CIAR 2022. Targa Florio. La Prima di De Tommaso, Skoda

CIAR 2022. Targa Florio. La Prima di De Tommaso, Skoda
Piero Batini
  • di Piero Batini
Targa difficile. Meteo devastante, strade e Prove… annullate. Tre vincitori nelle prime tre Speciali, De Tommaso scommette e vince, Crugnola a mitraglia insegue, invano, fino alla fine. La prima del Toyota GR Yaris
  • Piero Batini
  • di Piero Batini
9 maggio 2022

Termini Imerese, 7 Maggio. Grande Damiano de Tommaso! Passetto indietro. Targa Florio. Piove. Sul bagnato? Anche. Angelo Sticchi Damiani annuncia che la Cursa resterà a Palermo. Ora ditemi come si fa a trasferire le Madonia altrove. Dice anche che la proprietà del Marchio storico passata all’Automobil Club d’Italia vuol dire rilancio dell’Evento. Speriamo bene, vi dico che lo si sentiva dire per la centesima edizione, oggi se ne contano ben 6 di più, e non è cambiato molto, a parte il meteo.

Meteo sì, disastroso, anti-siciliano. Un talento nascosto della Sicilia degli ultimi anni. Infatti ultimamente, in coincidenza con la Corsa inventata dal Florio leggendario, piove a catinelle. Temporali, smottamenti, strade allagate, detriti ovunque. Presto arriva la certezza che bisogna metter mano al tracciato e, di conseguenza, al programma. Vengono cancellati i tre passaggi della Scillato-Polizzi di Sabato, che era la più lunga del giorno clou del Rally, e con quelli se ne vanno 45 chilometri, oltre un terzo dei 125 dello sviluppo originario. Il Rally resta impegnativo e singolare. Come sempre affascinante.

L’uomo da battere, quest’anno, è Andrea Crugnola (al suo fianco Pietro Elia Ometto). Tornato con la Citroen del Team FPF, al secolo la Famiglia Fabbri, il Campione 2020 ha già dimostrato ampiamente quanto vale, e non solo in Italia… o meglio in Italia anche quando si tratta di Mondiale (leggi Monza). Va da sé che all’arringa d’attacco di Crugnola corrisponde una certa blanda difesa di Giandomenico Basso (e Lorenzo Granai), il Detentore o Campione in carica. Ma c’è del movimento, nell’Italiano Assoluto e Sparco. Se si tratta di Crugnola e Basso, allora si deve ricordare che la storia è monca di Andreucci e Scandola, e a parte questo, se Crugnola si è imposto al Ciocco, a Sanremo ha vinto Fabio Andolfi (con Manuel Fenoli) e in Sicilia, al Targa Florio numero 106…

Ecco, tutto da rifare e ridire, o quasi. Buoni i leit motiv ma ancora più buone le (belle) sorprese. Anche la dinamica del Rally è una (bella) sorpresa. Crugnola subito all’attacco. Suo lo shakedown e suoi i tre punti nella prima del Power Stage all’italiana, tanto per incominciare. Poi tutto segue un copione diverso da quello che si riteneva corretto. Andolfi vince la successiva Cefalù 1 e passa in testa, e anche questo ci stava. Infine, siamo ancora nella giornata inaugurale del Rally, Damiano De Tommaso (che corre con Giorgia Ascalone) stacca il tempo della magia sulla seconda Cefalù e si insedia al comando. Basso è secondo e Andolfi terzo. Crugnola l’ha fatta “sporca” e cede 15 secondi. Troppi, si vedrà alla fine.

La gara cambia ancora faccia il Sabato. Il film si incentra totalmente sul duello tra Crugnola, all’attacco, e De Tommaso, in difesa. Non c’è altra soluzione di sceneggiatura, se non un intermezzo sulla penultima vinta da Andolfi. Crugnola vince 5 Speciali su 6, recupera due posizioni e più di 10 secondi. Non abbastanza. Damiano De Tommaso vince la sua prima Prova di Italiano con appena 4 di vantaggio. Molto ben fatto! Coefficiente 1.5 per il Targa, Crugnola mantiene la leadership del Campionato, 66.5 punti, davanti a De Tommaso, 61, e Andolfi, 43. Ora si va ad Alba, a Giugno, per la quarta di un Campionato tutt’altro che scontato. Il Targa è anche la prima del Toyota GR Yaris Rally Cup. Ne riparliamo.

© Immagini – ACI Sport – Bettiol – OSE – Hyundai Motorsport - Sparco

106° Targa Florio. Classifica Finale Assoluta:

1. De Tommaso-Ascalone (Skoda Fabia 2 Evo) in 50'00.3; 2. Crugnola-Ometto (Citroen C3) a 4.2; 3. Andolfi-Fenoli (Skoda Fabia 2 Evo) a 7.7; 4. Basso-Granai (Hyundai I20 N) a 28.0; 5. Albertini-Fappani (Skoda Fabia 2 Evo) a 42.4; 6. Scattolon-Bernacchini (Skoda Fabia 2 Evo) a 48.3; 7. Profeta-Merendino (Skoda Fabia 2 Evo) a 1'13.3; 8. Riolo-Marin (Volkswagen Polo GTI) a 1'16.1; 9. Ciuffi-Gonella (Skoda Fabia 2 Evo) a 1'16.2; 10. Michelini-Perna (Volkswagen Polo GTI) a 1'51.3

 

Il Calendario del Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco 2022

3-5 Marzo, Rally Il Ciocco e Valle del Serchio

7-10 Aprile, Rallye Sanremo

5-8 Maggio, Targa Florio

23-26 giugno, Rally Alba

21-24 luglio, Rally di Roma Capitale

25-28 Agosto, Rally 1000 Miglia

6-8 Ottobre, Rally 2 Valli

Ultime da Campionato Italiano Rally

Da Moto.it

Caricamento commenti...