prova su strada

Nissan Pulsar DIG-T 190 cavalli [VIDEO]

Comoda, pratica e pepata
-

Abbiamo provato la Nissan Pulsar DIG-T da 190 cavalli. La comodità è stata tanta, con un migliorato comfort di guida, oltre che da un bel po' di pepe garantito dal motore turbo. Il tutto a partire da 17.900 euro

Nissan Pulsar DIG-T 190 cavalli [VIDEO]

Nissan prova a spingere sull'acceleratore per quanto riguarda la sua vettura di segmento C, la Pulsar, e lo fa dotandola di un nuovo motore, il DIG-T turbo da 1.6 litri alimentato a benzina, in grado di erogare 190 cavalli di potenza. 

Motore DIG-T da 190 cv: ci voleva!

L'auto che si ritrova a competere con Volkswagen Golf, Ford Focus e Peugeot 308 – solo per citare alcune tra le concorrenti agguerrite della due volumi nipponica – potrà così essere equipaggiata da un motore in linea con le direttive Euro 6, capace di 240 Nm di coppia già a 2.000 giri/m, ma parco nei consumi. A fronte di un valore dichiarato dalla casa pari a 5.7 l/100km, durante la nostra prova abbiamo calcolato un consumo di 6.5 l/100km, per via di un uso particolarmente intensivo dell'aria condizionata dovuto alla canicola del luglio lombardo e di una guida non propriamente parsimoniosa sul pedale del gas.

Confronta Modello Pulsar
Scopri le dirette concorrenti di Nissan Pulsar con il nostro Confronta Modello

 

Lo sterzo, particolare che non aveva riscosso valutazioni eccellenti nel recente passato, è stato migliorato, ed ora si presta a rilasciare feedback più sinceri al guidatore, senza risultare mai legnoso o scattoso, offrendo una buona rotondità di guida. L'assetto alle andature brillanti, invece, invita a prestare la massima attenzione: non siamo su una versione marchiata NISMO, bensì su una normale pulsar alla quale è stato aggiunto un motore più grintoso: attenzione, quindi, a non esagerare le staccate in entrata di curva, altrimento l'auto rischia di scomporsi.

Dal vivo: com'è fuori

Sono poche le modifiche per quanto riguarda il comparto estetico rispetto alla versione tradizionale. Si notano ad un primo impatto i fari, il cui fondo ora è nero, particolare che garantisce ai gruppi ottici un look più cattivo. Belli i cerchi bi-cromatici da 18", mentre al retrotreno troviamo un diffusore in materiale plastico la cui verniciatura richiama il carbonio.

Dal vivo: com'è dentro

È tuttavia il comfort il vero fiore all'occhiello della Nissan Pulsar. Grazie ad un passo di 2.700 mm – valore ai vertici della categoria – la vettura offre uno spazio davvero elevato ai passeggeri delle file posteriori, dove trovano comodità di seduta anche tre persone di statura elevata. Il bagagliaio da 385 litri si amplia sino a 1395 abbattendo i sedili, offrendo ampio spazio anche a chi non si accontenta di viaggiare leggero.

La vettura offre uno spazio davvero elevato ai passeggeri delle file posteriori, dove trovano comodità di seduta anche tre persone di statura elevata

 

Buono anche l'infotainment. Uno schermo touch-screen da 5.8” fa bella mostra di sé al centro della plancia, svolgendo le funzioni di un navigatore satellitare, con una mappa che – dobbiamo ammetterlo – non legge purtroppo tutte le strade di ultima creazione. Dagli altoparlanti esce un sound che riempie bene l'abitacolo, a patto che il volume non venga impostato al massimo, pena un sensibile fruscio. Il sistema di climatizzazione automatico bi-zona, invece, si è rivelato molto valido, offrendo refrigerio anche in una giornata davvero torrida.

 

Le plastiche della plancia rientrano negli standard qualitativi del segmento, e si apprezza il vezzo stilistico della diversificazione dei materiali per riprendere la cornice lucida in cui è incastonato il touch-screen da 5.8”. Nella versione DIG-T, inoltre, le cuciture sul volante e sui sedili sono di colore bianco, segno dell'attenzione dei designer per differenziare ulteriormente la Pulsar da 190 cv rispetto a quelle motorizzate da unità “tradizionali”.

Pulsar 037
Il DIG-T da 190 cv è onesto e spinge sin da subito. Rotondo nell'erogazione, sa quando regalare emozioni
 

Ampia la dotazione standard per i sistemi di sicurezza

Sono i piccoli particolari che posizionano la Nissan Pulsar su un livello superiore. Ad una già vasta dotazione di serie, si aggiungono diverse variabili non di poco conto: l'AVM – Around View Monitor, ovvero quattro telecamere posizionate al retrotreno, all'avantreno e sotto gli specchietti, le quali garantiscono una visione a 360° del perimetro della vettura un fase di manovra – il Safety Shield, un sistema che integra l'avviso del cambio involontario di corsia, la copertura dell'angolo cieco e l'allerta per gli oggetti in movimento, ed i sedili riscaldabili, davvero efficaci ed immediati.

Conclusioni

La Nissan Pulsar da 190 cavalli è destinata a tutti coloro che non vogliano rinunciare ad una guida pepata e piccante, senza dover necessariamente trovare compromessi di comfort e comodità per gli altri passeggeri. Il pacchetto è compreso in un prezzo ragionevole, trovandosi in alcuni frangenti sotto a quanto fissato dagli altri mezzi del medesimo segmento: la DIG-T parte da un minimo di 17.900 euro fino ai 26.480 euro della Teckna da noi testata.

Pro

- Motore: decisamente elastico, valido e sempre pronto. Ci piace

- Sedili: ben avvolgenti e comodi

- Interni spaziosi: siamo ai vertici della categoria

Contro

- Assetto: non tiratele troppo il collo, non è una Hot Hatch. Per quello, arriverà la NISMO

- Navigatore: controluce tende a non essere ben visibile, monitor forse un po' piccolo

- Plastiche della plancia: pregevole intento stilistico, ma al tatto trasmettono ruvidità

 

Marco Congiu

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Nissan Pulsar
Modelli top Nissan
Maggiori info
Nissan