prova su strada

Mahindra XUV500

Compatto per famiglie oversize
-

Sette posti, motore turbodiesel europeo da 140 CV, la nuova SUV della Casa indiana entra in concessionaria ad un prezzo di 22.932 euro nella versione 2WD full optional

Mahindra XUV500

Il nuovo Mahindra XUV500 non è un semplice SUV dalle linee moderne realizzato dalla "solita" Casa di Paesi emergenti con intenzioni bellicose sul mercato europeo. E' il primo prodotto di una strategia di diffusione del brand indiano in Europa che ha preso il via con il lancio di alcuni veicoli commerciali di discreto successo ed oggi, per la prima volta, si amplia con l'arrivo del primo di una gamma di prodotti destinata all'utenza privata. 

 
In listino da 22.932 euro (prezzo promozionato senza scadenza), Mahindra XUV500 è stato concepito per il mercato globale puntando, però, su alcune soluzioni interessanti anche per il mercato europeo come la disponibilità di 7 posti veri resa possibile dal telaio a scocca portante di nuova concezione o la motorizzazione 2.2 turbodiesel Euro 5 da 140 CV. Elementi, quest'ultimi, che dovrebbero permettere - secondo i vertici indiani - di confrontarsi con veicoli come Fiat FreemontHyundai ix35Kia Sportage e Nissan Qashqai+2
confronta rivali mahindra
Il nostro "confronta modello" permette paragonare le competitor di XUV500 in un solo click

Conquista a lunga scadenza

Non sarà, però, una sfida facile. Le 65 concessionarie presenti sul territorio italiano (90 entro fine 2013) riescano a far provare l'auto. Uno studio svolto in Italia poche settimane fa, infatti, ha dimostrato che la percentuale di persone che acquisterebbe il nuovo SUV Mahindra aumenta a dal 27,13 al 59,1% dopo averne toccato con mano le caratteristiche e conosciuto il prezzo di listino. Per il restante 40,9% c'è ancora molto da fare, ma in Mahindra danno l'idea di avere un progetto a lungo termine e, quindi, di non avere molta fretta a riguardo. 

Design moderno e ricercato

Lunga 459 cm larga 189 ed alta 179, XUV500 propone linee muscolose ed un appeal moderno, in particolar modo nel frontale che appare molto elaborato per via dfi una calandra a sette elementi verticali al centro della quale spicca il logo Mahindra.
 
Molto sofisticati anche il disegno dei gruppi ottici, il cofano dotato di nervature verticali ed il profilo della fiancata, che alla stregua del cofano propone nervature pensate per movimentare e rendere più filanti le forme. Tra gli elementi curiosi c'è il doppio terminale di scarico di forma ovale, integrato nel profilo del paraurti, e la tecnica di illuminazione del faro anteriore: oltre ai sei diodi a led attivi nelle ore diurne, il fascio luminoso notturno segue il movimento del volante ruotando a destra e sinistra per illuminare meglio gli angoli della strada e migliorare la visibilità notturna.
mahindra xuv500 (53)
La plancia della XUV500 vanta un design moderno ed integra un sistema multimediale di ultima generazione

Interni: disegno semplice ma moderno

Per quanto concerne gli interni l'arredamento è stato sviluppato cercando di replicare gli stessi concetti proposti esternamente. L’andamento avvolgente della plancia che prosegue idealmente nei pannelli porta anteriori, il cruscotto centrale che scende in basso verso il tunnel formando un tutt’uno con la console ed il bracciolo riprendono idealmente alcune delle curve e degli incroci di linee proposti esternamente.

Allestimento W8: full-optional

Tra gli elementi proposti di serie nell'equipaggiamento full-optional della versione W8 ci sono l'i-fi con radio, lettore CD/MP3 e connessioni i-Pod/ USB e soprattutto display LCD touch screen da 6 pollici attraverso il quale si accede a numerose funzioni, tra cui il navigatore satellitare, la pressione di gonfiaggio di ciascun pneumatico, un sistema di assistenza al parcheggio in retromarcia che visualizza sul display la distanza del paraurti da eventuali ostacoli dietro al veicolo. Al volante non manca il controllo della velocità di crociera, che affianca le funzioni audio base, mentre dietro fanno parte del corredo di serie prese di corrente a 12 Volt poste in corrispondenza di ciascuna fila di sedili.

Tra gli elementi proposti di serie nell'equipaggiamento full-optional della versione W8 ci sono l'i-fi con radio, lettore CD/MP3 e connessioni i-Pod/ USB e soprattutto display LCD touch screen da 6 pollici attraverso il quale si accede a numerose funzioni

Tanti vani porta-oggetti

In tema di funzionalità, tra i sedili anteriori sono inseriti due porta-bicchieri ed una console multifunzionale refrigerata che può contenere 4 lattine di bibite. Di fronte al passeggero anteriore c’è invece un doppio scomparto chiuso che, oltre a lasciare spazio all’airbag frontale, dispone di uno scomparto interno su misura per un computer portatile. Piccoli oggetti possono inoltre essere inseriti invece nelle reti porta-oggetti inseriti ai due lati della console centrale. Tasche porta-oggetti rigide con appositi porta-bottiglie sono collocate invece all’interno delle quattro porte e reti porta oggetti anche nella seconda e terza fila.

Non è una 5+2

Il nuovo Mahindra XUV500 vanta una configurazione a 7 posti, tra le poche nel suo segmneto. I 3 sedili della seconda ed i 2 sedili della terza possono essere ripiegati in avanti singolarmente ottenendo un vano di carico dalla superficie perfettamente piana. Il portellone posteriore è dotato di apertura a distanza tramite telecomando, ma ovviamente può essere aperto anche manualmente. Lo sportello del carburante ad apertura elettrica è dotato anche di un’apertura manuale di emergenza in corrispondenza dei sedili della terza fila.
mahindra xuv500 (41)
La linea della nuova SUV Mahindra è segnata in modo evidente dai passaruota e da una superficie vetrata molto estesa. Le ruote sono in lega da 17 pollici

Piccole attenzioni per i bambini

Piccole attenzioni riguardano anche la parte anteriore della cappelliera, tra i sedili del guidatore e del passeggero, subito dietro lo specchietto retrovisore inserto è inserito infatti uno scomparto chiuso porta-occhiali ed un inedito specchietto curvo rivolto verso i sedili posteriori che permette di conversare con i passeggeri e di tenere d’occhio eventuali bambini alloggiati dietro.

5 colori e 17" in lega di serie

I sedili sono pensati per essere regolabili in 8 direzioni (quello guidatore con sostegno lombare) e di serie propongono un rivestimento in combinazione bicolore Beige-Black e Burgundy-Black, mentre la carrozzeria è disponibile in 5 colori differenti (Satin White, Moondust Silver, Volcano Black, Dolphin Grey ed Opulent Purple). Per tutti i modelli le ruote sono in lega da 17 pollici con disegno a 5 raggi sulle quali sono montati pneumatici da P235/65 R17.

Motore turbodiesel da 140 CV

Europea la scelta del motore: 2.2 turbodiesel, prodotto in Austria, il quattro cilindri ad iniezione diretta common-rail eroga una potenza massima di 140 CV ed una coppia di 330 Nm assicurando un consumo di carburante di 7,9 litri di gasolio ogni 100 km con emissioni di CO2 pari a 173 g/km nella versione a trazione anteriore e 186 in quella integrale. Per tutti gli allestimeni, per il momento, il cambio disponibile è un manuale a sei marce messo a punto per lavorare con la trazione anteriore o con le quattro ruote motrici: quest'ultimo sistema, a controllo elettronico, dispone di un differenziale elettroidraulico che fa lavorare la vettura come una normale 2WD sino a quando non vengono rilevate perdite di aderenza. Il guidatore può comunque selezionare in qualsiasi momento la trazione integrale permanente premendo semplicemente un pulsante sulla console centrale.
mahindra xuv500 (49)
Il quadricilindrico da 2.2 litri turbodiesel vanta una potenza massima di 140 CV. E' realizzato in Austria

Sospensioni indipendenti, 2 o 4 WD

Oltre alla scocca portante nella progettazione "da foglio bianco" del Mahindra XUV500 sono rientrate anche le sospensioni: a ruote indipendenti lo schema prevede McPherson davanti ed un Multilink posteriore con molle elicoidali e barre stabilizzatrici. 
 
Nell'ambito della sicurezza attiva, di serie, viene proposto il controllo della dinamica ESP, il sistema elettronico anti-ribaltamento, l'ABS, l’assistenza per le partenze in salita, il sistema anti-ribaltamento ed il controllo elettronico della marcia in discesa, che mantiene costante la velocità della vettura utilizzando i sensori dell’ABS per azionare automaticamente i freni senza bloccare le ruote.

Ampia dotazione di sicurezza

In caso di incidente, oltre alla scocca a deformazione programmata, i tecnici Mahindra hanno predisposto barre d’acciaio anti-sfondamento inserite nelle 4 porte a protezione degli occupanti in caso di collisione laterale, poggiatesta regolabili, cinture di sicurezza (anteriori pretensionate) su tutti e 7 i sedili, airbag frontali e laterali in corrispondenza dei sedili anteriori, airbag laterali a tendina lungo tutta vettura ed attacchi ISOFIX per i seggiolini per bambini.
 
Aiuto alla vita di tutti i giorni, infine, la presenza di serie del sistema “follow-me” che tiene accese per 30 secondi i fari della vettura per consentire al guidatore di muoversi, ad esempio, in un'area poco sicura.

Qualche imprecisione si nota anche negli assemblaggi dei lamierati mentre in termini di finiture ed attenzione per il dettaglio si nota una particolare attenzione nello sviluppo della zona frontale, in particolar modo nell'architettura dei fari e nella struttura della calandra

Dal vivo: com'è fuori

Disegnato con tutta l'intenzione di "apparire" il nuovo Mahindra XUV500 vanta alcuni dettagli interessanti in termini di stile ma, anche per via di alcune soluzioni tecniche che hanno portato in dote un corpo vettura alto da terra ed una gommatura tutt'altro che ribassata, appare più vicina all'universo delle fuoristrada che a quello delle più moderne SUV/crossover a cui ormai ci hanno abituato i costruttori europei e, nelle ultime generazioni, i coreani. Qualche imprecisione si nota anche negli assemblaggi dei lamierati mentre in termini di finiture ed attenzione per il dettaglio si nota una particolare attenzione nello sviluppo della zona frontale, in particolar modo nell'architettura dei fari e nella struttura della calandra. 

Dal vivo: com'è dentro

Aperta la porta del XUV500 si apprezza in generale lo stile che caratterizza le forme della plancia e dei pannelli porta. La volontà è stata quella di riprendere le forme esterne creando un design sinuoso ma allo stesso tempo semplice. Lo schermo LCD è ben integrato alla plancia, offre funzionalità touch-screen e numerose funzioni interessanti, tra cui quelle legate agli smartphone ed all'assistenza alla guida. Interessante, oltre ai dati di pressione pneumatici, l'idea di indicare in cm la distanza dagli oggetti vicini alla vettura in manovra: manca, purtroppo, la retrocamera che è prevista dal sistema multimediale ma viene non installata in vettura e non è prevista come optional.
mahindra xuv500 (51)
XUV500 offre un abitacolo a sette posti di serie

Dietro è comoda

Al di fuori degli aspetti tecnologici legati all'interessante sistema multimedia (di serie) si fa notare l'ampia disponibilità di spazio a bordo per chi occupa le prime due file di sedili ed il buono spazio riservato anche ai due passeggeri della terza fila: la seduta è pressoché allo stesso livello delle altre e la possibilità di utilizzare una climatizzazione dedicata rende più agevole il viaggio. Per quanto comoda, in ogni caso, la configurazione 7 posti rimane una possibilità "di fortuna": il bagagliaio, infatti, si riduce a tal punto da rendere possibile il trasporto di un paio di zaini e nient'altro. Al contrario in configurazione 5 posti lo spazio è più che sufficiente per le esigenze di una famiglia arrivando a strizzare l'occhio "all'Ikea" se si sceglie di abbattere gli schienali della fila centrale e sfruttare un piano di carico sostanzialmente piatto.

Finiture e materiali: si può migliorare

In termini di finiture, materiali e cura per gli accoppiamenti, invece, c'è ancora molto da fare: lo sforzo degli stilisti e dei tecnici Mahindra per realizzare un abitacolo piacevole è evidente ma per quanto concerne la cura per il dettaglio, la scelta delle plastiche, del pellame di rivestimento dei sedili e l'attenzione nel rendere uniforme gli assemblaggi è ancora lontana da quella del prodotto europeo. Un po' da rivedere anche la strumentazione che propone a carattere cubitale - inutilmente - il numero della marcia inserita limitando lo spazio riservato ad informazioni più utili ed interessanti in vetture dotate di cambio maniale. Non mancano comunque idee interessanti come i vani refrigerati, l'alloggiamento porta PC o il doppio cassettino di fronte al sedile del passeggero.
mahindra xuv500 (45)
Il frontale denota una certa ricerca stilistica, in particolar modo per quanto concerne la calandra, le prese d'aria del paraurti e l'architettura dei gruppi ottici
 
La posizione di guida non si può certamente definire sportiva e non propone la triangolazione "da vettura" di alcune SUV di ultima generazione, ma in generale è comoda e permette di avere una visione completa di quello che accade attorno alla vettura. I sedili non offrono un elevato contenimento laterale ed anche in termini di lunghezza della seduta è evidente che il campione preso a riferimento non sia di taglia occidentale. 

Il 2.2 turbodiesel spinge bene

L'unità scelta per spingere il Mahindra SUV è realizzata in Austria e vanta caratteristiche tecnologiche piuttosto moderne. E' certamente uno degli elementi più interessanti di questa vettura perché in grado di assicurare un'ottima spinta dai 1.800 ei 3.300 giri permettendo una marcia autostradale estremamente sicura e molti CV da utilizzare in caso di sorpasso o di strada montana da percorrere a pieno carico. Non silenziosissimo nelle fasi di accelerazione, il quattro cilindri è abbinato ad una trasmissione a sei rapporti dotato di una spaziatura dei rapporti molto corretta ma caratterizzato da una corsa della leva molto lunga e da innesti generalmente un po' imprecisi. 

Mancano, purtroppo, le marce ridotte: vista l'altezza da terra del corpo vettura e la taratura morbida delle sospensioni la XUV500 avrebbe certamente potuto dare qualche soddisfazione in più nel fuoristrada, dove comunque si difende bene

Mancano le ridotte ma il 4WD lavora bene

Mancano, purtroppo, le marce ridotte: vista l'altezza da terra del corpo vettura e la taratura morbida delle sospensioni la XUV500 avrebbe certamente potuto dare qualche soddisfazione in più nel fuoristrada, dove comunque si difende bene grazie anche all'efficacia del sistema di trazione integrale che interviene in modo rapido e preciso quando le anteriori perdono aderenza. Nel caso in cui la situazione sia particolarmente impegnativa è possibile anche arrivare a rendere permanente la presenza della trazione integrale a tutto vantaggio della facilità di guida su fondi difficili.

E' comodo e sincero ma poco "sportivo"

In termini di dinamica Mahindra XUV500 offre un confort di bordo molto elevato ma non la precisione o la performance in curva delle moderne concorrenti europee: il sottosterzo arriva presto, anche in virtù di un peso mediamente superiore di 150 kg rispetto alle concorrenti, e l'appoggio in curva è lontano dalle prestazioni "automobilistiche" di alcune competitor. Anche nei cambi di direzione XUV500 non viene esaltato dalle sospensioni morbide e dallo sterzo lento ma in generale si può dire che, nonostante l'assetto tutt'altro che "europeo", ci sia sufficiente sincerità e progressività per considerarla un veicolo sicuro anche senza particolari attenzioni da parte dell'ESP. 
mahindra xuv500 (52)
Airbag frontali e laterali fanno parte della dotazione di serie

In conclusione

Gli obiettivi di vendita di Mahindra sono di commercializzare entro il prossimo marzo, chiusura dell'anno fiscale per Mahindra, circa 1.200 unità.
 
La disponibilità di una versione low cost 2WD a 22.932 euro lo rendono particolarmente attraente nei confronti di chi è alla ricerca di un veicolo "full-optional" in grado di combinare l'estetica personale e lo spazio di un SUV a costi di gestione quasi del tutto simili a quelli di una normale station wagon di pari cilindrata. Interessante la garanzia: Mahindra propone 5 anni o 100.000 km.

 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Mahindra XUV500
Maggiori info
Mahindra