Primo test

Volkswagen Polo GTI, comoda sportiva [Video]

-

Ecco la prima Polo ad avere ben 200 CV con un ricco corredo di sistemi di sicurezza. Dal 1979 a oggi il DNA di GTI rimane sinonimo di sportività ma anche praticità. In consegna dai primi mesi 2018. Prezzo indicativo 25.500 euro

Correva l'anno 1979 e a tre anni dalla presentazione della Golf GTI, arrivò anche la Polo GT. Oggi, a distanza di quasi quaranta anni, ci viene presentata e fatta provare la Polo GTI che tocca, a livello di cavalleria, la ragguardevole soglia dei 200 CV.  Questa vettura però non ha solo la potenza come primato, ha anche il più ricco corredo di sistemi di sicurezza quali il riconoscimento della stanchezza del guidatore, il controllo perimetrale Front Assist (con funzione di frenata di emergenza City e riconoscimento dei pedoni) e l'anti-collisione multipla. 

Se a tutto questo aggiungete una grande qualità percepita, come da tradizione (nda), materiali interni piacevoli al tatto e alla vista, un interior design maturo ma non scontato o conformista, una bella ciclistica, allora capirete che la nuova Polo GTI rappresenta un segmento B, Plus. 

A proposito di design

Paraurti con spoiler integrato, linea rossa al centro della calandra, fari con aletta rossa, calandra e paraurti con prese d'aria, modanature in nero lucido, doppio scarico posteriore, gruppi orttici posteriori a led,  cerchi in lega leggera da 17 pollici Milton Keynes con pneumatici 215/45  (a richiesta cerchi in lega leggera da 18 pollici e pneumatici: 215/40). Ma gli elementi caratteristici GTI spiccano anche nell’abitacolo: nero, rosso, grigio ed elementi cromati sono protagonisti. Tutto ciò che non è rosso, grigio o cromato, è nero. Anche montanti e padiglione sono, pertanto, neri. Le cuciture in contrasto rosse, che impreziosiscono il volante multifunzione sportivo rivestito in pelle (di serie), il rivestimento della leva del cambio, i tappetini e le superfici esterne dei sedili, danno un bel tocco all'interno della Polo. I sedili sportivi si sono dimostrati in grado di offrire un buon supporto e un contenimento buono per persone di ogni corporatura. A proposito di sedili: presentano superfici interne rivestite con il leggendario tessuto con fantasia a quadretti Clark (strisce rosse, grigio scuro e grigio chiaro, quadretti neri). Non poteva essere altrimenti su una GTI. A richiesta, però, sono disponibili anche rivestimenti in pelle nera sono disponibili a richiesta.

Volkswagen, per la Polo GTI, ha deciso di adottare un sistema di infotainment di ultima generazione, dotato di un display da 8 pollici. Nel caso specifico della Polo GTI si tratta di Composition Media (sistema radio e di infotainment da 8 pollici con lettore CD) previsto di serie e Discover Media (sistema di radio-navigazione e di infotainment da 8,0 pollici con lettore CD) optional.

Motore da due litri turbo!

La nuova Polo GTI monta il noto motore benzina serie EA888u, propulsore giunto alla terza generazione con iniezione diretta 2.0 con potenza di 200 CV, ovvero +8 CV rispetto al TSI 1.8 del modello precedente (192 CV). Il motore GTI mette a disposizione la sua potenza massima in un range di regimi compreso fra 4.400 e 6.000 giri. Già a 1.500 giri scarica una coppia massima di 320 Nm sull’asse anteriore. Questo valore elevato rimane costante fino a un regime di 4.350 giri. Tra le caratteristiche tecniche del motore delle nuova Polo GTI figura sicuramente la commutazione dell’alzata valvole a comando elettronico sul lato di aspirazione, sistema di iniezione doppio con iniettori TSI ed SRE (iniezione diretta e indiretta combinata) e e camera di combustione a ciclo Miller. Discorso cambio. Al lancio la nuova Polo GTI è disponibile con cambio a doppia frizione DSG a 6 rapporti, mentre la versione con cambio manuale a 6 rapporti dovrebbe essere disponibile a partire dal 2019. La Polo GTI con DSG raggiunge i 100 km/h in 6,7 secondi e tocca una velocità massima di 237 km/h.

Come va

Purtroppo la presa di contatto con questa vettura è stata viziata dalle condizioni meteo avverse e i tempi molto, troppo ristretti, ma un'idea ce la siamo ovviamente fatta, anche se molto sommaria. Tra le vetture del segmento B con indole sportiva, è sicuramente quella più civile, poliedrica. Del resto, questo ci si aspetta da una "Gran Turismo Injection", GTI per l'appunto: una vettura dall'indole sportiva ma che non sia esasperata, estrema. Polo GTI è un'auto con personalità, che sa divertire, emozionare, ma che sa anche offrire un confort da "passeggio" nella guida di tutti giorni. Non ci possiamo sbilanciare più di tanto in quanto a erogazione motore, comportamento dinamico, potenza frenante, poichè, come abbiamo detto, i pochi giri percorsi in pista, sono stati in versione "passeggio", per colpa della pioggia battente e dell'asfalto datato, quindi anche molto scivoloso, del circuito di Palma di Maiorca.  

Il test si è esteso, per qualche chilometro, anche su strada. Questo ci ha permesso di avere qualche dato di giudizio in più, per fortuna.  Nell'utilizzo urbano, Polo GTI si fa apprezzare per una buona elasticità e fluidità di erogazione. Per girare nel traffico, la modalità Eco o Comfort offrono un buon mix tra fruibilità-consumi-sound.

In questa ottica, ovvero quella di avere una vettura con più personalità e che si adatta a ogni stile di guida e a ogni componente della famiglia, la selezione del profilo di guida aiuta sicuramente. Cinque le modalità offerte:  Normal - Sport - Eco - Comfort - Individual. Grazie a questi "profili" il guidatore può impostare parametri che agiscono in modo diretto sul comportamento di marcia della vettura e questo aiuta sia nell'utilizzo sportivo sia in quello quotidiano. Inoltre la Polo GTI sarà in vendita con due differenti assetti: l’assetto sportivo,  di serie,  e poi quello Sport Select con sospensioni regolabili, come optional. In questo caso è possibile, per esempio, come abbiamo commentato anche durante i giri di pista, modificare comportamento dello sterzo, mappatura del motore e comando del cambio, a seconda del profilo selezionato. Oltre agli ammortizzatori regolabili, l’assetto Sport Select comprende una barra stabilizzatrice anteriore di dimensioni maggiori con elementi di accoppiamento più rigidi, e cuscinetti dell’asse posteriore più rigidi. Inoltre, anche in questo caso la carrozzeria è abbassata di 15 mm.

In conclusione

Polo GTI passa con un voto alto la prima prova di ammissione. Grande goduria nell'utilizzo stradale, dove si è dimostrata offrire un assetto sportivo molto ben bilanciato e confortevole, nonostante l'apparente rigidezza. Il propulsore ha un'ottima cavalleria che, abbinata a una struttura leggera, garantisce una bella spinta e accelerazioni interessanti in uscita di curva. La posizione di guida, al di là che sia personalizzabile con altezza e profondità volante e altezza della sedileria, ci è molto piaciuto. Ci si sente parte della vettura, complice anche la sedileria che come abbiamo detto sostiene e avvolge bene senza costringere troppo chi è più corpulento. Un plauso anche alla strumentazione, davvero aggressiva ma non pacchiana e molto ben leggibile e interpretabile. 

Pregi e difetti

  • Motore - Materiali Interni - Sistemi sicurezza - Ergonomia
  • Cilindrata

 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Volkswagen Polo
Maggiori info
Volkswagen
  • VOLKSWAGEN GROUP ITALIA S.P.A. Viale G.R. Gumpert, 1
    37137 Verona (VR) - Italia
    800 865 579   http://it.volkswagen.com