Aziende

Rivivrà il passato del Biscione? Imparato visita il Museo Alfa Romeo di Arese [e sbircia dentro una 156!]

-

Il nuovo CEO del Biscione subito ad Arese, scoprendo il passato Alfa. Se le intenzioni buone si tramutano in attività coerenti, sentiremo molto parlare di lui, da alfisti e non solo

Rivivrà il passato del Biscione? Imparato visita il Museo Alfa Romeo di Arese [e sbircia dentro una 156!]

Non attende molto, a far parlare di se tra i fanatici del marchio Alfa, Jean-Philippe Imparato. Il nuovo CEO del marchio di Arese è subito andato a visitare il Museo Storico, apprezzando lo stile dei modelli Alfa Romeo.

Tutti attendono le mosse di Stellantis, con il marchio Alfa. Nuova Giulietta, nuova coupé (e spider), da tenere vive insieme ai dovuti SUV e Crossover parenti stretti di modelli PSA. Intanto lui si appassiona, almeno da fuori, per non far rimpiangere troppo i tempi lontani dell'Alfa Romeo tutta italiana.

Vedremo, come già scritto su automoto.it, cosa di buono potrà arrivare dopo anni di "magra" per l'Alfa di FCA. Curioso notare quali siano le auto in foto messe sul profilo social di Imparato, Sono quasi tutte foto per o con modelli sportivi veri. Dalle auto lombarde che correvano nel Turismo, alla vecchia e prestante Giulia, arrivando fino alla fantastica Alfa 156 (perchè pur se a trazione anteriore, è stata una bella Alfa e anche un ottimo prodotto).

Poi foto condivise anche pèr concept e 8C, che sono sempre auto italiane da applauso a scena aperta, per passerele non comuni invero, a certe produzioni francesi di cui Imparato si occupava in passato. Una certa ammirazione, una "sete" di Alfa, è sempre stata presente nelle sedi aziendali dei rivali francesi per il Biscione e i frutti stellati se arriveranno saranno graditi.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento