ayrton senna

Pantalone corto, calzino bianco e mocassa, Niente da ridere: guida Ayrton [video]

-

Il semi-dio Ayrton Senna guidò la prima Honda NSX-R a Suzuka con abbigliamento da uomo qualunque, ma quel piede in doppietta, con il mocassino e la calza bianca, più che sorridere faceva paura

Honda, circuito di Suzuka, prima edizione della mitica supercar giapponese anti-Ferrari e anti-Porsche, la NSX. Siamo nel 1992 e giustamente, in casa loro, i giapponesi fanno fare un giro di pista promozionale con la prestante auto a quello che reputano una sorta di divinità nella guida (a ragione): Ayrton Senna.

Il brasiliano che veste i colori bianco e rosso della McLaren F1 motorizzata Honda si presenta… Vestito da comune cittadino. Firmato sì (vedi sponsor) ma persino un po’ trasandatello nei dettagli direbbero i maniaci del look, che popolano oggi il mondo e i social. Le prime camera car, di cui una piazzata sopra la pedaliera, fanno vedere a tutti come si preme il gas, a fondo e soprattutto come si frena e scala marcia contemporaneamente in doppietta.

Chiunque abbia un minimo di amore per l’auto non può certo sorridere di fronte a quei mocassini che espongono, causa lunghezza ridotta dei pantaloni e conformazione, i calzini bianchi. Rispetto per la capacità di guida e poi anche ascolto, visto che proprio Senna influenzò positivamente i settaggi della prima Honda NSX e soprattutto di quella edizione speciale, NSX-R, consigliandone la taratura delle sospensioni e l’irrigidimento del telaio, oltre che l’alleggerimento in generale.

 

Quella auto, quella versione più spinta della prima NSX, venne poi messa in vendita unicamente in madre patria in meno di 500 esemplari. Lo stesso Senna, che prima di guidarla davanti al pubblico se la guardò bene tutta, toccandola come un ragazzino che vede per la prima volta una supercar, non disdegnò di possederne un paio di NSX (una nera e una rossa). Auto che ancora oggi qualche fortunato collezionista può guidare, ma non certo "strapazzare a modo", quanto fece lui.

 

OMF

  • GLCFRG

    Ayrton è Ayrton, il più grande di tutti i tempi secondo me.
    Fatta questa doverosa premessa c'è una cosa di questo video che fatico a spiegarmi: quasi ad ogni curva finisce di frenare molto presto e inizia a dare gas ben prima del punto di corda.
    Come è naturale che succeda, induce un bel sottosterzo.
    Se non stessimo parlando di Ayrton direi abbastanza limpidamente che questo è un errore di guida.
  • Ale1210, Vedano al Lambro (MB)

    Video mitico per un altrettanto mitico personaggio dello sport.
    Sono una precisazione di carattere lessicale per l'autore dell'articolo.
    La doppietta viene utilizzata in scalata per sincronizzare gli ingranaggi del cambio in mancanza dei sincronizzatori, o anche semplicemente per allineare i regimi di rotazione dei due alberi del cambio, e non necessariamente viene effettuata in concomitanza con la frenata.
    Quello che si vede più volte effettuato da Ayrton non è una semplice doppietta, ma un più complesso punta-tacco
    Il punta-tacco prevede, come appunto scritto, la scalata e la frenata in contemporanea.
Inserisci il tuo commento
Altri su Honda NSX
Modelli top Honda
Maggiori info
Honda