prove

Kia Ceed 2018 | prezzi e test del 1,4 L da 140 CV

-

Dopo il diesel siamo saliti sul nuovo benzina da 140 CV e 242 Nm di coppia con il doppia frizione a sette marce. Una piacevolissima sorpresa

Kia Ceed 2018 | prezzi e test del 1,4 L da 140 CV

Dopo l'arrivo della terza generazione di Kia CEED 5 porte, della SW e della nuova Proceed, ovvero la Shooting Brake, Kia ha ufficializzato l'arrivo della variante CUV per andare a soddisfare un mercato in crescita e aumentare la competitività in un segmento che sta registrando un aumento di vendite da record. Con l'arrivo della hatch back in concessionaria questo weekend, sono stati rivelati anche i prezzi della coreana che sarà disponibile in tre differenti livelli di allestimento: Pure, Businnes Class e Evolution. che partono rispettivamente da 19.750, 22.500 e 26.000 Euro. Interessante la dotazione di serie per quanto riguarda i sistemi di assistenza alla guida, che adesso raggiungono il secondo livello e possono essere affiancati a vari optional, come il cross trafic alert e il lane following assist.

 

Per la prima versione sono disponibili il 1.4 L Mpi da 100 CV e il diesel 1.6 L CRDi da 115 CV. In questo caso non si può avere il cambio a doppia frizione a 7 rapporti. Dal secondo livello invece è possibile optare per il nuovo 1.4 L T-GDI da 140 CV abbinabile al 7DCT, oltre al 1.0 L da 120 CV e al diesel meno potente che in questo caso dispone di cambio automatico. Nell'ultima versione c'è poi  la possibilità di avere il diesel da 136 CV

La protagonista di oggi è la versione turbo benzina da 140 CV equipaggiata con il doppia frizione che Kia costruisce autonomamente. Dopo la prova del diesel da 136 CV, questo nuovo modulo è stata una sorpresa davvero piacevole. Ci riserviamo di approfondire l'argomento consumi quando avremo la vettura a disposizione per un periodo più lungo; nel frattempo, possiamo parlare delle impressioni che ci hanno ulteriormente convinto circa la bontà di questo progetto. 

 

A convincere è la silenziosità e la totale assenza di vibrazioni. In Comfort il lavoro del DCT è inavvertibile e anche quando andate ad agire manualmente sulla leva, soprattutto in discesa, faticate ad accorgervi della scalata. Tra l'altro, finché decidete di non andare a fondo con il pedale, avrete l'idea di trovarvi di fronte a un motore con poco carattere, ma basta passare in modalità Sport e affondare il piede per rendersi conto che i 140 CV hanno tanta voglia di scalpitare. La progressione, infatti, si fa decisa e il propulsore allunga fino a 6.500 giri con elasticità e grinta, accompagnando il tutto con un sound niente male per una vetture che non ha velleità sportive. Il cambio trova il limite man mano che la zona rossa si avvicina, ma se continuate ad agire in manuale e staccate appena prima si rivela costante e molto reattivo. 

A convincere è anche la dinamica. Non è più un segreto che Albert Biermann abbia partecipato allo sviluppo della piattaforma K2, da questa terza generazione di CEED deriva. Questo si traduce in un'attenzione più alta ai valori di rigidità delle scocca, che si traducono in una miglior risposta agli input. Bastano poche curve affrontate con un certo brio per rendersi conto della precisione dello sterzo e dell'ottimo feedback che deriva dalla parte bassa della scocca. Ancora più bello è il peso dello sterzo, davvero difficile da trovare sul resto della concorrenza, nonostante l'assistenza sia di tipo elettrico. 

Non si tratta di certo di un'auto sportiva, lo abbiamo detto. Tra l'altro la versione GT con il 1.6 L da 204 CV non sarà importata in Italia. Resta il fatto che questa versione ci ha convinto ancora più del diesel, per comfort, e coinvolgimento. Da ricordare che nell'offerta sono compresi i 7 anni di garanzia.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Kia ceed
Maggiori info
Kia