prova su strada

Fiat Panda

Teng'o cor italiano!
-

Debutta presso lo stabilimento produttivo di Pomigliano d'Arco la nuova Fiat Panda. Giunta alla terza generazione il nuovo modello torna ad essere prodotto in Italia e sarà in vendita a 10.200 euro. Tre gli allestimenti come tre saranno i motori, di cui uno a gasolio

Fiat Panda

 

Costruita in quello che Sergio Marchionne ha definito il "miglior stabilimento del Gruppo Fiat-Chrysler", la nuova Panda di Pomigliano d'Arco nasce per confermare il successo del modello precedente proponendo un design più moderno, ma in linea con il passato, e soluzioni tecnologiche decisamente avanzate.
 
Una vettura studiata per essere commercializzata in 40 paesi oltre l'Italia, frutto di 800 milioni di investimenti tra vettura stessa e stabilimento produttivo, in cui sono stati spesi 100 milioni solo per la linea di montaggio: uno stabilimento modernissimo, in cui lavorano 600 persone e 610 robot ad un ritmo di 1.050 vetture al giorno, che dovrebbe permettere alla piccola italiana di mantenersi concorrenziale in termini di prezzo con le rivali. 

Costa 10.200 euro

230.000 unità la stima delle Panda vendute per il 2012 tra Italia, resto d'Europa, Giappone e Sudamerica, alcune delle quali del vecchio modello, che per un breve periodo affiancherà la terza generazione. Al lancio, la Panda "base" (1.2 Pop) costerà 10.200 euro e per averla sarà possibile anche accedere a finanziamenti anticrisi tipo "100 euro al mese per 100 mesi" con assicurazione in caso di perdita del lavoro. 
nuova fiat panda (35)
Più comoda e più spaziosa, la terza generazione di Panda mantiene la classica configurazione 5 porte e 5 posti
 
Lunga 3.65 m (+11 cm), larga 1.64 (+6 cm), alta 1.55 (-3 cm) e caratterizzata da un passo di 2,30 m, la nuova Panda si propone da subito nella più interessante soluzione 5 porte con 5 posti a bordo, ed offre un bagagliaio che va da 225 a 260 litri facendo scorrere i sedili posteriori o 870 litri abbattendo gli schienali. Rispetto a prima è aumentata anche l'abitabilità, in particolar modo grazie all'adozione di una struttura più compatta dei sedili anteriori, che ha permesso di recuperare spazio prezioso per le gambe di chi siede dietro pur senza sacrificare, a detta dei tecnici Fiat, il confort della seduta.

Tutta nuova anche dentro

Gli interni della vettura presentano soluzioni originali e richiami al passato nella distribuzione degli spazi: il tascone portaoggetti, ad esempio, è ricavato nella plancia proprio come sulla prima Panda ma ad incuriosire è anche la forma della leva del freno a mano, che al proprio interno integra un cassetto portaoggetti che va ad integrare i 14 vani dislocati in plancia o sulle porte.
 
Tra le novità interne del nuovo modello si fa notare l'arrivo di un nuovo sistema di riscaldamento dell'abitacolo, che ha permesso di ridurre drasticamente i tempi di riscaldamento e di sbrinamento del parabrezza. Interessanti anche la possibilità di integrare alla plancia il Tom Tom 2 live, ma soprattutto le funzioni del Blue&Me, che sovraintende sul funzionamento del vivavoce bluetooth, del computer di bordo o della radio senza particolari distrazioni: tutti i comandi, infatti, sono anche al volante.
nuova fiat panda (45)
La nuova Panda vanta tecnologie d'avanguardia in termnini di car entertainment e di sicurezza: disponibile, a richiesta, anche un sistema anti-tamponamento che lavora a velocità inferiori ai 30 km/h

Come optional l'antitamponamento

Molto interessante anche la presenza di sistemi di sicurezza come il Low Speed Collision Mitigation, che grazie ad un sensore posizionato sul parabrezza permette di riconoscere gli ostacoli e frenare in automatico a velocità inferiori ai 30 km/h. Questa funzionalità non è di serie ma è inserita in un pacchetto "sicurezza", disponibile sulle versioni intermedia e superiore, dal costo non ancora comunicato ma che Fiat in conferenza ha dichiarato essere "molto accessibile".

Tre le versioni al lancio

Tre le versioni disponibili: al lancio, il nuovo modello è disponile con trazione anteriore e offre 3 allestimenti (Pop, Easy e Lounge), 10 colori di carrozzeria, 9 ambienti interni, 2 coppe copriruota e 2 cerchi in lega da 14 e 15 pollici. (gli allestimenti in pdf)
 
A garanzia della sicurezza degli occupanti, il nuovo modello propone di serie 4 airbag (anteriori e a tendina protezione testa), ABS completo di B.A.S. (Brake Assist System), cinture di sicurezza anteriori con pretensionatore e limitatore di carico, attacchi Isofix per seggiolini bimbi, poggiatesta anteriori "anti-whiplash", poggiatesta posteriori e proiettori anteriori con funzione "luce diurna" (Daytime Running Lights). Inoltre, il nuovo modello offre dispositivi esclusivi nella categoria: il già citato "Blue&Me-TomTom LIVE" al tetto elettrico trasparente "Skydome" di grandi dimensioni, l'impianto Hi-Fi completo di lettore CD/MP3, il servosterzo elettrico Dualdrive con funzione "City" di serie ed il comodissimo "Smart fuel system". Altre personalizzazioni sono disponibili nel lungo elenco degli optional, dei pacchetti e degli articoli della Lineaccessori.
nuova fiat panda (30)
Panda è disponibile in abbinamento al Twinair da 85 CV, al 1.2 Fire da 69 CV ed al turbodiesel da 75 CV. Per altri mercati è disponibile anche il Twinair aspirato da 65 CV

Quattro motori, tre per l'Italia

In tema di motori la nuova Panda mantiene fede a due dei precedenti motori disponibili, il milledue ed il milletre a gasolio, facendo posto al  TwinAir da 0,9 litri che riporta romanticamente Panda alle origini: come la celeberrima Panda 30, infatti, la Panda TwinAir utilizza un bicilindrico parallelo di dimensioni estremamente compatte, che con l'unità allora derivata da quella della 500/126 ha davvero ben poco da spartire: il 0.9 TwinAir Turbo, infatti, eroga una potenza massima di 85 CV a 5.500 giri/min e una coppia di 145 Nm a 1.900 giri/min (costante fino a 3.000 giri/min), con consumi in modalità ECO di 4,2 litri/100 km ed emissioni di CO2 pari a 99 di g/Km. 177 km/h la velocità massima, 11,2 lo 0-100 km/h.
 
Cuore del MultiAir è il nuovo sistema elettro-idraulico di gestione delle valvole che permette di ridurre i consumi - grazie ad un controllo diretto dell'aria mediante le valvole di aspirazione del motore, senza l'utilizzo della farfalla - e le emissioni inquinanti (merito del controllo della combustione), oltre ad un sensibile miglioramento delle prestazioni e della guidabilità. Infatti, rispetto a un tradizionale motore a benzina di pari cilindrata, i propulsori con tecnologia MultiAir assicurano un incremento di potenza fino al 10%, un incremento di coppia fino al 15% e una sensibile riduzione delle emissioni di CO2 sino al 10%. 
nuova fiat panda (31)
Il cambio è posizionato in alto e per tutte le motorizzazioni è manuale a cinque marce. Il Dualogic sarà disponibile in abbinamento al 0,9 Twinair

Debutta il Twinair aspirato

Del bicilindrico già utilizzato su Fiat 500 e Lancia Ypsilon, assieme a Panda ne debutta anche una versione aspirata: non disponibile in italia, il 0.9 TwinAir Aspirato vanta 65 CV a 6.250 giri/min ed una coppia di 88 Nm a 3.500 giri/min. Il tutto a fronte di ridotti livelli di consumi ed emissioni di CO2 - nel ciclo combinato i valori registrati sono rispettivamente 4,2 l/100km e 99 g/Km. Peculiarità del nuovo propulsore è l'introduzione del sistema MultiAir di seconda generazione che si pone l'obiettivo di massimizzare l'efficienza della combustione. 159 km/h la velocità massima e 15,7 i secondi necessari per toccare i 100 km/h dopo la partenza.

Fire 1.2: colonna portante

Di grande successo, soprattutto per via del prezzo competitivo e della consapevolezza della clientela di ritrovarsi di fronte ad una "icona" della produzione motorisica Fiat, il 1.2 Fire EVO II da 69 CV. Ultima evoluzione della famiglia FIRE, prodotta in oltre 10 milioni di esemplari, l'unità adotta il variatore di fase continuo pensato per ottimizzare le fasi di distribuzione (apertura e chiusura valvole) a tutti i regimi di rotazione. In questo modo, da una parte, si riducono consumi ed emissioni di CO2 (rispettivamente 5,2 litri/100 km e 120 g/km) e migliorano le prestazioni, garantendo disponibilità di coppia a bassi giri (102 Nm a 3.000 g/min) e di potenza a regimi alti (69 CV a 5.500 g/min). 164 km/h la velocità massima, 14,2 i secondi necessari per passare da 0 a 100 km/h.

L'utilizzo di materiali più resistenti e leggeri ha permesso di migliorare l'assorbimento dell'energia negli urti frontali e laterali.

Diesel 1.3 Multijet confermato

Molto apprezzato sarà anche il turbodiesel 1.3 Multijet II. Euro5 con filtro DPF di serie, il quattro cilindri eroga 75 CV a 4.000 giri/min ed una coppia di 190 Nm a 1.500 giri/min. Di grande sostanza oltre che molto leggero (completo di tutti i suoi accessori pesa circa 140 kg) il nuovo turbodiesel fa registrare nel ciclo misto appena 104 g/km di emissioni di CO2 e consumi pari a 3,9 litri per 100 km. 168 km/h la velocità massima e 12,8 il tempo impiegato per passare da 0 a 100 km/h.
 
Per tutti, tranne che sulla 1.2 da 69 CV, è disponibile la funzione Stop&Start mentre il cambio automatico DUALOGIC, per il momento, è ordinabile solo in abbinamento alla motorizzazione TwinAir da 85 CV. Le versioni Natural Power e 4x4 arriveranno più avanti: quest'ultima, in particolare, sarà disponibile anche con il TwinAir 85 CV oltre che il "solito" Multijet.

Telaio più rigido e leggero

In termini di telaio e ciclistica la nuova Panda segue due linee guida fondamentali: sicurezza e alleggerimento. Fiat, per questa ragione, ha scelto di impiegare materiali alto-resistenziali (oltre il 70%) di cui l'11% con la tecnologia dello stampato a caldo, che ha consentito di aumentare la capacità di assorbimento dell'energia negli urti frontali e laterali ed al contempo di alleggerire la struttura. Sicurezza che nei test EuroNCAP è valsa 4 stelle, ma solo per via dell'assenza del sistema ESP, che nel 2012 sarà di serie su tutta la gamma. 
nuova fiat panda (1)
I tecnici Fiat hanno completamente ridisegnato la sospensione posteriore rendendo il retrotreno più stabile e preciso senza rinunciare al confort di bordo
 
Una scocca più rigida ed efficace rispetto alla precedente, abbinata ad una sospensione anteriore dotata di una nuova barra stabilizzatrice ma soprattutto di uno schema sospensivo posteriore ad assale torcente che sfrutta una boccola di dimensione maggiore rispetto alla vecchia Panda, a tutto vantaggio della precisione di guida e del confort sullo sconnesso e del miglioramento nell'isolamento acustico.

Servosterzo leggero in città

Tra le novità anche il nuovo servosterzo Dualdrive con funzione "City". Di serie due differenti programmi di taratura: il primo assicura feeling di guida mentre il secondo, selezionabile tramite la pressione di un tasto, alleggerisce lo sterzo rendendo la guida di Panda più "leggera" in città e, più in generale, nelle manovre da fermo. Il Dualdrive, in posizione "City", al di sopra dei 35 km/h disattiva il programma cittadino assicurando una risposta del volante adeguata alte velocità velocità.

Così uguale e così diversa 

La nuova Panda è riuscita nell'intento di mantenere le linee del modello precedente pur senza cadere nell'errore di esserne troppo uguale. Il nuovo modello, infatti, anche senza essere dei grandi esperti d'auto si riconosce ad una prima occhiata. Merito delle dimensioni leggermente più generose ma soprattutto di elementi come i passaruota, che abbandonano il classico profilo circolare per introdurre una curiosa forma squadrata.
nuova fiat panda (15)
La nuova Panda propone concetti stilistici in linea con il modello precedente pur differenziandosi drasticamente in numerosi dettagli. Così uguale e così diversa
Di grande effetto ottico sono anche il nuovo frontale, caratterizzato da una grossa bocca inferiore di "derivazione" Qubo, ed i gruppi ottici posteriori: come al solito posizionati in alto e generosi nelle dimensioni, i nuovi fari adottano una architettura interna molto raffinata restituendo un'immagine più qualitativa della vettura.

Cresce lo spazio a bordo

Internamente colpisce la disponibilità di spazio, sia in senso verticale (anteriore +7 mm e posteriore + 4 mm) che laterale (anteriore +26 mm e posteriore +5 mm). Valori che pongono Panda al verice della categoria, confermati anche da elementi come i sedili "slim" anteriori che migliorano l'accessibilità (anteriore + 23 mm, posteriore + 6 mm) aumentando la fruibilità dello spazio longitudinale (+20 mm) per un maggiore comfort a favore dei passeggeri posteriori. Peccato che manchi la regolazione in profondità del volante: giocando con la regolazione del sedile e l'altezza del volante stesso si trova comunque una buona posizione di guida, ma il fatto di non aver integrato questa possibilità non avvantaggia i guidatori di maggior statura.

Plancia "aperta" e buoni materiali

In termini di design l'interno di Panda è leggero e piace sotto da un punto di vista estetico, in particolar modo per quanto concerne il profilo della plancia ispirato al passato: certo, l'assenza di uno sportellino non è il massimo in termini di privacy, ma è anche vero che di vani portaoggetti (ben custoditi) in cui inserire quanto desiderato, ce ne sono diversi in tutto l'abitacolo. Uno di questi, molto intelligente, è addirittura integrato alla leva del freno a mano.
 

Spazio a bordo, facilità di guida e notevole capacità di carico rendono unica la Panda. Molto interessante, tra le altre, l'altezza della soglia di carico, che permette di utilizzare con minor fatica il vano bagagli

I materiali sono di buona qualità in relazione alla tipologia ed al costo della vettura, in particolar modo per quanto riguarda le plastiche con rifinitura "piano black" del sistema multimediale.
 
Molto intelligente, inoltre, la possibilità di integrare (ed alimentare) il navigatore attraverso la specifica predisposizione sulla parte alta della plancia, così come è molto intelligente ed al passo coi tempi la proposta di una presa USB attraverso  cui far dialogare lo smartphone con il sistema di bordo ma soprattutto ricaricarne la batteria senza occupare inutilmente l'accendisigari. Originale, infine, il tessuto di rivestimento dei sedili e la texture "Panda" incisa sulle plastiche delle porte. 

Soglia di carico molto bassa

Molto buona la capacità di carico: l'apertura del vano è davvero "totale" ed una volta abbattuti i sedili è davvero possibile far entrare oggetti molto voluminosi nella Panda. Nel caso di carichi di tutti i giorni, pensiamo alla spesa, sorprenderà invece la ridotta altezza da terra del piano d'accesso, che favorirà le signore nell'utilizzo quotidiano della vettura. Con Panda è anche più facile fare benzina: grazie ad uno specifico sistema meccanico, infatti, non c'è più bisogno di togliere il tappo della benzina.
nuova fiat panda (2)
Panda è piacevole da guidare tra le curve anche grazie all'efficacia del motore bicilindrico Twinair. Più rumoroso ma estremamente efficace anche il 1.3 Multijet II da 75 CV
 
Su strada la nuova Panda dimostra di essere sin dai primi metri molto più a punto del modello precedente. Non che la seconda generazione di Panda fosse sgradevole da guidare, ma rispetto al passato il nuovo modello si dimostra immediatamente più confortevole, precisa in curva (in particolar modo sulle sconnessioni) ma soprattutto in grado di supportare con più efficacia le prestazioni dei motori di maggior potenza. 

Twinair: 85 corposi CV

A dispetto della ridotta cilindrata, infatti, il 0,9 Twinair assicura a Panda prestazioni di tutto rispetto sia in accelerazione che in ripresa: il piccolo bicilindrico è allegro già a regimi ben inferiori ai 2.000 giri, esprimento il meglio di sé sino a quota 5.500, dove si incontra il regime di potenza massima. Oltre non serve davvero andare, anzi, è davvero piacevole guidare utilizzando marce alte vista la quantità di coppia disponibile ai medi regimi. Meno convincente, di questo motore, la modalità ECO anche se è possibile ottenere concreti vantaggi in termini di consumo, verificabili anche attraverso i software ECO:DRIVE scaricabile dal sito Fiat.
 
Basse le vibrazioni trasmesse al corpo vettura così come sono davvero molto contenute le emissioni rumorose, di base diminuite di 4 dB rispetto al modello precedente grazie ad interventi di insonorizzazione dell'abitacolo: della vecchia Panda 30 rimane solo la timbrica e pochi decibel.

Il diesel è più rumoroso

Niente male nemmeno la motorizzazione a gasolio: come il bicilindrico il motore a gasolio preferisce essere guidato utilizzando "una marcia in più" vista l'elasticità assicurata ai bassi regimi. Rispetto al Twinair il suono del motore filtra maggiormente nell'abitacolo, in particolar modo in accelerazione, pur senza mai essere fastidioso.
nuova fiat panda (41)
L'ampia visibilità offerta dalle superfici vetrate permette a Panda di essere "vicina" agli ambienti cittadini. Ottimo il lavoro del servosterzo e ridottissimo il diametro entro il quale la vettura inverte direzione di marcia: bastano, infatti, 9.3 metri
Molto bene il servosterzo Dualdrive: la funzione City agevola le manovre che possono essere gestite anche senza l'ausilio dei sensori di parcheggio. La visibilità, infatti, è ampia ed il ridottissimo diametro di sterzata (9,3 metri) consente alla vettura notevoli "contorsionismi".

Nuovo riferimento di categoria?

In conclusione si può tranquillamente affermare che Panda abbia intrapreso la giusta strada per confermarsi come una delle migliori interpreti della categoria. Spiace saperla "etichettata" a quattro stelle EuroNCAP ma è fuori da ogni ragionevole dubbio il fatto che l'impegno progettuale dei tecnici Fiat non sia stato premiato con il massimo dei voti solamente per la mancanza dell'ESP: siamo certi che nel prossimo giro di verifiche, quando verrà portata la versione 2012 di prossima introduzione (con ESP di serie), la vettura otterrà il giusto riconoscimento. A parte questo "dettaglio" la nuova Panda è da considerarsi come il prodotto di un'Italia che lotta, che si impegna per fare, costruire e progredire. Soprattutto in un momento difficile come quello che stiamo vivendo.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Fiat Panda
Modelli top Fiat
Maggiori info
Fiat
  • Fiat Automobiles S.p.A. Corso Giovani Agnelli, 200
    10135 Torino (TO) - Italia
    800 342 800   http://www.fiat.com