Prova

Mercedes-Benz GLK 2012

Identità immutata
-

Dopo quattro anni la Mercedes-Benz GLK si concede un lifting mentre la meccanica è stata affinata per migliorare consumi ed emissioni. Prezzi a partire da 37.530 euro

Mercedes-Benz GLK 2012

Dopo quattro anni di vendite in continua crescita, la Mercedes-Benz GLK si concede un lifting, per eliminare qualche ruga, mentre la meccanica è stata ulteriormente affinata per migliorare in particolar modo i consumi e le emissioni inquinanti.

Look

La GLK 2012 non intende abbandonare il trend di vendita positivo che ha caratterizzato i primi quattro anni di carriera. Esteticamente le differenze con il modello precedente si limitano al diverso design dei paraurti, caratterizzati da forme meno spigolose, e dai differenti gruppi ottici, anteriori più arrotondati e dotati di luci diurne a LED, tecnologia applicata anche ai gruppi ottici posteriori. Oltre alle due versioni disponibili per il mercato italiano, rispettivamente Sport e Premium, mettendo mano al portafogli, si può richiedere l'allestimento AMG, che comprende lo spoiler anteriore e una grembialatura posteriore, oltre a una mascherina del radiatore con una coppia di lamelle cromate, luci diurne a LED specifiche, cerchi in lega AMG a 5 razze 19 e assetto sportivo.

Nel complesso la GLK appare ancora bella squadrata e parente stretta della più fuoristradistica G, che in 33 anni è  cambiata poco o niente, almeno esteticamente, ma i pochi ritocchi si possono definire azzeccati e probabilmente garantiranno alla Geländewagen Luxus Kompaktklasse di continuare nella sua fortunata carriera.

mercedes benz glk 2012 (54)
Esteticamente le differenze con il modello precedente si limitano al diverso design dei paraurti, caratterizzati da forme meno spigolose, e dai differenti gruppi ottici, anteriori più arrotondati e dotati di luci diurne a LED, tecnologia applicata anche ai gruppi ottici posteriori

Interni

Prendendo spunto dalla tradizione Mercedes-Benz, ecco riapparire le bocchette di areazione circolari, che rendono decisamente più piacevole una rinnovata plancia, meno spigolosa e ammorbidita nei tratti fondamentali. Il comando del cambio automatico 7G-Tronic è stato spostato sul piantone dello sterzo, mentre una illuminazione diffusa con luci
a LED rende particolarmente calda l'atmosfera interna alla GLK.

Eccellenza nei materiali utilizzati, e precisione teutonica sia negli assemblaggi che negli accoppiamenti dei particolari, caratterizzano gli interni di questa Mercedes-Benz. Lo spazio a disposizione è ampio per quanto riguarda gli occupanti dei sedili anteriori, questi ultimi regolabili a piacimento e rivisti in alcuni particolari, chi siede dietro potrà lamentare uno spazio longitudinale per le gambe non proprio da record, soprattutto quando i sedili davanti sono totalmente arretrati.

Buono lo spazio in larghezza, anche se all'altezza delle spalle, chi siede al centro, risulterà abbastanza sacrificato. In compenso i passeggeri possono contare sulle bocchette di areazione dedicate, e sulla possibilità (optional a pagamento) di montare una docking station per iPad.

Nessuna novità per quanto riguarda il bagagliaio, sfruttabile grazie alla forma regolare, ma che rispetto alla concorrenza cede circa 100 litri di capacità utile (450 litri totali), mentre la disponibilità di vani portaoggetti è ottima, soprattutto per gli occupanti dei sedili anteriori. Dotazione di sicurezza da prima della classe, anche se alcuni sistemi sono optional, sulla GLK, sicurezza attiva e passiva, sono voci di estrema importanza, tanto quanto il confort offerto agli occupanti.

 

mercedes benz glk 2012 (39)
Nessuna novità per quanto riguarda il bagagliaio, sfruttabile grazie alla forma regolare, mentre la disponibilità di vani portaoggetti è ottima

Motorizzazioni

La nostra prova si è concentrata sulle versioni GLK 220 e 350 CDI 4MATIC BlueEFFICIENCY, anche se i listini offrono anche altre motorizzazioni, a trazione integrale o due ruote motrici, come si può leggere nella tabella sottostante.

350 CDI 4MATIC BlueEFFICIENCY

Con 620 Nm di coppia, e 34 CV in più rispetto al modello precedente, per un totale di 265 a 3.800 giri, il V6 ha potenza e coppia da vendere, anche se i consumi dichiarati calano del 17% (6,9-7,0 litri per 100 Km) così come le emissioni inquinanti.

Alla guida della GLK dotata di questo propulsore non si può che godere della grande disponibilità di coppia, erogata sin dai regimi più bassi, perfettamente accoppiata alla funzionalità del cambio automatico, eccellente per fluidità negli innesti dei rapporti, anche se non particolarmente rapido quando lo si usa in manuale attraverso i paddle dietro al
volante. Il confort per i passeggeri rimane sempre di altissimo livello, con il V6 che si fa sentire in maniera ovattata esclusivamente quando si affonda il pedale del gas, mentre l’unico disturbo, seppur minimo, arriva dal rumore di rotolamento dei pneumatici, ma è sufficiente mettere mano all’eccellente impianto audio per risolvere il problema.

Eccellenza nei materiali utilizzati, e precisione teutonica sia negli assemblaggi che negli accoppiamenti dei particolari, caratterizzano gli interni di questa Mercedes-Benz


Il rinnovato assetto e la gommatura ribassata montata su cerchi da 19 pollici (a richiesta sono disponibili senza sovrapprezzo anche i cerchi da 17) rendono la GLK discretamente precisa e pronta nei cabi di direzione, anche se la concorrenza Audi e BMW, ha in questo particolare frangente, qualche cosa in più da dire. Si può intervenire equipaggiando la suv tedesca con l’assetto sportivo, ma forse la snaturerebbe, andando anche a limitarne anche
le doti di confort.

Davvero ottima la visibilità di marcia, sia davanti che al posteriore, mentre le forme squadrate rendono ben identificabili gli ingombri della GLK, ma per semplificarsi la vita è disponibile l’assistenza al parcheggio, che insieme ai sensori d’ingombro e alle telecamere, rendono a prova di errore anche le manovre più difficili.

220 CDI 4MATIC BlueEFFICIENCY

I 170 CV del quattro cilindri che equipaggia la versione 220 CDI, dopo che ci siamo abituati al muscoloso V6, potrebbero sembrare in difficoltà. Niente di più sbagliato. La Duecentoventi si muove con disinvoltura e quando necessario, tira fuori doti di velocità e ripresa sorprendenti. Inoltre la minor massa gravante sull’anteriore, la rende anche dinamicamente più precisa e più rapida negli inserimenti in curva. Un aspetto che la rende anche più appetibile è legato ai consumi di gasolio, che nell’arco della prova (autostrada – extraurbano – montagna) si sono attestati attorno ai 6,8 litri per 100 km, contro gli 8,0 della sorella maggiore. La rumorosità a velocità costante è pari a quella della versione 350 CDI, mentre in fase di accelerazione, la rombosità del quattro cilindri emerge maggiormente.

mercedes benz glk 2012 (24)
Tra i vari optional con cui si può personalizzare la GLK, c’è anche il pacchetto Offroad, che prevede sospensioni rialzate di tre cm, un diverso paraurti anteriore, protezioni sottoscocca, oltre alla funzione Downhill Speed Regulation (DSR) e il programma di marcia Offroad

Offroad

Tra i vari optional con cui si può personalizzare la GLK, c’è anche il pacchetto Offroad, che prevede sospensioni rialzate di tre cm, un diverso paraurti anteriore, protezioni sottoscocca, oltre alla funzione Downhill Speed Regulation (DSR) e il programma di marcia Offroad (adeguamento dei rapporti del cambio e della curva risposta del pedale dell'acceleratore). Inoltre vengono previste le funzioni Offroad dell’ESP® con l'ABS per la marcia fuoristrada e uno speciale 4ETS per lo sterrato.

Con questo allestimento, la GLK si riesce ad esprimere al meglio anche fuori dalle strade asfaltate, come abbiamo avuto modo di apprezzare durante il test. Dotata di pneumatici più votati all’utilizzo fuoristradistico, la GLK si è davvero ben comportata in mezzo a buche e fango, dimostrando buone doti di arrampicatrice e sfruttando al meglio i discreti angoli di attacco anteriore, e di uscita posteriore. La trazione è sempre massima grazie all’intervento dell’ESP che lavora in simbiosi con un differenziale centrale (che può arrivare a variare la ripartizione tra i due assi fino al bloccaggio completo di uno di essi). I prezzi partono dai 37.530 €, per la versione 200 CDI a trazione posteriore e 143 CV, mentre le vetture sono disponibili nelle concessionarie.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Mercedes-Benz GLK
Modelli top Mercedes-Benz
Maggiori info
Mercedes-Benz