prove

Kia E-Soul, come va l'unica variante per il mercato europeo?

-

La Kia E-Soul, come dice il nome, sarà unicamente elettrica per il mercato del vecchio continente, con una proposta di due varianti di potenza.

Kia E-Soul, come va l'unica variante per il mercato europeo?

Le auto elettriche sono ormai una realtà che si sta pian piano consolidando a fianco dei motori a combustione tradizionale. In molti parlano di passaggio definitivo verso questa soluzione propulsiva, altri invece si limitano a pensarla come una variante alternativa a quanto si è visto sino ad oggi. Tra le più estreme, almeno in Europa, sembra essere Kia che per la "cittadina" Soul ha scelto di importare nel Vecchio Continente la sola variante elettrica in due declinazioni di potenza e di batteria. 

Kia e-Soul, infatti, muoverà il 420 della sua carrozzeria ridisegnata per essere ancora più personale che in passato con la forza di una batteria da 64 kWh (Long Range) in grado di assicurare 204 CV di potenza massima e 395 Nm di coppia (0-100 km/h in 7,9s e 167 km/h) con un'autonomia di 452 km. La seconda, definita Mid-Range, offre 277 km di raggio d'azione e prestazioni più contenute visto che a fronte di un valore di coppia analogo il motore eroga "solamente" 136 CV per prestazioni di 155 km/h e 9,9s per o 0-100. 

Due gli allestimenti: Style (con sedili e volante riscaldabili, fari full led e sistema multimediale con schermo da 10,25") e la più accessoriata Energy (aggiunge anche i sedili in pelle ventilati, il sensore di parcheggio anteriore, head-up display) con prezzi che vanno da 39.500 euro circa a 4.000 euro in più per la variante più accessoriata e prestazionale. Una cifra "importante" per una cittadina, che comprende però 7 anni/150.000 km di garanzia. 315 i litri di bagliaio spalmati su due "piani": il secondo è quasi del tutto occupato dai cavi di ricarica.

Kia e-Soul, esattamente come la sorella e-Niro, si può ricaricare da una presa di corrente alternata al ritmo di 7,2 kWh ma ad una colonnina fast-charge accetta fino a 100 kWh per una ricarica che porta in venti minuti la batteria dal 20 al 80%.

Come si guida

La nuova Kia e-Soul è un'auto elettrica all'interno della quale c'è spazio a sufficienza per gli occupanti, sia davanti che dietro. E' compatta ma è stata chiaramente pensata per l'uso urbano di una piccola famiglia: la classica mamma/papà che portano i bambini a scuola per poi andare in ufficio con un'autonomia che è più che sufficiente, in entrambe le varianti, per vivere con una certa tranquillità la vita urbana. I materiali sono di discreta qualità e gli assemblaggi denotano una grande crescita del Gruppo Hyundai/Kia negli ultimi cinque anni, a dimostrazione di come lo sviluppo in ambito automobilistico in Corea del Sud proceda a grande ritmo anche grazie al know-how arrivato dall'Europa
 

E' però in termini di guida che la e-Soul (come la e-Niro) stupisce perché la power unit elettrica oltre a spingere in modo forte e lineare è anche in grado di recuperare energia in modo estremamente intelligente: oltre alla già vista regolazione manuale dell'intensità del "freno motore", infatti, la nuova tecnologia sfrutta i radar di distanza per dare vita ad una funzione auto piuttosto interessante. Quando l'auto davanti a voi frena e si rende per forza di cose necessaria la frenata il sistema di e-Soul alza l'intervento del freno motore in modo automatico (e non fastidioso) coadiuvando la normale frenata meccanica e recuperando l'energia con il classico effetto dinamo

Un approccio smart ad un problema che molti automobilisti lamentano delle auto elettriche, ovvero una forte invadenza del sistema di recupero dell'energia, che sfrutta in modo eccellente i sensori di distanza attivi per i sistemi di aiuto alla guida di livello 2: e-Soul, infatti, vanta cruise control adattivo, lane assist e tutto quello che serve per considerarla una vettura con aiuti alla guida di livello 2.

Silenziosa e fluida nel funzionamento la e-Soul trova il suo habitat naturale in città con qualche limitazione nell'extra urbano: ricaricarla a casa con una presa domestica richiede molto tempo e la scarsità di colonnine di ricarica realmente rapida rendono difficile pensare alla e-Soul come una valida soluzione per spostarsi oltre le mura cittadine. Interessanti comunque i costi: un pieno di energia nella variante con autonomia estesa (452 km) può costare dai 15 euro domestici ai 30 delle colonnine di ricarica rapida con le tariffe più elevate.

In conclusione

Un'auto ben fatta, con una proposta intelligente in termini di approccio al sistema di recupero di energia che può portare ad uno stile di guida one-step (senza usare il freno in città) o ad uno più scorrevole e confortevole ma senza perdere troppo in termini di recupero dell'energia in frenata, elemento fondamentale per arrivare a simili valori di autonomia.
 

Pro e Contro

  • - recupero di energia intelligente - prestazioni interessanti - è molto tecnologica
  • - Bocchette dell'aria con regolazione "dubbia" - Ricarica: le colonnine "rapide" sono poche - Prezzo: 40.000 euro è una cifra ancora elevata

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento