tecnologia

Sumitomo, la gomma che recupera energia

-

Il gruppo giapponese ha messo a punto una tecnologia che permette di generare elettricità dai pneumatici sfruttando la loro deformazione mentre rotolano

Sumitomo, la gomma che recupera energia

Le automobili potranno convertire l’energia cinetica in energia elettrica non solo dalle decelerazioni come avviene già oggi, ma anche attraverso le gomme.

La giapponese Sumitomo, che commercializza i pneumatici a marchio Falken e Dunlop, ha appena annunciato di aver messo a punto un sistema che permette di generare energia sfruttando il movimento di rotolamento della gomma e più precisamente la deformazione della carcassa. 

La tecnologia “Energy Harvester” del gruppo nipponico messa a punto insieme all’Università del Kansai prevede che all’interno della gomma sia posizionato un dispositivo composto principalmente da due strati di nanomateriale caricati positivamente e negativamente che sfregando tra loro producono elettricità.

Si tratta del noto fenomeno dell’elettrizzazione per strofinio, che in questo caso può essere sfruttata per alimentare componenti come i sensori TPMS che monitorano la pressione delle gomme, ma anche per l’illuminazione dell’abitacolo, diminuendo dunque il carico sul motore necessario ad alimentare i servizi di bordo secondari e dunque le emissioni del motore o, nel caso di una vettura elettrica, per estendere l’autonomia.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento