curiosità

All'asta l'ultima delle Porsche 911 appartenute a Steve McQueen

-

Verrà battuta all'asta al prossimo Concorso di Eleganza di Pebble Beach: è una 930 Turbo del 1976, con un pulsante aggiunto dall'attore che spegneva le luci della targa posteriore per... scappare alla polizia!

All'asta l'ultima delle Porsche 911 appartenute a Steve McQueen

L'ultima delle Porsche 911 appartenute a Steve McQueen, una Carrera Turbo del 1976,  andrà all'asta il prossimo 13 di agosto battuta da Mecum Auctions a Monterey in California, all'interno del Concorso di Eleganza di Pebble Beach. La casa d'aste non ha ancora reso noto il prezzo di partenza, ma tenendo presente che qualche anno fa una 911S del 1970 appartenuta all'attore americano fu venduta per 1.375.000 dollari, è facile immaginare che questa 911 Turbo potrebbe superare tranquillamente il milione e mezzo. 

 

La Porsche 911 Turbo serie 930 è l'ultima vettura che il divo di Hollywood ha ordinato nella sua vita, terminata nel 1980. Tra le personalizzazioni richieste da McQueen al concessionario Bob Smith di Hollywood vi sono lo speciale colore "Slate Grey", gomme più larghe, il tetto apribile, sedili sportivi, interni neri, differenziale autobloccante e un pulsante per spegnere solo le luci di posizione posteriori durante le sue solitarie corse notturne, per passare inosservato alle forze dell'ordine. La 911 Turbo di McQueen è uno dei primi modelli prodotti ed è dotato di motore 3 litri da 234 cavali con cambio a 4 marce e il motore senza intercooler. 

 

Chad McQueen, figlio del divo di Hollywood, ha raccontato un simpatico aneddoto di gioventù su questa 911 Turbo: «Quando uscì la Porsche RSR Turbo nel 1974 me ne innamorai subito. Mio padre comprò questa 930 Turbo e non dovetti aspettare molto per guidarla. All'epoca avevo 15 anni e lui andò fuori città per una settimana. Una volta giorno, spesso anche due, aprivo il garage, giravo la chiave, la spingevo fuori dalla nostra strada, accendevo il motore e decollavo. Ma Julia, la donna che badava a me, se ne accorse e lo disse a mio padre. Qualche giorno dopo Steve mi chiamò, dicendomi che sarebbe stato fuori casa per una settimana. Così la mattina seguente la stessa storia: accendo l'auto e parto. Mentre accelero verso la spiaggia vedo un taxi che avanza nella direzione opposta e al suo interno riconosco quegli occhi blu, i più grandi del mondo. Mio papà stava tornando a casa. Non sapevo se scappare in Messico o cosa altro fare e scoprii cosa significa alzare il pedale in curva su una Turbo». 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Porsche 911 Coupé
Modelli top Porsche
Maggiori info
Porsche