prova su strada

Hyundai i30 CW

La station wagon per tutte le tasche
-

Su strada con la wagon compatta della casa coreana. Tanta sostanza, poco prezzo

Hyundai i30 CW

Non è certamente un caso se il marchio Hyundai, nell'ultimo lustro, ha subito una positiva quanto radicale trasformazione nella considerazione della clientela europea: il successo di veicoli che hanno saputo anticipare i tempi, come Santafe o Tucson, e l'arrivo di modelli interessanti come la i30 CW protagonista di questa prova hanno infatti dato una svolta alle attività del brand coreano nel Vecchio Continente.

MADE IN GERMANY
Disegnata in Germania dal centro stile Hyundai di Russelsheim, la nuova i30 CW rappresenta la variante familiare della i30 e come la "sorella" è stata recentemente protagonista di un restyling che ha unificato le forme di numerosi dettagli al corso stilistico (denominato Fluidic Sculpture) introdotto con l'avvento degli ultimi modelli. Rivisti, rispetto al modello che ha debuttato nel 1997, l'architettura interna dei gruppi ottici ma soprattutto la forma dei paraurti posteriore ed anteriore, quest'ultimo caratterizzato dall'introduzione di una inedita presa d'aria esagonale di generose dimensioni ed una calandra più moderna ed "integrata" allo sviluppo orizzontale del fregio Hyundai.

SPAZIOSA
Lunga 4.5 metri, larga 1.77 ed alta 1.52, la vettura propone un passo degno di una vettura di classe superiore (2.7 metri) e di conseguenza ottimi indici di abitabilità per cinque persone e bagagli, che possono essere stivati con volumi che vanno dai 415 litri della configurazione a cinque posti ai 1.395 della modalità "tutto giù". Tra le caratteristiche peculiari del modello si fa segnalare la disponibilità dei comandi al volante, del cruise control, del computer di bordo, ma anche di elementi più utili al viaggio come il bracciolo centrale posteriore, il cassetto refrigerato o la presa USB/Aux, che permette di ascoltare la musica del proprio MP3 o del cellulare usufruendo allo stesso tempo della ricarica.

OBIETTIVO SICUREZZA
In termini di sicurezza la vettura è nata sin dall'origine per essere la Hyundai più sicura della sua epoca. Testata nel 2007 la vettura fece inizialmente registrare un valore di 4 stelle nella protezione degli adulti nell'urto frontale ma poi, a pochi mesi di distanza, alcune modifiche di dettaglio introdotte da subito in linea fecero ottenere alla gamma i30 le cinque stelle nella stessa prova, rappresentando la prima vettura della gamma coreana ad ottenere l'ambito riconoscimento.

TRE MOTORI, DUE DIESEL
Tre le motorizzazioni oggi disponibili in Italia con potenze che vanno dai 90 a 126 CV. Per quanto concerne la gamma benzina, la proposta si compone del solo 1.4, 16 valvole, da 109 CV di questa prova, mentre per quanto concerne i diesel la moderna motorizzazione da 1.6 litri, turbodiesel, common rail, è declinata in due livelli di potenza: 90 e 126 CV.Tutte omologate Euro5, le motorizzazioni consumano 6.3 litri di verde ogni 100 km (147 g/km di CO2) nel caso del 1.4 mentre per quanto concerne il 1.6 diesel, la versione da 90 CV consuma 4.7 l/100 km (124 g/km CO2) mentre i 36 CV in più della versione più potente costano solamente 0.1 litri di gasolio in più e nulla in termini di emissioni. Per quanto concerne i cambi non è disponibile l'automatico, mentre i manuali sono a cinque rapporti sul benzina ed a sei sul diesel.

SU STRADA
Su strada, come alla voce listino, la Hyundai i30 CW si rivela interessante. Lo sviluppo delle linee, ma soprattutto dei concetti di abitabilità che guidano i tratti degli interni sono evidentemente frutto di uno studio mirato a conquistare il pubblico del Vecchio Continente. Certo, la i30 CW non appartiene al segmento Premium e non fa nulla per cercare di rientrarci, ma non da nemmeno la sensazione di essere una vettura "vorrei ma non posso". E' piuttosto un'auto di sostanza, dedicata a famiglie che badano al sodo pur senza rinunciare a nulla in termini di sicurezza e di confort di bordo.

 

La i30 CW, infatti, offre spazio in abbondanza per tutti gli occupanti ed un buon vano bagagli, al quale si non si può accedere per mezzo dell'apertura del lunotto ma solamente attraverso il classico portellone. Ben studiata è l'altezza della soglia del vano di carico così come la linearità del piano, sotto al quale si nasconde un pratico secondo fondo.

COMODA PER TUTTI
La posizione di guida, grazie alla possibilità di regolare sedile e volante, calza a pennello a guidatori di tutte le taglie. Allo stesso modo anche i principali comandi sono ben fruibili e semplici da utilizzare, anche se un pizzico di razionalità in più non avrebbe guastato nella disposizione di alcuni pulsanti, tra cui quello del trip. Ben leggibile è anche la strumentazione, che si caratterizza per gli aghi rossi lo sfondo nero ed una sfumatura blu, ripresa anche dallo sfondo dei display digitali, che trova posto nella circonferenza più esterna di tachimetro e contagiri.

COME UN MILLESEI
La versione protagonista della nostra prova, la 1.4 Comfort, ha dimostrato un bel carattere in termini di motore: senza conoscere la cilindrata si potrebbe tranquillamente pensare di aver a che fare con un millesei, in particolar modo per la rotondità con cui "gira" ai medi regimi, mentre per quanto concerne i consumi la media da noi rilevata si attesta nei pressi dei 13.5 km/l, con picchi negativi o positivi di un paio di km/l in base al piede utilizzato.

SINCERA
Relativamente silenziosa, in particolar modo a velocità costante, la Hyundai i30 CW non vanta certamente doti sportive spiccate, rappresentando invece un giusto compromesso tra sicurezza e comfort di bordo. Valori, quest'ultimi, esaltati dalla presenza dell'ESP, del quale non c'è alcun bisogno in condizioni di guida standard, e dalla taratura delle sospensioni che gestiscono i 1.340 kg della vettura assicurando precisione al retrotreno ed un sottosterzo "sincero" calcando la mano negli ingressi in curva. Di buon livello anche l'impianto frenante, mai in crisi, ed il cambio a cinque rapporti, che vanta un feeling sulla leva piacevolmente "contrastato" negli innesti. Tra le particolarità della vettura segnaliamo l'ampia visibilità assicurata nelle fasi di parcheggio, che non costringe all'adozione dei sensori di parcheggio, ed il ridotto raggio di sterzo.

DA 15.590 EURO
Hyundai i30 CW è disponibile in due allestimenti nel caso della 1.4, Classic e Comfort, mentre per la millesei turbodiesel sono disponibili Classic e Comfort nel caso della 90 CV o Comfort e Style per la 1.6 CRDi da 126 CV. Parte dal basso il prezzo di listino. Per avere una Hyundai i30 CW 1.4, infatti, è sufficiente staccare un assegno di 15.590 euro per la Classic e di 16.890 euro per la Comfort. Per la 1.6 turbodiesel da 90 CV sono invece necessari 17.590 euro nell'allestimento Classic e 18.890 euro er il Comfort, mentre per la più potente 1.6 CRDi da 126 CV sono necessari 19.690 euro per la Confort e 20.690 per il top di gamma Style.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Hyundai i30 Station Wagon
Modelli top Hyundai
Maggiori info
Hyundai