F1. GP Miami 2024, Carlos Sainz penalizzato al termine della gara

F1. GP Miami 2024, Carlos Sainz penalizzato al termine della gara
Pubblicità
Mara Giangregorio
Carlos Sainz, arrivato quarto al termine del Gran Premio di Miami 2024, ha ricevuto una penalità al termine della gara per il contatto con Oscar Piastri. Ecco la sua nuova posizione
6 maggio 2024

Il sipario sul Gran Premio di Miami 2024, sesto appuntamento stagionale della Formula 1, è ormai terminato da tempo ma le notizie della Florida sono continuate ad arrivare nella notte italiana. In particolare, è arrivato il responso della FIA in seguito all’investigazione aperta in seguito al contatto di Carlos Sainz con la McLaren di Oscar Piastri. Ecco la penalità inflitta al numero #55.

Naviga su Automoto.it senza pubblicità
1 euro al mese

Nella tarda serata di ieri è andato in scena il Gran Premio di Miami 2024. Carlos Sainz era partito dalla terza posizione alle spalle del pole man Max Verstappen e Charles Leclerc. Allo spegnimento dei semafori, il madrileno ha superato il compagno di squadra salendo così in seconda posizione. Tuttavia, a mettere i bastoni tra le ruote ai due alfieri della Scuderia Ferrari è stato Sergio Perez, arrivato a fionda dopo aver sbagliato il punto di frenata e rischiando di centrare per pochi millimetri anche il leader della gara Max Verstappen. Ad approfittare di questa mossa è stato poi Oscar Piastri che si è accodato agli scarichi della Red Bull del tre volte campione del mondo.

Charles Leclerc è riuscito poi a chiudere sorpasso su Carlos Sainz, costringendo così il madrileno ad una gara di rimonta nel momento in cui l’australiano della McLaren e il monegasco hanno effettuato la prima sosta. Nel mentre, sfruttando il jolly della neutralizzazione della Virtual e della Safety Car, Lando Norris è riuscito a conquistare la testa della gara. Tra Carlos Sainz ed Oscar Piastri si è poi consumato un duello all’ultimo sangue per la quarta posizione. Ad aver avuto la meglio è stato il pilota della Scuderia Ferrari, ma nella manovra la sua SF-24 ha avuto un contatto con la MCL38 di Piastri. La vettura madrileno è rimasta illesa mentre quella dell’australiano ha avuto un danno all’ala anteriore, venendo così costretto a rientrare ai box per sostituirla compromettendo così la sua gara. Alla bandiera a scacchi, Piastri ha concluso in 13esima posizione mentre Sainz in quarta.

Tuttavia, al termine della gara Carlos Sainz è stato investigato dalla FIA per il contatto. Il responso della Federazione ha inflitto al madrileno della Ferrari una penalità di 5 secondi, facendolo così slittare in quinta posizione alle spalle di Sergio Perez, e un punto in meno sulla superlicenza. “I Commissari hanno ascoltato il pilota della vettura 81 (Oscar Piastri), il pilota della vettura 55 (Carlos Sainz), i rappresentanti della squadra e le prove video rivisto e determinato che Carlos Sainz stava sorpassando Oscar Piastri alla curva 17 quando ha perso leggermente la parte posteriore e si sono scontrati. La collisione ha provocato danni all'ala anteriore della McLaren #81” si legge nel documento ufficiale.

Ci era chiaro che la colpa della collisione era di Sainz. Nel tentativo di sorpasso, ha frenato tardi, mancato l'apice e nel processo ha perso la parte posteriore, con la collisione risultante. Anche Piastri stava cercando di girare per contrastare il sorpasso tentativo, l'australiano ha dato spazio sufficiente all'auto della Ferrari. Date le circostanze, riteniamo che la colpa dell'incidente sia prevalentemente di Sainz. In questo caso, abbiamo preso in considerazione, come fattori attenuanti, il fatto che, ma per la leggera perdita di controllo della parte posteriore della Ferrari, la collisione probabilmente non sarebbe accaduto. La penalità standard per una collisione è 10 secondi con 2 punti di penalità. Alla luce delle circostanze attenuanti, abbiamo quindi infliggere una penalità di 5 secondi con 1 punto di penalità. Si ricorda ai concorrenti che hanno il diritto di impugnare talune decisioni del Stewards, ai sensi dell'articolo 15 del Codice Sportivo Internazionale FIA e Capitolo 4 delle regole giudiziarie e disciplinari della FIA, entro i termini applicabili. Le decisioni dei Commissari sono prese indipendentemente dalla FIA e si basano esclusivamente sui regolamenti pertinenti, orientamenti e prove presentate” si conclude il comunicato della FIA.

Pubblicità