Primo test

Mercedes GLE | Fango? Freddo? Esami superati... [Video]

-

Abbiamo guidato Mercedes GLE in condizioni climatiche avverse, ma non ha fatto una piega. Ottimo SUV e grandi doti off-road per questo gigante Mercedes...

Intro

Già alla prima occhiata, Mercedes GLE non mente. E' il tipico SUV con le tipiche proporzioni da SUV, ma con qualcosa in più. Saranno alcune finiture, saranno i predellini sulle fiancate, o magari il massiccio frontale a dirlo: sì, qui si può fare del fuoristrada. Anche pesante. E allora andiamo a vedere la doppia anima di questo modello griffato Mercedes.

Esterni

Tipicità da SUV, dicevamo, con inserti preziosi che fanno comprendere come GLE possa dare mostra di sè anche quando l'asfalto rimane alle spalle. Le misure parlano chiaro: quattro metri e 82 di altezza, uno e 94 di larghezza, e un'altezza di uno e 80. Una bella presenza, quindi, resa massiccia da un frontale dove l'emblema Mercedes è enorme, e dove i fari full led adattivi si accendono in via del tutto scenografica. Sulle fiancate le nervature non mancano, così come i cerchi da 21 che magari non suggeriscono un fuoristrada estremo, ma che sono perfettamente concepiti per dare a GLE le giuste proporzioni. La spalla è comunque adeguata, ed è elevata l'altezza da terra, con angoli di attacco e di uscita rispettivamente di 26 gradi e altezza di guado di 50 centimetri, che diventano rispettivamente 30 gradi e 60 centimetri con il pacchetto Offroad+. Niente male per questo mostro costruito con i soliti crismi Mercedes, che offre qualità anche nelle soluzioni posteriori e nel bagagliaio, apribile e richiudibile in via del tutto elettrica. I doppi terminali portano simmetria ma sono finti. Poco male, è un vezzo stilistico di molte case.

Interni

Interessanti, e in pieno stile Mercedes se ne avete già guidata una o se conoscete le nostre prove. Tutto è organizzato in maniera consueta, compresa la leva del cambio al volante, e il grande joypad al centro di un tunnel particolarmente abbondante. Il joypad? Bocciato, è un sistema passato che meriterebbe una nuova veste. La sensazione a bordo? Premium, nonostante alcune plastiche potrebbero suggerire altro. Peccato perché nella plancia i materiali sono in generale validi, e lo spazio a bordo non manchi. Il passo, di quasi tre metri, offre posizioni comode per ogni occupante. Davanti ci si sta comodamente, e non si hanno impedimenti. Mancano le memorizzazioni dei sedili, uno dei tanti-troppi optional a disposizione dell'utilizzatore finale. I settaggi però sono elettrici, e anche il volante si orienta nel modo giusto. La strumentazione è in stile Mercedes, come il sistema infotainment completo, che tra l'altro suona niente male. Ottime notizie persino dai sistemi di guida, ma ne parleremo più avanti. Se davanti tutti sono comodi, dietro le sensazioni sono le stesse. A disposizione gli occupanti posteriori hanno anche la presa 12v, la possibilità di gestire le bocchette del climatizzatore, e un paio di piccoli vani porta oggetti. Il valore aggiunto del comparto posteriore è dato dalla versatilità. Si parte nel bagagliaio da quasi 500 litri, ma si arriva a oltre 2000. Il merito è soprattutto dei sedili posteriori, che si possono non solo ripiegare ma avvolgere su se stessi. Il bagagliaio offre un vano a sinistra, la presa 12v e una reticella a destra, il ruotino, e un meccanismo che apre e chiude in tempo adeguato.

Motori

250d 4matic significa motore 2.2 diesel da 204 CV e trazione integrale permanente. In più noi abbiamo a disposizione una comoda wheel al centro del tunnel con cui possiamo "vestire" la nostra GLE a seconda delle situazioni e delle necessità. Comfort, Off road, Sport sono modalità che cambiano pelle al nostro SUV, alzandolo e abbassandolo a seconda dei percorsi... e della quantità di fango! E' lì che Mercedes GLE dà il meglio di sè, mostrandosi abile a restare confortevole pure sulle asperità più dure, dove altri cederebbero e dove invece GLE, complici gli angoli di attacco e di uscita e l'altezza di guado passa senza disagi. In più abbiamo la possibilità di goderci GLE in totale tranquillità quando invece è l'asfalto la superficie sulla quale maciniamo chilometri. Adattissima ai grandi viaggi, GLE si dimostra non certo sportivissima nella nostra motorizzazione ma comunque abile a non farci sentire più di tanto le due tonnellate di peso e lo spostamento dei carichi. Ripartiti al meglio, non abbiamo alcun problema a bordo in termini di insonorizzazione, e il motore entra con una voce non piacevolissima solo quando i giri aumentano. A proposito: a disposizione abbiamo una coppia mostruosa di 500 Nm, già a 1600 giri, con prestazioni che fermano il crono sullo 0-100 in 8.6 secondi, e ci portano a una velocità massima di 210 chilometri orari. Lo start and stop riaccende la macchina con un minimo di vibrazione, ma contribuisce a fissare il consumo in 10 chilometri percorsi per ogni litro di gasolio, che diventano 12 a limite autostradale e salgono a 14 intorno ai 110. Gli spazi di arresto portano in vettura tanto beccheggio, e serve una pressione "maschia" al pedale del freno per trovare tutta la potenza del caso. Gli spazi di arresto? Nella media.

Cambio-Sterzo

Il cambio 9g tronic plus è intelligente e non ha alcun problema da segnalare, lo sterzo non si indurisce mai tantissimo e si declina su un volante da imparare a usare per interagire al meglio con le tante funzioni a disposizione. La personalizzazione è un punto di forza di questa Mercedes GLE; non parliamo degli elenchi chilometrici di optional, ma delle modalità di guida che possono trasformare anche le cambiate, accorciandole o allungandole. C'è di buono che in nona a 110 si gira intorno ai 1200 giri, con un conseguente risparmio in termini di dispendio di carburante.

Sistemi sicurezza attivi

C'è il cruise control adattivo, c'è il traffic jam, ed entrambi ci portano fino a zero ma ci fanno ripartire con un minimo di sussulto. Bene la frenata assistita, l'assistente di corsia attivo, e la protezione dell'angolo cieco con segnale sullo specchietto retrovisore che si vede eccome.

Altri optional

La telecamera a 360 gradi è da prendere assolutamente, e anche il climatizzatore sdoppiato automatico funziona benissimo. I sedili si riscaldano e si rinfrescano, il bagagliaio si apre elettricamente, e ci sono pure Android Auto e Apple Carplay che si muovono su un sistema infotainment che meriterebbe una svecchiata dal punto di vista dell'interfaccia. Insomma, c'è tutto, in pieno stile Mercedes. Già, ma a che prezzo?

Target, prezzi e conclusioni

79.000 euro, ecco a quanto. Un prezzo in linea con la tipologia di vettura. La consiglieremmo? Sì, soprattutto per le doti da fuoristrada. Forse la sceglieremmo più potente, ma è il giusto compromesso tra consumi e prestazioni.

Pregi e difetti

  • + Doti off road + Piglio premium
  • - Infotainment da svecchiare - Voce del motore non convincente in alto

Scheda

Motore In prova
Cilindrata: 2.2 diesel
Numero cilindri: 4 in linea
Potenza: 204 cavalli
Coppia: 500 Nm a 1600 giri
Cambio: automatico a 9 rapporti
Trazione: integrale
Consumo km/litro: 10 in città, 12 a limite autostradale, 14 a 110 orari
Emissioni CO2 per km: 140 grammi

Prestazioni:
Velocità Massima: 210 chilometri orari
0-100: 8.6 secondi

Misure:
Lunghezza/Larghezza/Altezza in cm: 482/194/180
Passo: 292 centimetri
Bagagliaio: 480-2010 litri
Pneumatici: 21 pollici
Peso: 2075 chilogrammi

  • mikghio, Borgo San Dalmazzo (CN)

    Che peccato.....speravo in una G vera..che potesse essere degna del nome....e invece una Mercedes simile alle altre anonime. Peccato; terrò tutta la vita la mia "vecchia G".
Inserisci il tuo commento
Altri su Mercedes-Benz GLE
Maggiori info
Mercedes-Benz