novità

BMW Serie 1 2019, ecco quella a trazione anteriore

-

Sarà commercializzata a partire dal 28 settembre e su di lei troveremo tutte le novità stilistiche della casa di Monaco, a partire dal nuovo 'doppio rene' frontale

BMW Serie 1 2019, ecco quella a trazione anteriore

Uno dei motivi per cui, negli anni, la Serie 1 ha conquistato tanti appassionati è di sicuro il fatto che, tra le compatte di segmento C, fosse l'unica ad avere la trazione posteriore, che rendeva la guida molto diversa e interessante fin dalle versioni meno pompate. Oggi viene rivoluzionata nella tecnica e si accosta allo schema più tradizionale delle competitor, oltre a ricevere in dote uno stile più tradizionale. Grazie a questa rivoluzione (interna) guadagna in leggerezza e spazio a bordo per occupanti e capacità di carico.

Ecco come poter riassumere in breve, la quarta generazione di BMW Serie 1, che a meno di 15 anni dal debutto del modello rivede il proprio schema meccanico, adottando trazione anteriore e motore trasversale. Anche il look si orienta più verso altre auto della casa tedesca, come la Serie 2 Active Tourer e la X2.

Per vederla dal vivo dovremmo aspettare il salone di Francoforte, il prossimo 12 settembre, ma già dalle foto si può notare come la presenza sotto la carrozzeria della trazione anteriore modifichi anche le forme del cofano, che adesso si raccorda con fari che puntano verso il cielo e la linea di cintura che ora cresce verso il posteriore, dove troviamo una coda un po’ in stile crossover. Sul posteriore ci sono dei fari che riprendono la caratteristica forma orizzontale vista nelle recenti serie, grazie alla quale viene messa in risalto la larghezza del corpo auto.

Con la piattaforma UKL arriva anche una maggiore abitabilità, grazie a 3,3 cm in più per le ginocchia dei passeggeri posteriori, 1,3 cm a livello dei gomiti e 4,2 cm per i gomiti di chi siede davanti. Guadagna anche in fatto di capacità di carico, con 380 litri, ovvero 20 in più rispetto alla generazione precedente. In generale, l'auto è lunga 4,31 m, larga 1,79 m e alta 1,43 m, mentre il passo tocca quota 2,67 m. Notevolmente basso il peso della versione base di 1.290 kg. Lìottima dinamica è assicurata da uno schema di sospensioni posteriori di tipo multi-link su tutte le versioni di motori e trazioni. Per gestire al meglio la potenza c'è la tecnologia ARB che limita lo slittamento delle ruote e lavora assieme al BMW Performance Control con frenata automatica sulla ruota interna alla curva.

Sotto il cofano ci saranno due benzina e tre diesel. La 118i con il tre cilindri 1.5 da 140 CV e la M135i xDrive con trazione integrale e il 2L da 306 CV e 450 Nm. I diesel vedranno la 116d da 116 CV, la 118d col 4 cilindri 2 L da150 CV e la 120d xDrive con lo stesso motore portato a 190 CV e 400 Nm, oltre alla trazione integrale. Le trasmissioni prevedono manuali a 6 marce su 118i, 116d e 118d, doppia frizione 7 marce Steptronic, come optional, su 118i e 116d, oppure Steptronic 8 marce, di serie su 120d e M135i xDrive.

Aggiornamento anche per l'abitacolo, dove adesso arriva il nuovo sistema di infotainment e il Live Cockpit Professional in opzione e in abbinamento al BMW Operating System 7.0 aggiornabile online, con due display da 10,25”. A questi si può aggiungere per la prima volta l’head-up display da 9,2", mentre i controlli di climatizzazione e impianto audio sono spostati in alto per lasciare un grande vano portaoggetti davanti alla leva del cambio, compreso il caricatore wireless di smartphone.

  • Massimo_Parboni_Arquati, Roma (RM)

    il frutto di una notte di passione tra una x1 e una classe A. Gravidanza bruscamente interrotta.
  • teox05, Cesena (FC)

    Ok, ma cosa la differenzia dalle altre? In cosa è BMW? La banalizzazione del prodotto non è una strada che apprezzo......
Inserisci il tuo commento
Altri su BMW Serie 1
Modelli top BMW
Maggiori info
BMW