prova su strada

Seat Leon Cupra ST

Per famiglie veloci
-

Costa 35.030 euro e rappresenta l'ultima declinazione sportiva della gamma Leon. Alte prestazioni, sostanzialmente identiche a SC e cinque porte, ma anche tanta versatilità e spazio per cose e persone. Un'auto molto veloce in grado di mettere d'accordo tutta la famiglia...

Seat Leon Cupra ST

La gamma Seat Leon cresce velocemente ed era scontato che, vista la passione per le elevate prestazioni del costruttore spagnolo, la variante Cupra sarebbe arrivata anche sulla station wagon ST. Pensata per famiglie in cui il papà ha una spiccata propensione per il piacere di guidare e per la tecnica raffinata, Seat Leon ST Cupra non rinuncia ad un solo mm di spazio e di versatilità per fare posto alla stessa meccanica che aveva già entusiasmato sulle Sport Coupé SC e sulla cinque porte.

 

seat leon st cupra (19)
Il 2.0 TSI turbo da 280 CV, il cuore pulsante della Seat Leon ST Cupra

Sotto al cofano, dunque, pulsa il quattro cilindri 2.0 TSI turbo ad iniezione diretta nella versione da 280 cv a 5.600 giri, abbinato ad un cambio DSG a sei rapporti ed un differenziale autobloccante a controllo elettronico pensato per assicurare grande trazione fuori dalle curve da seconda e terza marcia anche in assenza della trazione integrale (o posteriore). Un pacchetto meccanico che, grazie anche ad un valore di coppia massima di 350 Nm costante tra i 1.700 ed i 5.600 giri, è in grado di assicurare un tempo di 6 secondi per passare da 0 a 100 km/h ed una velocità massima autolimitata di 250 km/h a fronte di un consumo di 6,6 l/100 km di verde ed un valore medio di emissione di CO2 pari a 154 g/km.

 

Lunga 4.543 mm, larga 1.816 ed alta 1.431 (passo 2.631), Leon Cupra ST mantiene i 587 litri di bagagliaio delle versioni meno prestazionali pur facendo posto ad un retrotreno con sospensioni Multilink che si combina al lavoro delle anteriori McPherson: su entrambi gli assi lavorano ammortizzatori idraulici con regolazione adattiva dell'assetto DDC: quest'ultima feature porta con sè anche lo sterzo progressivo R-EPS con servoassistenza elettrica. Novità anche per l'impianto frenante: a frenare le 19" gommate 235/35 lavorano dischi da 340 mm davanti e 310 mm dietro.

 

Grazie una coppia massima di 350 Nm, costante tra i 1.700 ed i 5.600 giri, è in grado di assicurare un tempo di 6 secondi per passare da 0 a 100 km/h ed una velocità massima autolimitata di 250 km/h

 

In consegna da settembre 2015 ma già ordinabile ad un prezzo di 35.030 euro (1.100 euro in più rispetto alla ST) la nuova Seat Leon Cupra ST si presenta in concessionaria in una veste molto ricca: cerchi in lega Cupra da 19, fari full led, doppio terminale di scarico, pacchetto aerodinamico, assetto sportivo (-25 mm) e cambio DSG sono di serie come sono di serie il clima bizona, i sedili sportivi con rivestimento in Alcantara, il sound system con 10 altoparlanti ed il sistema di navigazione touch con usb Aux in e Bluetooth.

 

Non mancano i sistemi di sicurezza e comfort come i 7 airbag, i sensori di parcheggio, il sistema di frenata anticollisione multipla, il sensore pioggia e lo specchietto interno anti abbagliamento.

seat leon st cupra (10)
Gli esclusivi cerchi il lega da 19"

Dal vivo: com'è fuori

La ricetta è sostanzialmente la stessa messa in "pista" con le SC e cinque porte: assetto -25 mm, cerchi da 19 con gommatura ribassata, scarichi sportivi, loghi Cupra e finiture specifiche. Nulla di più. Per dare un look sportivo ad una macchina che già di suo ha una forte presenza scenica, del resto, non serve poi molto nemmeno se si tratta di una variante wagon che già in origine meriterebbe di utilizzare una sigla registrata da Alfa Romeo in cui la parola station viene sostiita da Sport...

Dal vivo: com'è dentro

Sport che non porta all'estremo le classiche caratteristiche di fruibilità quotidiana che sono tipiche di questo modello pur esaltandone tutti gli elementi che in un modo o nell'altro possono essere riconducibili alla performance, anche estrema: la strumentazione, ad esempio, è stata ridisegnata alla stregua di volante (vanta una geometria più sportiva), pedaliera e sedili che ora sono più avvolgenti oltre che finiti con maggior cura grazie all'introduzione dell'Alcantara.

seat leon st cupra (17)
Lo schermo touch da 6,5 pollici, di serie

 

Tra le novità anche alcune impostazioni elettroniche. Tra le "driving mode" prende posto anche la specifica modalità Cupra che abilità l'impostazione sportiva di sterzo, acceleratore, ESP e sospensioni attive. Un pacchetto di regolazioni personalizzabile attraverso lo specifico menù all'interno del sistema multimediale con cui si dialoga attraverso il generoso display touch da 6,5 proposto di serie alla stregua del navigatore.

 

Nonostante sia una vettura hiperformance a bordo della Leon ST si sta molto comodi in quattro senza rinunciare ad un quinto, ma soprattutto nonostante una linea piuttosto sportiva della coda c'è spazio in abbondanza per bagagli ed oggetti di notevoli dimensioni: abbattendo gli schienali si raggiunge quota 1.470 litri, che è un valore di tutto rispetto per la categoria.

seat leon st cupra (16)
I sedili sportivi assicurano una posizione di guida piuttosto bassa

Come si guida

Al volante della Leon ST Cupra ci si sente subito "a casa". La posizione di guida, molto gradita dai clienti più sportivi, prevede una seduta piuttosto bassa e la possibilità di regolare in altezza e profondità il volante, a tutto vantaggio di un feeling uomo/macchina al top.

 

I comandi sono ben disposti, il volante offre una bella impugnatura e non manca nulla nemmeno in termini di approccio elettronico: la possibilità di scegliere che macchina usare in base alla regolazione software di sospensioni, acceleratore e sterzo, infatti, consente di decidere mentre si lascia il vialetto di casa se utilizzare la comoda familiare o la sportiva di razza. Il tutto mantenendo la possibilità di passare dall'una all'altra in qualsiasi momento.

 

Una possibilità di regolazione, quella offerta dal pacchetto dinamico completo, di serie con questa Cupra ST, in grado di trasformare davvero molto la vettura sino al punto di ottenere una vera e propria belva mangiacordoli: la performance in pista - noi l'abbiamo provata sull'ubriacante saliscendi di Castelloli - è infatti a livello delle migliori sportive di questo segmento, senza se e senza ma. Il tutto con una capacità del bagagliaio invidiabile ed una linea che non fa rimpiangere la scelta.

 

 
 

 

Un mix esplosivo, che nel suo piccolo ricorda quello messo su strada da Audi con la RS6, nel nostro caso "amplificato" dal pacchetto Performance con freni da 370 invece di 340 mm con pinze Brembo, gomme Michelin Pilot Sport Cup 2 e kit aerodinamico, per quanto concerne la capacità di unire senza battere ciglio la praticità alla vera sportività.

In uscita dalle curve più lente la presenza del differenziale autobloccante a controllo elettronico è in grado di non far sentire la mancanza della trazione integrale

 

In accelerazione, grazie anche alla velocità del DSG, la Cupra ST sembra averne anche di più dei sei secondi dichiarati per passare da 0 a 100 e in uscita dalle curve più lente la presenza del differenziale autobloccante a controllo elettronico è in grado di non far sentire la mancanza della trazione integrale.

 

Rispetto a qualche anno fa, infatti, gommatura, geometria delle sospensioni, elettronica ed, appunto, differenziale, rendono quasi normale la presenza di 280 CV su una vettura di segmento C a trazione anteriore.

 

Rispetto alle versioni SC e cinque porte la differenza di peso sul posteriore - 40 kg - si avverte ma in modo estremamente limitato: l'assetto elettronico compensa alla grande il gap tra i modelli ed in curva si apprezza immediatamente come la vettura sia neutra in tutte le fasi di percorrenza di curva arrivando addirittura ad essere leggermente sovrasterzante quando si va ad esagerare e si entra in curva molto aggressivi: un bilanciamento perfetto per godersi sterzo ed impianto frenante davvero da riferimento.

 

Una guida divertente, esaltata dalla performance del 2.0 TSI che fa sentire la sua voce sotto fisicamente ma anche attraverso un altoparlante che aggiunge qualche frequenza quando serve rendendo l'ambiente decisamente "caldo". La spinta del quattro cilindri è forte sin dai regimi più bassi - e qui il differenziale autobloccante ha il suo bel da fare per scaricare a terra tutta la potenza - ed esalta fino a 5.500, regime oltre il quale si può andare ma senza particolari vantaggi in termini prestazionali.

In conclusione

Un'auto pratica e divertente, dotata di un pacchetto tecnico invidiabile, di una linea interessante e di un prezzo "concorrenziale" rispetto ad altre proposte del segmento.

Pro

- Linea aggressiva ma senza esagerazioni
- Versatilità
- Performance

Contro

- In Italia c'è solo DSG
- Il pacchetto Performance è opzionale
- Paga (poco) superbollo: una versione da 250 CV poteva essere perfetta per il nostro mercato

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su SEAT Leon ST
Modelli top SEAT
Maggiori info
SEAT