...