Novità

Suzuki Ignis Hybrid 2020: restyling e sistema ibrido migliorato

-

Suzuki presenta la Ignis Hybrid 2020: il mini SUV viene rinnovato nell’estetica e sotto al cofano. Il sistema mild-hybrid migliora nell’efficienza e nei consumi grazie al nuovo pacco batteria

Suzuki Ignis Hybrid 2020: restyling e sistema ibrido migliorato

Per il Salone di Ginevra 2020, Suzuki aveva preparato il restyling della Ignis Hybrid. Il piccolo SUV giapponese si rinnova nell’estetica e non solo: i tecnici hanno rivisto il sistema ibrido per migliorare ancora i consumi.

Leggero restyling per la Suzuki Ignis 2020
Leggero restyling per la Suzuki Ignis 2020

Look rinfrescato

Come potete vedere dalle immagini, l’estetica generale della nuova Ignis non è cambiata ma, osservandola con più attenzione, si notano numerosi aggiornamenti stilistici. All’anteriore cambia la griglia alta, ora con nuove cromature a “U”, che si legano alla firma luminosa dei gruppi ottici, e la parte bassa del paraurti ha un nuovo design, più curato e con dei tratti fuoristradistici. Al posteriore, compare uno skid plate per slanciare l’assetto e rafforzare il look da SUV. La maggior altezza non è solo alla vista: infatti, la Ignis 2020 è stata rialzata di 1 cm, aumentando l’escursione delle sospensioni. A livello estetico, la gamma colori guadagna tre tinte: l’Avorio Nairobi metallizzato, disponibile solo accostato al tetto nero, il Giallo Nepal, anch’essa unicamente con tetto bicolore nero, e il Verde Dublino metallizzato.

Ancora più efficiente

Anche gli interni sono stati leggermente rivisti per renderla più attuale: sotto al naso del guidatore, lo sfondo del cruscotto ha una colorazione più chiara e al centro della plancia, sotto al display per la gestione dell’infotainment, cambiano i comandi della climatizzazione. Inoltre, i clienti possono scegliere se avere i dettagli color blu o argento.

Un altro importante aggiornamento si trova sotto al cofano: la Suzuki Ignis Hybrid guadagna il nuovo propulsore K12D, che arriva a 83 CV di potenza e a 107 Nm di coppia. Come ben sapete, si tratta di una versione mild-hybrid e, infatti, a supporto dell’endotermico c’è il sistema ISG (Integrated Starter Generator), che funge da alternatore, motorino di avviamento e motore elettrico. Grazie al nuovo pacco batterie, che passa da 3 Ah 10,3 Ah, il sistema ibrido interviene in maniera più efficace e migliora i consumi di circa il 9% rispetto alla versione Hybrid passata. La Ignis Hybrid 2020 è disponibile anche con il cambio automatico CVT, con la trazione anteriore o la integrale AllGrip.

Ancora non sappiamo quando sarà disponibile e quale sarà il prezzo di attacco di questo restyling.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Suzuki Ignis
Modelli top Suzuki
Maggiori info
Suzuki
  • SUZUKI ITALIA S.p.A. C.so Fratelli Kennedy, 12
    10070 Robassomero (TO) - Italia
    800 452 625   http://auto.suzuki.it