Test drive

Hyundai Kona | Tecnologia e un design che divide... [Video]

-

Design che divide, quello di Hyundai Kona. Ma dentro è tutta scoprire, e soprattutto è da scoprire al volante, grazie al frizzante 1.6 diesel...

Intro

Può non piacere a tutti, questa Hyundai Kona. Eppure a chi vi scrive sì, e non poco. Sarà stata la colorazione grigia, che ne porta via qualche modanatura esterna in plastica, o saranno stati gli interni sgargianti impreziositi da alcune scelte stilistiche intriganti. Insomma, ad Andrea non è piaciuto il design. A me sì. 

Esterni

Abbiamo tra le mani un SUV del segmento B: compatto, lungo meno di quattro metri e 20, con un metro e 57 di altezza e uno e 80 di larghezza. Dimensioni da città, quindi, per un modello che però riesce a regalarsi anche più di una gita fuori porta... o magari fuori strada, specialmente nella declinazione a quattro ruote motrici di cui qui però non possiamo godere. Già alla prima occhiata, Hyundai Kona appare massiccia, non tanto per le dimensioni o il peso quanto per i "rinforzi" dei passaruota, che, in plastica, portano quei centimetri di spessore in più che dividono: da un lato piacciono, dall'altro si insinuano in maniera poco armoniosa su alcune colorazioni. Il gruppo ottico davanti è sdoppiato, e purtroppo alogeno nell'abbagliante e nell'anabbagliante. Peccato perché le luci diurne a LED invece sono di impatto. Dietro invece c'è un posteriore abbondante che però ammicca grazie agli stop che paiono feritoie. L'altezza da terra è sufficiente ai più alti per non essere costretti a sdraiarsi in fase di "salita" a bordo.

Interni

La sottile linea rossa. E' quella che riguarda non solo le cinture, appunto rosse, ma anche e soprattutto i particolari che si inseguono nell'abitacolo di Hyundai Kona. Sono piccoli valori aggiunti che però segnano il passo di un lavoro meticoloso da parte dei designer, che ci consegnano un abitacolo giovanile e sgargiante, sebbene il colore che trionfa di più sia il nero. A disposizione abbiamo un quadro strumenti classico, mentre il display centrale ospita la compatibilità con Android Auto e Apple Carplay. Il volante è organizzato come sempre in termini di comandi, e il sedile ci offre tanto spazio per la testa; le impostazioni sono manuali, mentre il piantone dello sterzo si muove sia in altezza sia in profondità. Certo, se davanti guida un driver extralarge, dietro non prenderanno posto in molti, ma dobbiamo tenere conto del passo e del disegno della vettura. Con un occupante di dimensioni medie non ci saranno invece problemi. Comodo il climatizzatore automatico ma monozona, utile la ricarica wireless, bene gli aspetti legati ai supporti di guida che vedremo tra poco.

La fiancata della Hyundai Kona
La fiancata della Hyundai Kona

Motori e Sensazioni di guida (cambio frizione sterzo)

Vettura morbida e non certo rigida, nella versione a trazione anteriore non abbiamo particolari perdite di aderenza o comportamenti nervosi. A disposizione abbiamo un motore da 1.6 litri, turbodiesel, che eroga 116 CV di potenza e una più che sufficiente coppia da 280 Nm. Le prestazioni non mancano in termini di velocità di punta (193 chilometri orari), di accelerazione 0-100 (11 secondi) ma soprattutto di frenata: quella di emergenza ci inchioda alle cinture e nonostante il beccheggio sia pronunciato, ci si arresta senza dover apportare particolari pressioni smodate al pedale del freno. Si sarebbe potuto fare qualcosina di più sull'insonorizzazione dell'abitacolo, mentre il cambio manuale a sei rapporti è ben spaziato e privo di impuntamenti. La frizione è altresì leggera, e non ci provoca danni o seccature nella guida in città. Capitolo consumi: percorriamo 15 chilometri in città con un litro di gasolio, 18 a limite autostradale, 21 se viaggiamo intorno ai 110 chilometri orari.

Sistemi sicurezza attivi e altri optional

L'assistente di corsia è attivo, e ci sono anche la frenata di emergenza e la protezione dell'angolo cieco. Non manca nemmeno il cruise control, anche se non è adattivo. Tutto sommato, quindi, su una vettura di questo segmento abbiamo una ottima offerta legata alla tecnologia, ma anche per il resto, grazie soprattutto alla compatibilità con Carplay e Android Auto ci troviamo una vettura con ogni comfort. A completare l'offerta, la telecamera posteriore, molto utile visto il disegno del lunotto posteriore.

Target, prezzi e conclusioni

Seconda auto per famiglie o prima auto per trentenni, questa Hyundai Kona offre un listino di accessori corto e versioni complete, che partono da 18.000 euro e arrivano nel nostro caso a 24.000.

Pro e Contro

  • + Tecnologia + Sensazioni di guida
  • - Design (non è un difetto in valore assoluto, ma certamente è destinato a dividere)

Scheda

Motore In prova
Cilindrata: 1.6 diesel
Numero cilindri: 4 in linea
Potenza: 116 cavalli
Coppia: 260 Nm
Cambio: manuale a 6 rapporti
Trazione: anteriore
Consumo km/litro: 15 in città, 18 a 130, 21 a 110
Emissioni CO2 per km: 129 grammi

Prestazioni:
Velocità Massima: 193 chilometri orari
0-100: 11 secondi

Misure:
Lunghezza/Larghezza/Altezza in cm: 417/180/157
Passo: 260 centimetri
Bagagliaio: 361-1143 litri
Pneumatici: 16 pollici
Peso: 1233 chilogrammi

  • forzafu, Settimo Torinese (TO)

    definire l'auto in prova una seconda auto per famiglia e adatta a qualche gita fuori porta a mio avviso sminuisce le capacità , la polivalenza , la flessibilità d'uso dell'auto , certo tutti quanti vorremmo un garage che spazia dalla Smart alla Stelvio così avremmo l'auto per la "commissione" vicino casa, poi l'elettrica per un giro in centro , poi la sportiva magari 4x4 per la gita in montagna, quella per il viaggio in autostrada ecc.. ecc.. ma purtroppo la maggior parte di noi ha una Panda e con quella ci fa tutto per cortesia non fatecelo pesare !!!!!
Inserisci il tuo commento
Altri su Hyundai Kona
Maggiori info
Hyundai