Test drive

Suzuki Gamma Allgrip: auto a trazione integrale per tutti i gusti e anche tutti i percorsi [video]

-

Dal centro città alla pista off-road con tre varianti diverse di trazione integrale Suzuki, per tre segmenti automobilistici. Abbiamo provato Ignis, Jimny e Vitara AllGrip dove non ve lo aspettereste

Quando si parla di Suzuki nel mondo auto, non si può fare a meno di ricordarne le affermate doti di trazione, nel senso di quella integrale che si trova sempre disponibile a listino. Un listino Suzuki che, per certi aspetti di varietà tecnica nei segmenti presidiati, fa invidia a qualunque concorrente, anche premium. Sono molti e vari i modelli che nella gamma del costruttore giapponese per decenni si sono susseguiti evolvendo tecnica e tecnologia di un 4x4 che oggi, nel 2019, abbiamo voluto approfondire sulla piccola Ignis, sul mitico Jimny e sulla più grande Vitara. Andandoci dove? Un po’ ovunque, come visibile nel video qui proposto. Anche dove non s’immaginerebbe, con tanto di istruttore guida dedicato all’off-road in supporto: Alessandro Bodda.

Allgrip Auto - Ignis

Sulla piccola di Casa Suzuki, quella molto “city” e molto “eco” (guidata con il piede leggero, in versione ibrida, permette consumi ridottissimi) la Casa prevede un Allgrip denominato Auto. La trazione 4X4 con giunto viscoso distribuisce automaticamente maggiore coppia alle ruote posteriori quando rileva uno slittamento delle stesse. Una piccola vettura che vista da lontano pare adatta solo a fare spostamenti urbani, ma noi invece abbiamo portato in pista off-road, vera, dove ovviamente aggiunge alla trazione anteriore quella posteriore. Leggerezza tipica Suzuki, qui sotto la tonnellata e coppia, 120 Nm, aiutata anche da un motore benzina aspirato 1.2 elettrificato, ci hanno fatto passare indenni dove avremmo difficilmente immaginato, sfruttando la funzione ausiliaria di bloccaggio.

Allgrip Select - Vitara

La variante più flessibile dell’Allgrip è Select, che equipaggia Vitara. L’auto giapponese misura meno di 4,2 metri in lunghezza, ma è molto spaziosa a bordo, con vano bagagli fino a 1120 litri e anche leggera. Si guida quindi in modo ben più sportiveggiante di quanto possa apparire, una volta conosciuta e sfruttata con il suo 1.4 Boosterjet, capace di 220 Nm. Il selettore permette di scegliere quattro modalità di guida, sfruttando il differenziale elettronico. Auto, che solo in base a condizioni stradali e stile di guida trasferisce la coppia all'asse posteriore, automaticamente. Sport, che da maggiore prestazione in assoluto e anche risposta, all'acceleratore e allo sterzo, per esempio. Rispetto ad Auto è qui diversa anche la ripartizione della coppia motrice, per rapide uscite di curva. Snow, modalità mirata all’uso su neve, sterrato e altre superfici sdrucciolevoli. In questo caso si migliorano la trazione in accelerazione e la stabilità. Lock, estrema e limitata agli usi entro i 60 Km/h, questa modalità è top in caso di fondo estremamente sdrucciolevole, come ghiaccio, fango o sabbia. Il sistema massimizza qui il trasferimento di coppia alle ruote posteriori e insieme al controllo di trazione (TCS ESP), rende possibile superare ostacoli imprevisti. Oltre i 60km/h, il sistema automaticamente passa in modalità Snow.

La Vitara del nostro test è oltretutto un’auto valida per i consumi carburante, che si attestano a 7,5 l/100Km come valore medio (6.5 per la versione 2WD). A livello sicurezza, la nuova Vitara Allgrip si equipaggia con i più moderni sistemi come ACC, lettura segnali stradali, mantenimento corsia e quanto è dovuto attualmente per sentirsi sicuri e a prova di distrazione, come la retrocamera.

Allgrip Pro - Jimny

Il rinnovato mito del fuoristrada compatto, l’attuale Jimny di Suzuki, usa il sistema Allgrip Pro. Con questa trazione si massimizzano le capacità off-road, ma noi l’abbiamo provata in città, la Jimny, dove viaggia benissimo. È singolare e molto personale nel look, che desta attenzioni. E' sicura, compatta per davvero dovendo cercare parcheggi: 3.6 metri che diventano 3.48 m senza ruota di scorta, meno di molte city-car. Il ripartitore permette di passare da 2WD a 4WD anche in movimento, fino a 100Km/h. Quando la modalità guida è 4WD, sono collegate direttamente le ruote anteriori e posteriori: coppia e potenza a tutte e quattro in modo uniforme. Tre i tasti di comando: normale con due sole ruote motrici, posteriori, trazione integrale, oppure con marce ridotte. Proprio l’integrale 50:50 tra i due assi sposata al 1.5 quattro cilindri (102CV) grazie alle ridotte e all’erogazione fluida, rende Jimny facile da guidare per chiunque, ovunque, a prova di errore. Una Jimny che, pur solida e semplice, non si fa mancare l’Infotainment su Touchscreen da sette pollici, che integra le dovute funzioni e App moderne, per Smartphone.

 

A questo link, sullo Strumento di confronto modelli Automoto.it, le tre auto Suzuki provate con relative schede tecniche, prezzi e la possibilità di valutarne allestimenti o motorizzazioni alternative.

 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Suzuki Ignis
Altri su Suzuki Vitara
Altri su Suzuki Jimny

Nuovo: Suzuki Ignis

Vedi tutti

Nuovo: Suzuki Vitara

Vedi tutti

Nuovo: Suzuki Jimny

Vedi tutti

Usato: Suzuki Ignis

Vedi tutti

Usato: Suzuki Vitara

Vedi tutti

Usato: Suzuki Jimny

Vedi tutti
Maggiori info
Suzuki
  • SUZUKI ITALIA S.p.A. C.so Fratelli Kennedy, 12
    10070 Robassomero (TO) - Italia
    800 452 625   http://auto.suzuki.it
Suzuki
  • SUZUKI ITALIA S.p.A. C.so Fratelli Kennedy, 12
    10070 Robassomero (TO) - Italia
    800 452 625   http://auto.suzuki.it
Suzuki
  • SUZUKI ITALIA S.p.A. C.so Fratelli Kennedy, 12
    10070 Robassomero (TO) - Italia
    800 452 625   http://auto.suzuki.it