Test drive

Nissan Qashqai | Con l'Autopilot è tutto più semplice [Video]

-

Cruise control adattivo che ci porta fino all'arresto della vettura, e assistente attivo sullo sterzo. Ma il nuovo Qashqai non è tutto qui

Intro

Se dici crossover, ti viene subito in mente Nissan Qashqai, un modello di successo che torna sulle pagine di Automoto.it in un blu sgargiante e con il cambio CVT. 

Esterni

Nella accezione generale, il design è rimasto lo stesso della versione provata all'inizio del 2018 per Automoto.it; davanti agli occhi abbiamo un crossover da meno di quattro metri e 40, largo uno e 81, alto uno e 59, che davanti offre un frontale di grande impatto, merito soprattutto dell'alternanza nella colorazione della calandra e della firma luminosa a LED dei fari diurni. A proposito di fari a LED: sono adattivi, hanno abbagliante automatico e seguono la traiettoria imposta dal volante. Stacco da terra interessante, utile per le strade bianche, sul cofano e lungo le fiancate le nervature conferiscono un certo carattere al senso di insieme, mentre dietro i gruppi ottici si schiacciano idealmente verso il basso e soprattutto verso il centro, ad aumentare l'idea di dinamicità.

Interni

Dentro lo stile che sbaraglia all'esterno si perde in un certo senso; niente di trascendentale, ovviamente, ma ci limitiamo a una sobrietà di genere che vira al negativo solo per il display centrale, che ospita un sistema infotainment obsoleto e meritevole di upgrade. Per il resto, se passiamo sopra alle viti a vista delle alette parasole, abbiamo un cruscotto e una plancia classici, con l'abitacolo che offre una buona abitabilità, a patto che davanti non guidi un pivot da pallacanestro. Il passo infatti si ferma a 265 centimetri, ma l'altezza della vettura aiuta gli occupanti posteriori a trovare spazio per spalle e testa. Da ricordare invece che davanti le impostazioni dei sedili sono manuali, e che dietro gli agganci isofix non sono particolarmente facili da raggiungere. Il bagagliaio apre all'opportunità di uscire dalla città e raggiungere luoghi lontani, fissando la propria capacità a 433 litri con i sedili canonici, e 1533 con l'abbattimento manuale 60-40. L'unica nota veramente negativa, ma è un parere del tutto personale, sta nelle resistenze del parabrezza, che certamente aiutano a sbrinare, ma altrettanto certamente danno un po' di fastidio nella guida notturna. Si può passare invece sulla ventilazione, vagamente rumorosa ma efficace nel riscaldamento dell'abitacolo. Bene anche i sedili riscaldabili.

Motori e Sensazioni di guida (cambio frizione sterzo)

A disposizione abbiamo un Qashqai a trazione anteriore, con propulsore 1.6 turbo diesel da 130 CV che eroga 320 Nm di coppia massima a 1750 giri. Motore elastico, che riprende facilmente e non risulta mai essere troppo rumoroso, anche se forse qualcosina in più in chiave insonorizzazione poteva essere fatto. In chiave prestazionale, certamente non abbiamo tra le mani un modello sportivo, anche se tocchiamo i 183 chilometri orari di velocità di punta e acceleriamo da zero a cento in 11.1 secondi. Frenata con pedale che non richiede una pressione spasmodica, e spazi di arresto nella media con un beccheggio naturale ma non abbondante, nonostante il design della vettura. Capitolo cambio: abbiamo a disposizione l'XTronic di Nissan, vale a dire un CVT. La prima sensazione di guida che ti trasmette è il solito on-off: quando rilasci i giri crollano e ci sentiamo un po' abbandonati a noi stessi, ma è solo un feeling del momento perché in città si rivela particolarmente reattiva e dinamica. Certo, un minimo "effetto pullman" non manca, ma in generale anche grazie al cambio i consumi sono di tutto rispetto. In città percorriamo 11.5 chilometri con un litro di gasolio, a limite autostradale tocchiamo i 13.3, e saliamo a 16 quando preferiamo una guida costante a 110 chilometri orari. In fase di marcia la tenuta è onesta, i comportamenti tutt'altro che nervosi, e lo sterzo si declina su un volante dal giusto diametro e si rivela sufficientemente diretto, in linea con la vettura.

Sistemi sicurezza attivi e altri optional

Il cruise adattivo ci porta fino all'arresto completo di Qashqai, e la sua attivazione ci permette di sfruttare la guida assistita, con un aiuto tangibile sullo sterzo (Nissan Autopilot). Con il cruise control disattivato, invece, abbiamo un assistente di corsia che si limita a un impulso sonoro, senza impatto diretto e attivo. A stupire sono invece i sensori dell'angolo cieco, perché ancora una volta il led è posto sul montante del parabrezza e ci permette una visibilità senza pari. Inoltre non manca nemmeno la frenata automatica di emergenza con riconoscimento della stanchezza. Tra gli altri optional, da segnalare sicuramente la telecamera posteriore, che ci aiuta in ogni genere di manovra.

Target, prezzi e conclusioni

Nissan Qashqai è già diventato grande, ma ora ha bisogno di un passo finale, di un affondo nell'ultimo miglio, per portare all'interno tutto l'ottimo lavoro fatto all'esterno. Si parte da poco più di 22.000 euro, e si toccano i 38.000 nella nostra versione, la più ricca, la Tekna.

Pro e Contro

  • - Look esterno - Reattività in città
  • - Alcune scelte nei materiali degli interni - Ventilazione leggermente rumorosa - Le resistenze del parabrezza: di notte infastidiscono?

Scheda

Motore In prova
Cilindrata: 1.6 turbodiesel
Numero cilindri: 4 in linea
Potenza: 130 cavalli
Coppia: 320 Nm a 1750 giri
Cambio: CVT a controllo elettronico
Trazione: anteriore
Consumo km/litro: 11.5 in città, 13.3 a 130, 16 a 110 orari
Emissioni CO2 per km: 122 grammi

Prestazioni:
Velocità Massima: 183 chilometri orari
0-100: 11.1 secondi

Misure:
Lunghezza/Larghezza/Altezza in cm: 439/181/159
Passo: 265 cm
Bagagliaio: 430-1533 litri
Pneumatici: 19 pollici
Peso: 1440 chilogrammi

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Nissan Qashqai
Maggiori info
Nissan