Prove strumentali

Honda Jazz, PRO e CONTRO | La pagella e tutti i numeri della prova strumentale

-

Come va la Honda Jazz Hybrid? C’è solo un modo per scoprirlo: provarla - davvero. Perché raccontare un’auto è semplice. Ma giudicarla, in maniera oggettiva, è tutto un altro discorso. Per questo, noi, useremo prove - Strumenti - Una pista. E… un ingegnere. E alla fine vi racconteremo, nero su bianco, i pro e i contro. Perché oggi, alla Jazz, daremo pure i voti, col mitico “pagellone di Automoto.it”

Prova strumentale della nuova Honda Jazz, con il suo originale sistema ibrido. Come sempre l’abbiamo messa alla prova con i nostri test e il nostro ingegnere sulla nostra pista. E poi le abbiamo dato i voti, scritti belli chiari nero su bianco, insieme ai pro e contro, che trovate, come sempre, alla fine del video. Qui, invece, potete vedere la pagella completa, con i voti e tutti i giudizi.   

Pro e Contro

PRO

  • Consumi: sono eccezionali, ma in città diventano strepitosi

  • Abitabilità: fantastica e sorprendente, per un’auto così compatta

CONTRO

  • Bagagliaio: la batteria ha tolto litri preziosi al vano

  • Rumorosità: in autostrada e piena accelerazione il motore alza un po’ troppo la voce

Scheda

Honda Jazz Hev Executive

Alimentazione: benzina

Elettrificazione: full hybrid

Potenza: 109 CV

Cambio: riduttore a rapporto fisso

Lunghezza: 4,09 m

Larghezza: 1,73 m

Altezza: 1,1,56 m

Passo: 2,52 m

Peso: 1.325 kg

Serbatoio: 40 litri

Prodotta a Yorii, Giappone

Pagellone

 

Voto 0-10

 

Consumo

9

 

Accelerazione

7

 

Ripresa

8

 

Frenata

6,5

 

Motore

7

 

Sterzo

7

 

Sistema ibrido

7,5

 

Comodità (sosp+insonoriz.)

6,5

 

Visibilità/agilità/Park

6,5

 

Spazio

8

 

Bagagliaio

5

-

Qualità

7

 

Tecnologia

7,5

 

Assistenza alla guida

8

 

Costo/noleggio

6,5

 

 

VOTO: 71/100

Consumo 9

Un valore medio già di per sé strepitoso su cui grava, però, una percorrenza autostradale che non fa gridare al miracolo. Peccato, visto che in città e statale, invece, il consumo della Jazz diventa prodigioso, superando addirittura i 26 km/l

Accelerazione 7

Mantiene le promesse, eguagliando il dichiarato. E rimanendo al di sotto della soglia psicologica dei 10 secondi. Nel complesso non è una scheggia, ma fa meglio di molte concorrenti dirette

Ripresa 8

Il valore registrato nei test è molto positivo. Segno inequivocabile dell’efficacia del sistema ibrido, che rende l’auto pronta a scattare grazie al protagonismo (quasi) assoluto del motore elettrico

Frenata 6,5

I valori sono nella norma, considerando la presenza di gomme invernali. Ma l’impianto ha manifestato un certo affaticamento nei ripetuti test dell’ingegnere

Motore 7

Un quattro cilindri nobile, che sfoggia la leggendaria distribuzione Vtec. Funziona quasi sempre come generatore di energia per alimentare il motore elettrico, con cui si amalgama alla perfezione. Peccato solo per l’eccessiva rombosità agli alti regimi che si raggiungono in autostrada o in piena accelerazione

Sterzo 7

Un comando ritagliato alla perfezione sulle esigenze di un’auto cittadina come questa Jazz. Ma che non rinuncia a una certa precisione, così come a una buona direzionalità

Sistema ibrido 7,5

Il particolare powertrain messo a punto dalla Honda è diverso dai sistemi sviluppati dalla maggior parte dei concorrenti. Eppure, oltre a una grande efficienza, rivela anche una certa gradevolezza. Perlomeno quando si viaggia tranquilli

Comodità 6,5

Dietro c’è un classico ponte torcente come su quasi tutte le segmento B. Ma gli ammortizzatori sono morbidi e digeriscono bene le sconnessioni della strada. L’insonorizzazione però non riesce a contenere del tutto la rumorosità del motore in autostrada e in piena accelerazione

Visibilità/agilità/Park 6,5

Le manovre sono semplicissime, grazie a un raggio di sterzata ottimale. La visibilità davanti è in parte compromessa dal montante anteriore, sebbene sia stato sdoppiato. Ottima la retrocamera offerta di serie

Spazio 8

Uno dei punti di forza assoluti di questa Jazz, che offre un’abitabilità sconosciuta alla maggior parte delle concorrenti di segmento B. Colpisce lo spazio per le ginocchia, davvero abbondante

Bagagliaio 5

La presenza della batteria dedicata al sistema ibrido ha limato litri preziosi. Peccato, perché il vano è ricco di soluzioni intelligenti, a partire dai “sedili magici” che permettono di caricare comodamente anche oggetti ingombranti

Qualità 7

Un’auto che fa di necessità virtù. La plastica dura è onnipresente all’interno, ma nei punti più esposti è stata sapientemente ricoperta con pelle sintetica. Il risultato è un abitacolo gradevole, nonostante sia semplice e concreto

Tecnologia 7,5

Il sistema multimediale è finalmente moderno e completo anche su una Honda di piccola taglia. Merito della cugina elettrica “e”, da cui la Jazz eredita una tecnologia davvero al passo coi tempi. La strumentazione è completissima, ma troppo affolata di informazioni

Assistenza alla guida 8

Una dotazione di primo livello, che fa ancora più notizia in relazione al segmento di appartenenza. I sistemi funzionano tutti piuttosto ben. Non manca un curioso airbag centrale

Costo/noleggio 6,5

La tecnologia ibrida è efficace, ma anche molto sofisticata e quindi costosa. Per fortuna in presenza di incentivi e rinunciando a qualche optional il prezzo diventa interessante. Invitanti i costi di mantenimento

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento