Automoto.it per Jaguar

Jaguar E-Pace, Come va in... Business [Video]

-

Protagonista della rubrica dedicata di Automoto.it il SUV premium britannico, alla prova per utilizzi lavorativi scoprendo doti e aspetti interessanti quando il percorso quotidiano ci porta lungo le autostrade del Bel Paese

Nella seconda puntata della nostra rubrica “Come va in” accompagnati da Jaguar E-Pace, approfondiamo l’utilizzo del SUV britannico per ambito cosiddetto Business, ovvero i tipici percorsi lavorativi da affrontare in settimana, spaziando ben oltre i centri urbani. Un confronto quotidiano con le strade e soprattutto autostrade italiane dove variazioni inattese di tratta, fondo stradale e traffico, oltre che di condizioni meteo, sono elementi cui le dotazioni di E-Pace offrono sempre ottime risposte. Sempre in tema di tecnologia anche le dotazioni, di Infotainment con navigazione e connessione dispositivi, hanno ruolo importante pensando all’utilizzo professionale e non di svago.

A cosa si potrebbe ambire nel 2018 quando in auto si è seduti per lavoro, su lunghe percorrenze? Di certo a quanto un tempo molte berline non riuscivano nemmeno a offrire, ma un SUV premium come quello britannico propone ora. Elementi di comodità e sicurezza ad alto livello, in primis, per guidare senza tensioni o affaticamenti fisici, dovendosi mettere molti chilometri alle spalle. Nel nostro test, insieme a Andrea Galeazzi, abbiamo percorso varie tratte autostradali partendo da Milano, facendo tappa a Brescia e Piacenza, come possibile vedere nel nostro video, accumulando una serie di sensazioni positive e solo qualche piccola sbavatura, nei dettagli, pensando ai gusti raffinati di chi pretenda il meglio da un modello a marchio blasonato come è Jaguar.

Jaguar E-Pace in viaggio: comodità e sicurezza sono i suoi plus
Jaguar E-Pace in viaggio: comodità e sicurezza sono i suoi plus

In Autostrada

Con la E-Pace 2.0 D dotata di motore a gasolio (180 CV) e trasmissione automatica a nove rapporti, versione vicina al miglior equilibrio tra consumi e oneri di gestione, si viaggia comodi, molto in relazione ai circa 4,4 metri d’ingombro e lo spazio per gli arti, anche per chi si accomodi insieme al conducente, grazie a un passo che sfiora i 2,7 metri è più che sufficiente. Il viaggio, soprattutto in accelerazione, è accompagnato da un sottofondo motoristico che forse i puristi potrebbero non amare, quello del quattro cilindri diesel. In gamma E-Pace però, anche senza svettare con l’onerosa variante da 300 CV, oltre il modello utilizzato nel nostro test si presenta un interessante 2.0 Turbo benzina che con i suoi 249 CV non fa pesare alla proprietà il tanto odiato superbollo. Una volta a bordo, gli interni in pelle Windsor, opzionali ma consigliati, lasciano quel senso di gratificazione tipico di vettura premium e grazie alle molte regolazioni elettriche della selleria stessa, accontentano anche le stature estreme. Molti i comfort, per climatizzazione e areazione personalizzabili ad esempio e solo poche le percezioni di materiale generalista, guardandosi intorno a livello di plastiche non esposte al contatto; mentre sono varie le chicche non comuni nel segmento da scoprire usando E-Pace, come la cloche cambio, il retrovisore centrale senza cornice e il maniglione con cucitura esposta. La gestione dei comandi è sempre diretta, con le molte funzioni a volante o su Touchscreen 10’’ personalizzabile, ma anche i tre grandi elementi circolari della climatizzazione.

La guida di E-Pace è coerente alla sua immagine, da SUV con piglio sportiveggiante e sebbene non corsaiolo estremo, lascia sensazioni positive quando capiti di dover spremere a fondo settando i driving mode e il cambio a dovere (Dynamic e Sport) in termini di reattività telaistica soprattutto. Il suo vero pregio in versione diesel è però nel viaggio a cosiddetto filo di gas: circa 1700 giri per essere, in nona marcia, prossimi al limite autostradale. In termini assoluti, viaggiando, in abitacolo il fonometro segna valore 68 dB con velocità da codice, 130 Km/h: un valore discreto e partendo da quest’aspetto, dell’insonorizzazione, si può costatare come i tre punti di rilevamento voce lascino sempre soddisfatti gli interlocutori di chiamate a viva voce che si debbano fare mentre E-Pace sia in viaggio. A livello di assistenze alla guida, si ha quanto occorre per compiere spostamenti frequenti e lunghi senza patemi, con un cruise control adattivo, regolabile nella distanza da chi ci preceda e l’assistenza di carreggiata anch’essa attiva, capace di dare un feeling educato al volante accompagnandone il movimento. Non manca il rilevamento di angolo cieco, con avviso utilissimo quando si faccia molta autostrada e incomba un veicolo a lato, come nemmeno un head up display fronte conducente (opzionale).

Il sistema Infotainment Jaguar 10'' si adatta molto bene ai cambi di luce ed è personalizzabile
Il sistema Infotainment Jaguar 10'' si adatta molto bene ai cambi di luce ed è personalizzabile

Dispositivi pronti all’uso

Quando si viaggia per lavoro gli strumenti mobili sono sfruttati a pieno, per chi non guidi anche connessi e alimentati, possibilmente. In questo E-Pace non si fa mancare una moltitudine di vani che accolgono non solo Smartphone o piccoli oggetti, in particolare con lo spazio centrale molto profondo, ma anche li forniscono di alimentazione, tramite USB o wireless (opzionale) per tutti gli occupanti. A livello di rete, è possibile sia condividere una connessione personale con il wifi di E-Pace, sia fruire di una rete vettura indipendente dotandosi di una SIM che il sistema Jaguar accoglie e gestisce in hot spot anche 4G. Il menù offerto dal sistema sul display centrale è configurabile nella pagina delle “scorciatoie” per gestire le molte applicazioni secondo gusto proprio. Elementi classici tra cui Media, Navi, Telefonia o Browser web, perché purtroppo mancano Android Auto e CarPlay, ma ci sono poi molte App compatibili allo Smartphone e fruibili con piacere, tra cui l’utilissimo calendario eventi, il meteo o Spotify, persino una ricerca attiva di parcheggi fruibili in zona, gradita quando si arrivi a destinazioni non ben conosciute. Tra i pregi della navigazione, la possibilità di essere aggiornati in tempo reale e ricercare mete o contatti con il supporto della connessione web, oltretutto in visualizzazione sdoppiata per dettagliare le fasi successive del percorso; mentre quello dell’impianto audio, di pregio, è nella moltitudine di speakers, con potenza fino a 800W. Fronte bagagliaio infine, pensando a classiche borse da lavoro si trova spazio sufficiente per tutti i possibili occupanti di E-Pace, con vano di forma regolare, da 577 litri a doppio fondo, illuminato (estendibile a 1234 litri abbattendo gli schienali).

Economia

Il listino prezzi Italia di E-Pace parte attualmente, promozioni a parte, da 36.800 euro spaziando fino ai 300 CV di potenza per il motore a benzina e quattro livelli di allestimento, volendo anche molto ricchi come detto. Una discreta dotazione in accesso gamma, rapportata al prezzo, rende questo SUV competitivo nella propria fascia. Al vertice si trova la versione HSE P300 AWD da oltre 63mila euro, ma un modello come quello oggetto del nostro test, con qualche accessorio opzionale, si posiziona su un prezzo di listino non troppo distante dai 50mila, variabili secondo le dotazioni scelte. Compresa nel prezzo di acquisto l’assistenza Jaguar Care che, per tre anni (100.000 Km) offre sia copertura di garanzia sia i servizi di assistenza e tagliando inclusi. Un pacchetto questo non da poco, contando i costi del servizio eseguito a regola presso la rete ufficiale della Casa; servizi che sono un vero must quando l’auto è strumento di lavoro. Lato consumi carburante, le nostre tratte di medio raggio, con statali e autostrada, hanno visto la strumentazione indicare un valore medio di circa 7,2 l/100 km, coerente al conteggio dei litri effettivi di gasolio immessi, dove la nostra misura è stata di valore 14 km/l.

Consumi adeguati e non eccessivi con la variante Diesel da 180CV e l'automatico, ottimali per utilizzo business
Consumi adeguati e non eccessivi con la variante Diesel da 180CV e l'automatico, ottimali per utilizzo business

Scheda tecnica - 2.0D 180 CV AWD aut.

CARROZZERIA
Suv e Fuoristrada
Numero porte    5
Numero posti     5
Bagagliaio          577 / 1.234 dm3
Capacità serbatoio          56 litri
Massa in ordine di marcia             1.843 kg
Massa rimorchiabile max              0 kg
Lunghezza           440 cm
Larghezza           198 cm
Altezza  165 cm
Passo    268 cm
MOTORE
Motore 4 cilindri in linea
Cilindrata            1.999 cc
Alimentazione    Diesel
Potenza max/regime      132 KW (179 CV) 4.000 giri/min
Coppia massima               430 Nm
Trazione              Integrale
Cambio Sequenziale
Marce   9
PRESTAZIONI
Velocità max      205 km/h
Accelerazione 0-100km/h             9,3 secondi
Omologazione antinquin.             Euro 6
Emissioni CO2    147 g/km
CONSUMI
Urbano 7 l/100 km
Extraurbano       5 l/100 km
Misto    6 l/100 km
  • Vinx2, Latina (LT)

    bella macchina ma, pesa tantissimo...oltre 1850 kg in ordine di marcia..giusto per fare un paragone, la Stelvio 180cv diesel ne pesa 1604 ...
Inserisci il tuo commento
Altri su Jaguar E-Pace
Modelli top Jaguar
Maggiori info
Jaguar