prova su strada

Mercedes-Benz GLK 220 CDI Sport

Esalta il piacere di guida su ogni terreno
-

Elegante ed equilibrata, la nuova GLK modello 2012, si comporta in maniera ottimale sia su strada che su sterrato. Consuma poco e costa 43.441 Euro

Mercedes-Benz GLK 220 CDI Sport

Una macchina che si comporta davvero bene sia su strada che in fuoristrada. Un veicolo perfetto per chi viaggia dalla città alla campagna (anche su strade molto dissestate), per il fine settimana o per praticare sport all’aria aperta. Da soli o in compagnia, in famiglia o con gli amici. Ma attenzione, mogli o fidanzate potrebbero rubarvela spesso e volentieri.

Le maggiori novità introdotte col modello 2012

A metà 2012 Mercedes-Benz ha rinnovato la sua Suv media con una serie di modifiche tecniche ed estetiche. Probabilmente non tali da indurre chi già possedeva una GLK a fare l’upgrade, ma senza dubbio migliorative. Esternamente i nuovi fari a Led hanno permesso di aumentarne il fascino, davanti e dietro. Il muso della macchina è migliorato e le barre sul tetto sono belle ed utili. Ma ancor più sono cambiati gli interni, a partire dallo spostamento della leva del cambio automatico sul piantone dello sterzo. Nuovo il display a Led nel cruscotto e le bocchette di aerazione tonde che richiamano la stella. Migliorate anche dotazioni di sicurezza, motorizzazioni ed efficienza energetica.

La concorrenza è agguerrita ma i punti di forza sono molti

Il segmento in cui si schiera la GLK è ricco di offerte. Certo, andando a confrontare solo le vetture di classe “premium” più conosciute, troviamo le Audi Q3 e Q5, la BMW X3, la Volvo XC 60 e la Land Rover Range Rover Evoque. In questa lotta quasi tutta tedesca la GLK è tra le più corte e strette (con il bagagliaio più piccolo a sedili alzati e più grande a capienza massima). Il prezzo di partenza è tra i più bassi del lotto, mentre le prestazioni e i consumi sono tra i migliori. Per verificare in un sol colpo le caratteristiche di tutte le rivali tedesche con la nuova GLK, vi consigliamo di usare il nostro confronta modelli.

confronta modello mercedes benz glk
Confronta la Mercedes-Benz GLK con le dirette rivali con il nostro esclusivo confronta modello

Esterni

O piace o non piace. Non ha vie di mezzo la GLK, come tutte le auto dalla linea piuttosto squadrata. E’ però innegabile che sia una vettura proporzionata ed elegante. Una macchina pratica, dalle dimensioni contenute, che non ama farsi notare. A meno che scegliate l’allestimento Premium. In questo caso l’aggiunta di cromature sul frontale, i cerchi a 5 razze e altri dettagli danno alla GLK un aspetto più appariscente. Chi è di indole più “understatement”, amerà la versione Sport, che con l’aggiunta di qualche optional ad hoc, non si fa mancare nulla.

Ingombri e dinamica

Lunga poco più di 4 metri e mezzo e larga 184 cm, la GLK pesa 1.800 Kg. Sono dimensioni che le danno grande agilità in città e ottima destrezza in fuoristrada. Gli angoli di attacco e di uscita, oltre che l’altezza da terra consentono di non spaventarsi su terreni sassosi, sterrati con buche anche grandi o pendenze accentuate. Tutto ciò pur mantenendo in autostrada o sulle curve veloci un’ottima stabilità. Insomma, parcheggiare diventa facile quanto superare un guado profondo. La capacità di far bene il suo mestiere in ogni situazione è probabilmente la dote migliore della GLK. Le dimensioni, la tecnica e l’elettronica sono combinate in maniera perfetta per rispondere a tutte le richieste del guidatore, anche se non esperto.

Interni

Finalmente si sale in macchina (perché in questo caso non si “scende” in macchina); ovviamente scegliendo gli interni in pelle si resta favorevolmente colpiti dai materiali, dai colori, dai dettagli. La ricchezza di strumenti, l’eleganza dei particolari, le cuciture, il sapiente mix di legno e alluminio non stonano mai. Appagano i sensi di chi investe per vivere l’interno di una Mercedes. Non si resta spaventati dalla sovrabbondanza di pulsanti ma nemmeno delusi da certe teutoniche scelte minimaliste di altri brand. In breve tempo si familiarizza con tutto e ci si può concentrare sulla guida e sui passeggeri. Colpisce, nella versione con cambio automatico, lo spazio libero lasciato dallo spostamento della leva del cambio sul piantone dello sterzo, in stile americano. Una scelta coraggiosa in Europa ma certamente valida.

mercedes benz glk (23)
Guidatore e passeggero godono di sedili comodi, larghi il giusto e discretamente avvolgenti. I comandi sono facilmente accessibili, il volante è regolabile in altezza e profondità

Abitabilità e bagagliaio

Guidatore e passeggero godono di sedili comodi, larghi il giusto e discretamente avvolgenti. I comandi sono facilmente accessibili, il volante è regolabile in altezza e profondità. La visuale è buona, gli specchietti sebbene piccoli servono e dal lunotto posteriore si vede tutto, eccetto gli ostacoli bassi che con l’ausilio dei sensori di parcheggio saranno facilmente evitati. Ampio il vano portaoggetti nella console centrale, eccellente lo spazio ricavato dall’assenza della leva del cambio. I passeggeri della seconda fila sono comodi se in 4, sacrificati, soprattutto in larghezza, se in 5. Non manca lo spazio per le gambe e la testa non rischia di battere sul tetto.

La prima sensazione aprendo il bagagliaio è deludente perché lo spazio occupato dal vano porta ruota di scorta è importante e toglie volume. Il piano di carico però risulta essere all’altezza giusta ed eliminando la tendina copribagagli si può contare su una capacità sufficiente per un week end di una famiglia di quattro persone o, se si sacrifica la visibilità del lunotto, anche per una vacanza più lunga. Per carichi maggiori si possono abbassare parzialmente o completamente i sedili dei passeggeri, raggiungendo così un piano unico e senza gradini piuttosto ampio (3 bici ci entrano senza le ruote), pari a 1.550 litri (450 coi sedili alzati). Il bagagliaio è illuminato e predisposto per le cinghie o le reti di separazione dei cani. C’è anche un kit di pronto soccorso e una presa da 12 Volt.

La ricchezza di strumenti, l’eleganza dei particolari, le cuciture, il sapiente mix di legno e alluminio non stonano mai. Appagano i sensi di chi investe per vivere l’interno di una Mercedes

Dotazioni e facilità d’uso

Dividiamo le funzioni.
Saliamo in macchina e regoliamo i sedili. Cinque diverse possibilità per il guidatore, 4 per il passeggero (che non ha la gestione dei lombari). Tutte a portata di mano, mancano le memorie.

Sicurezza: si tratta solo di scegliere tra gli optionals proposti. Si parte già da una buona base che comprende tutti gli airbags e alcune funzioni di “prevenzione” contro gli incidenti, tipo il colpo di sonno, il salto di corsia o il “buco” nello specchietto.

Climatizzazione: tutto è a portata di mano. Si gestisce con precisione e in maniera intuitiva la temperatura. Gradi, forza delle ventole e direzione dell’aria (bellissime le nuove bocchette anteriori, non solo esteticamente, ma soprattutto per le infinite possibilità di direzionare il flusso con precisione). Dietro troviamo le bocchette di aerazione dei passeggeri nel tunnel centrale.

mercedes benz glk (20)
Climatizzazione: tutto è a portata di mano. Si gestisce con precisione e in maniera intuitiva la temperatura. Gradi, forza delle ventole e direzione dell’aria

 

Informazioni di viaggio: il nuovo display a led al centro del cruscotto risponde a tutti i vostri dubbi. Trip, consumi, velocità; c’è anche un interessante grafico che invoglia a risparmiare per raggiungere il 100% della guida “Eco”. Le funzioni si cambiano con la mano sinistra, senza staccarla dal volante. Si impara in un viaggio.

Intrattenimento: radio, cd e presa Usb (un po’ nascosta nel vano portaoggetti) sono facili da gestire e da regolare grazie ai comandi al manubrio o al pomello al centro della console, raggiungibile facilmente anche dal passeggero.

Telefono: col bluetooth (che funziona egregiamente) tutto è immediato. I numeri della rubrica si leggono sullo schermo da 7 pollici, si richiamano le ultime telefonate fatte e ricevute. Navigatore e radio si comportano intelligentemente nella gestione delle telefonate, regolandone i volumi.

Navigatore: Milano, via Melzo 9. Basta pronunciare queste parole e vi ritroverete nella nostra redazione. Cambiare opzioni, percorsi, informazioni sul traffico ecc. è intuitivo.

Ottimo il fatto che il pomello sulla console e i pulsanti al volante possano gestire due diverse funzioni contemporaneamente visualizzandone le informazioni rispettivamente sul monitor al centro o sul display del cruscotto. In sintesi, basta un viaggio per capire l’80% delle funzioni. Per l’altro 20% dovrete leggere il manuale o probabilmente non scoprirete mai come si cambiano manualmente le frequenze dell’autoradio!

mercedes benz glk (3)
Le prestazioni sono molto buone garantendo una velocità di 205 km/h, un’accelerazione da 0-100 in 8,8 secondi e un consumo che stupisce, soprattutto a velocità costante

Motore

La versione 220 CDI è caratterizzata da un motore Diesel di 2.143 cc con 170 CV e 400 Nm di coppia. Cambio automatico 7G-TRONIC PLUS con comando del cambio e leve per la selezione manuale delle marce al volante. Funzione ECO start/stop (fin troppo “presente”) e 4 ruote motrici 4MATIC (leggere qui i dettagli - vedi articolo Emiliano della prova Serie M). Le prestazioni sono molto buone garantendo una velocità di 205 km/h, un’accelerazione da 0-100 in 8,8 secondi e un consumo che stupisce, soprattutto a velocità costante (5,5 l/100 km in autostrada se si usa il piede leggero). Se dunque il 220 Diesel non è per nulla un motore emozionante (c’è la versione 350 per questo), assolve benissimo alle sue funzioni di polivalenza. Buona l’accelerazione, sufficiente la ripresa (per scalare dovrete dare un pestone forte sull’acceleratore, altrimenti non otterrete gli effetti desiderati), buona la coppia anche in fuoristrada. Non piega la testa indietro ma in compenso restano ottimi i consumi, malgrado l’altezza di 166 cm.

Come si guida

Alla guida della GLK si ha una sensazione di controllo e sicurezza. Vuoi per le dimensioni ben sotto controllo o per il cambio che ha sempre la marcia giusta, vuoi per la sicurezza aiutata dai tanti supporti elettronici, tutto fa si che ci si possa concentrare sul piacere di guida. In un ambiente perfettamente insonorizzato, intrattenuti dall’impianto stereo di ottima qualità il nostro compito è scegliere la direzione e goderci il viaggio. Con questa motorizzazione non si cercano le prestazioni assolute (c’è sempre la 350 per questo - vedi la nostra prova) ma si percorrono brevi o lunghe distanze rilassati e sicuri. Peccato solo che la leva del cambio al volante abbia i comandi “invertiti” rispetto a quello che vorrebbe l’istinto (Marcia D in avanti e Retromarcia R indietro, sono invece ribaltati). La selezione manuale, un po’ lenta, è utile per scalare in discesa, mentre per il resto l’automatico resta preferibile.

Alla guida della GLK si ha una sensazione di controllo e sicurezza. Vuoi per le dimensioni ben sotto controllo o per il cambio che ha sempre la marcia giusta, vuoi per la sicurezza aiutata dai tanti supporti elettronici, tutto fa si che ci si possa concentrare sul piacere di guida

mercedes benz glk (47)
Le vernici e le pelli a disposizione, gli optionals in gamma, potranno soddisfare chiunque. Dai più sportivi ai più classici, ciascuno potrà costruirsi e godersi la propria GLK a lungo

Come si vive

Le vernici e le pelli a disposizione, gli optionals in gamma, potranno soddisfare chiunque. Dai più sportivi ai più classici, ciascuno potrà costruirsi e godersi la propria GLK a lungo. L’armonia delle proporzioni, l’eleganza delle luci a led, il mix di materiali all’esterno e all’interno sono molto appaganti. Sedersi al posto di guida risulta comodo, non ci si arrampica e non si scende in basso. Sitemati i sedili e le leve, tutto è a portata di mano. Lo spazio non manca, i vani sono tanti. I particolari (i portabicchieri hanno i fermi per le bottiglie più piccole) danno un tocco in più che il cliente Mercedes probabilmente si aspetta. I comandi sono facili e non distraggono dalla guida. Il passeggero può operare su radio, navigatore e telefono dalla console centrale.

Attenzione, mogli e fidanzate ve la ruberanno

I minori ingombri che semplificano il parcheggio rispetto alla concorrenza, lo sterzo che vi permetterà di girare in pochissimo spazio e con uno sforzo minimo, la console centrale che, libera dalla leva del cambio, finalmente potrà essere usata per riporre le borse, le quattro ruote motrici che tolgono da ogni impiccio anche quando il fondo diventa più insidioso e soprattutto rendono la GLK inarrestabile sulla neve, l’uso vocale e semplice del navigatore e del telefono che non distraggono, sono tutti valori apprezzati dal pubblico femminile. Senza dimenticare lo stile che si vive a bordo.

mercedes benz glk (6)
Macchina polivalente, molto silenziosa, consuma poco e fa sentire sicuri

Conclusioni

Macchina polivalente, molto silenziosa, consuma poco e fa sentire sicuri. Il cambio automatico e lo sterzo leggero e preciso permettono al guidatore di godersi il viaggio, supportato dalla sicurezza offerta su ogni terreno dalle quattro ruote motrici e dall’assistenza offerta dai sistemi elettronici di prevenzione. Elettronica di intrattenimento semplice da gestire, ottima aerazione. Ambiente elegante adatto a quattro persone con bagagliaio adeguato.
Fatta per divertirsi in relax, senza cercare le prestazioni pure. Quando si scende viene voglia di risalirci.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Mercedes-Benz GLK
Modelli top Mercedes-Benz
Maggiori info
Mercedes-Benz