Novità

Porsche 911 GT3 2021 resta fedele al flat six aspirato

-

La quarta generazione della Porsche 911 GT3, finalmente svelata dalla casa di Zuffenhausen, non tradisce l'iconico flat six aspirato. Ma non mancano le novità

Passano gli anni, e la Porsche 911 GT3, com'è naturale che sia, si evolve. Ma senza snaturarsi. Quella che è dal 1999 l'essenza di una delle auto più iconiche della casa di Zuffenhausen, il flat six aspirato, resta un caposaldo anche per la quarta generazione, svelata oggi. Ma, pur rimanendo fedele alla tradizione, la 911 GT3 porta con sé due novità importanti. La prima è l'aumento della downforce, grazie al nuovo diffusore e all'alettone posteriore a collo di cigno, entrambi regolabili manualmente. La seconda è l'inedita architettura delle sospensioni anteriori, a doppio braccio oscillante. Una soluzione, questa, impiegata solamente per le vetture da competizione. 

La Porsche 911 GT3 è equipaggiata con il noto motore boxer sei cilindri 4.0 aspirato, omologato Euro 6d, in grado di sviluppare fino a 510 CV. In abbinamento al propulsore sono disponibili un cambio manuale a sei marce e l'automatico Pdk. Se il primo va a favore della velocità massima (320 km/h) e del peso (1.418 kg), il secondo consente di coprire lo scatto da 0 a 100 km/h in 3,4 secondi e di raggiungere i 318 km/h pur con 17 kg in più. Per contenere la massa totale di serie sono offerti il cofano anteriore in Cfrp con prese d'aria dedicate, i cerchi forgiati e i vetri alleggeriti. Il peso dell'impianto di scarico è stato ridotto di 10 kg, così come è stato alleggerito il rivestimento interno dell'abitacolo della zona posteriore, dove non sono presenti sedili. 

All'interno dell'abitacolo trova posto una strumentazione digitale che include nuove funzioni di visualizzazione dei dati per la guida in pista. Il contagiri centrale, invece, comprende i LED colorati ispirati alle auto da competizione e una spia di cambiata. Molteplici sono le opportunità di personalizzazione offerte dal reparto Porsche Exclusive: tra queste, un tetto di fibra di carbonio a vista. Ma a rendere unica la 911 GT3 pensano le prestazioni: lo testimonia il fatto che la nuova generazione abbia colto un nuovo record al Nürburgring. Con gli pneumatici opzionali Michelin Pilot Sport Cup 2R, Jörg Bergmeister ha girato in 6'59"927. Un minuto in meno del crono colto da Walter Röhrl nel 1999 con la 996 GT3 da 360 CV.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Porsche 911 Coupé
Modelli top Porsche
Maggiori info
Porsche