curiosità

Volvo, la guida autonoma è un affare... di famiglia

-

Vere famiglie scelte come tester per le nuove tecnologie. E' il progetto Drive Me

Volvo, la guida autonoma è un affare... di famiglia

Collaudatori? Ingegneri? No, grazie. Volvo sceglie le famiglie in qualità di tester per le tecnologie dedicate alla guida autonoma. La Casa svedese ha infatti consegnato alle prime due famiglie di Goteborg, gli Hain e i Simonovski, delle Volvo XC90 che verranno utilizzate nell’ambito del progetto Drive Me da mettere alla prova nell'uso quotidiano.

Altre tre famiglie si aggiungeranno all’inizio del prossimo anno e nel giro dei prossimi quattro anni arriveranno a 100 le persone coinvolte nel progetto Drive Me.

Le XC90 degli Hain e dei Simonovski sono dotate di una serie di telecamere e sensori per monitorare il comportamento dei conducenti e fornire alla vettura informazioni sull’ambiente circostante. Col tempo, tutti i partecipanti al progetto Drive Me verranno gradualmente introdotti all’utilizzo di vetture equipaggiate con sistemi di assistenza alla guida sempre più avanzati, preceduto da un apposito addestramento.

«Drive Me è un progetto di ricerca importante per Volvo Cars», ha spiegato Henrik Green, Senior Vice President della divisione R&S della Casa Automobilistica. «Prevediamo di ottenere moltissime informazioni grazie al coinvolgimento di queste famiglie e utilizzeremo le loro esperienze per indirizzare lo sviluppo della nostra tecnologia di guida autonoma, così da essere in grado di offrire ai nostri clienti vetture totalmente autonome entro il 2021».

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Volvo XC90
Maggiori info
Volvo