Aggiornamento

Jaguar XJ M.Y. 2013

-

L’ammiraglia britannica sarà presto disponibile con le nuove unità sovralimentate a benzina V6 da 3.0 litri e quattro cilindri da 2.0 litri, mentre una serie di aggiornamenti tecnici promettono di migliorare prestazioni e consumi

Jaguar XJ M.Y. 2013

La Casa del Giaguaro ha comunicato ufficialmente tutti i dettagli della Jaguar XJ Model Year 2013, che rispetto alla versione commercializzata fino ad ora guadagna una serie di aggiornamenti tecnici e una più vasta gamma di motorizzazioni disponibili.

Sotto al cofano della XJ M.Y. 2013 debuttano infatti le nuove unità alimentate a benzina, recentemente svelate in occasione del Salone di Pechino. L’ammiraglia britannica può essere ora equipaggiata quindi sia con il nuovo V6 sovralimentato da 3.0 litri, che con l’inedito quattro cilindri turbo da 2.0 litri.

La Jaguar XJ equipaggiata con il V6 a benzina da 3.0 litri sovralimentato è in grado di erogare 340 CV ad un regime di 6.500 giri/min, con una coppia massima pari a 450 Nm disponibile tra i 3.550 e i 5.000 giri/min.

Secondo la Casa questa unità è in grado di far scattare la XJ da 0 a 100 Km/h in 5,9 sec, mentre la velocità massima viene autolimitata elettronicamente a 250 Km/h. Equipaggiata con questa motorizzazione, l’ammiraglia britannica necessita di 9,4 l per percorre 100 Km, con emissioni di CO2 contenute entro la soglia dei 224 g/Km.

Il motore quattro cilindri da 2.0 litri turbo benzina è invece in grado di erogare 240 CV a 5.550 giri/min e di scaricare al suolo una coppia di 340 Nm, disponibile tra i 2.000 e i 4.000 giri/min. Secondo quanto dichiarato dal costruttore, la XJ abbinata al turbo benzina da 2.0 litri è in grado di scattare da 0 a 100 Km/ in 7,5 sec con una velocità massima pari a 241 Km/h, mentre il consumo medio dichiarato nel ciclo combinato si attesta attorno ad una valore pari a 9,3 l/100 Km, con emissioni di CO2 pari a 216 g/Km.

Queste due motorizzazioni vanno ad unirsi all’attuale gamma composta dal V6 Turbodiesel da 3.0 litri e dal 5.0 V8 benzina disponibile sia in versione aspirata che sovralimentata.


Un’altra importante novità riguarda il sistema di trasmissione. Tutte le unità infatti sono ora abbinabili al cambio automatico ZF frazionato a otto rapporti, che promette di garantire non solo maggiore efficienza in termini di consumi ed emissioni, ma anche prestazioni più elevate, con un’accelerazione più progressiva rispetto ai precedenti modelli a sei marce.

Grazie alla più ampia distribuzione dei rapporti e alla loro maggiore spaziatura, il cambio ha l’obiettivo di regalare un'accelerazione più uniforme sia in partenza che durante i sorpassi e di contenere  il consumo di carburante alle alte velocità. I cambi di marcia vengono eseguiti in 200 millisecondi, mentre l'intervento del guidatore è reso possibile attraverso l'utilizzo delle leve montate sul volante, che consentono scalate multiple e che permettono di selezionare la marcia desiderata praticamente istantaneamente.

L'utilizzo di componenti leggeri e compatti, tra cui un differenziale posteriore con involucro in alluminio, evita inutili sovraccarichi o problematiche relative all’assemblaggio rispetto ai modelli a sei marce, mentre l'efficienza è stata migliorata attraverso l’adozione di una pompa di nuovo disegno e un maggiore controllo degli elementi del cambio.

Tutti i motori V6 e V8 e tutte le unità diesel vengono ora abbinate di serie al sistema Intelligent Start/Stop, che è in grado di arrestare il motore in 300 millisecondi, dopo che l’auto si è fermata, consentendo, secondo il costruttore,  un miglioramento dei consumi di carburante nell'ordine del 5%.

Queste migliorie tecniche hanno consentito di ottenere migliori risultati in termini di efficienza energetica anche sul già noto motore V6 turbo diesel da 3.0 litri, ora capace di contenere le emissioni entro una soglia di 159 g/Km, con consumi medi dichiarati pari a 6,0 l/100 Km.
 

Anche i V8 benzina nelle variante aspirata e sovralimentato hanno beneficiato dei numerosi aggiornamenti tecnici. Rispetto alle attuali unità, il propulsore aspirato, secondo la Casa, offre un risparmio di carburante dell'8% nel ciclo combinato, mentre le emissioni si sono ridotte di oltre il 6%. Il top di gamma sovralimentato promette di assicurare invece un risparmio nei consumi di oltre il 6%, mentre le emissioni di CO2 si riducono di oltre il 7%.

Dopo aver debuttato sulla super esclusiva XJ Ultimate, il raffinato sistema audio Meridian, disponibile nella versione da 380 e in quella da 825 Watt, può essere ora scelto su tutti gli allestimenti. Infine il costruttore ha comunicato di aver ricalibrato il sistema di sospensioni dell’ammiraglia del Giaguaro, con l’obiettivo di garantire un livello di confort ancora più elevato a tutti i passeggeri.

Per il momento la Casa non ha comunicato informazioni ufficiali in merito ai tempi previsti per la commercializzazione e ai prezzi di listino riservati al mercato italiano.

 

 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Jaguar XJ
  • Jaguar XJR575, 575 CV di eleganza Novità 25 lug 2017

    Jaguar XJR575, 575 CV di eleganza

    News | 575 CV e 700 Nm di coppia per Jaguar XJR575, la top di gamma della berlina XJ, in cui performance ed eleganza si incontrano
  • Jaguar XJ, arriva il restyling ANTEPRIME 16 giu 2015

    Jaguar XJ, arriva il restyling

    News | Ritocchi estetici, nuovi motori con il V6 3.0 turbodiesel la cui potenza sale a 300 CV e più tecnologia a bordo per la versione my 2016 dell'ammiraglia di Coventry, che arriverà sul mercato dopo l'estate
  • Jaguar XJ 2014: arriva il 4 cilindri turbo benzina da 240 CV novità 23 ago 2013

    Jaguar XJ 2014: arriva il 4 cilindri turbo benzina da 240 CV

    News | Per la prima volta la Jaguar XJ viene equipaggiata con un'unità a quattro cilindri. Si tratta del moderno turbo benzina 2.0 i4 da 240 CV che promette consumi più contenuti, senza rinunciare alle prestazioni. Novità anche per l'abitacolo, sempre più lussuoso
Maggiori info
Jaguar