Pandoro Balocco, ma non solo. Beneficenza Ferragnez, quando Fedez consegnava i soldi ai poveri in Lamborghini

Pandoro Balocco, ma non solo. Beneficenza Ferragnez, quando Fedez consegnava i soldi ai poveri in Lamborghini
Pubblicità
Il Pandoro Balocco di Chiara Ferragni, ma non solo: ci sono altri precedenti controversi legati alla beneficenza in casa Ferragnez. Come il giro in Lamborghini per Milano di Fedez nel dicembre 2020 per donare 5.000 euro ai meno abbienti
19 dicembre 2023

Chiara Ferragni è nell'occhio del ciclone per via della multa da un milione di euro comminata dall'Antitrust per pubblicità ingannevole per il caso Balocco. Una sentenza, questa, che ha scatenato un'eco mediatica talmente grande da indurre Ferragni a porgere le sue scuse in un video su Instagram, nel quale appare contrita, dimessa, minimal come da manuale in casi del genere. La sua pubblica ammenda, però, non ha smorzato le polemiche, anzi. Si è scoperchiato un vaso di Pandora legato alla beneficenza - o presunta tale - sbandierata ai quattro venti dai Ferragnez, una delle coppie mediaticamente più esposte del panorama italiano.

Il Pandoro Balocco rischia di essere solo la punta dell'iceberg, visto che Selvaggia Lucarelli, in un pezzo uscito oggi sul Fatto Quotidiano, mette nel mirino un altro accordo perfezionato da Ferragni negli ultimi tempi. Si tratta delle uova di Dolci Preziosi a sostegno del progetto benefico ‘I Bambini delle Fate’, commercializzate nel 2021 e nel 2022. Operazione, questa, per cui Ferragni per la cessione della propria immagine ha ricevuto 500.000 euro nel 2021 e 700.000 euro nel 2022, a fronte di una donazione complessiva di 36.000 euro all'associazione da parte di Dolci Preziosi, slegata dalla vendita delle uova, a differenza di quanto riportato - senza richiesta di rettifica - da molte testate all'epoca.

A proposito di beneficenza, un altro episodio fu particolarmente criticato durante il periodo della pandemia. Nel dicembre del 2020, Fedez, il marito di Ferragni, girò per Milano in Lamborghini destinando 1.000 euro in contanti a cinque "rappresentanti" di categorie scelte dagli iscritti del suo canale Twitch. Fedez scelse di donare il denaro a un rider, un senzatetto, un artista di strada, un cameriere o ristoratore e un volontario. "É stato estenuante, ma bello", aveva commentato all'epoca Fedez. "Altro che Robin Hood", aveva riflettuto un sagace commentatore sulla vicenda, che aveva destato scalpore per il mezzo usato e per le modalità con cui era stata realizzata questa opera benefica. Sempre a favore di camera, naturalmente. 

Argomenti

Pubblicità
Caricamento commenti...