auto prodotte in italia

Addio Alfa Romeo Giulietta (940): non mancherai ai puristi del Biscione ma sei stata un’ottima auto FCA [video Uma Thurman]

-

Con la fine del 2020 cessa la produzione, italiana, di una delle ultime berline nate dal marchio Alfa di proprietà FCA. La poco mitica Giulietta moderna (ex-Milano, serie 940, trazione ANTERIORE...) cede il posto su listino prezzi al SUV Tonale, nel 2021. La berlina erede che piace agli sportivi veri è ancora da confermare per Stellantis, ma..

E dopo la Punto, che vendevano con scritto Alfa MiTo, in gamma Alfa Romeo si tolgono anche la macchina col pianale condiviso americano, che se apri troppo e presto anzichè mettere il culo davanti allarga... A listino prezzi di Arese si chiamava Giulietta, ma non aveva la trazione al posto giusto delle vecchie Alfa Romeo. Dal prossimo anno quindi la nuova gamma di auto e SUV sportivi con logo del Biscione, pur se di stellante proprietà FCA con PSA, toglie da listino prezzi 2021 la media di segmento C nata nel 2010.

Serie prodotto 940, inizialmente presunta Alfa Milano si era onestamente fatta piacere poco dai meno giovani, che conoscono cosa era un tempo Alfa Romeo. Se non per l’impronta Alfa limitata a dove possibile nel progetto FCA e quello spot di inizio carriera: Uma Thurman in abitino corto che sgamba fuori dalla Giulietta in combinata con slogan ripreso da versi di William Shakespeare (vero, non il nonnetto della promo per il vaccino anticovid Pzifer in UK) "Noi siamo fatti della stessa materia di cui sono fatti i sogni".

Si attende a questo punto la sostituta, che non è una berlina sportiva come tradizione ma un SUV come voluto dal marketing, di nome Tonale.

Nuova Giulietta vera Alfa?

Battute forti a parte, di cui ci scusiamo con chi la ha concepita, realizzata e amata, un po’ di tristezza si sente per un modello comunque valido e apprezzato da molta clientela, che ha dato lavoro alla filiera italiana per oltre dieci anni, non solo alla Alfa Romeo di FCA.

Dallo stabilimento di Cassino, a giorni non usciranno più nuove Alfa Romeo Giulietta con lo stop definitivo alla produzione. Nulla di ufficiale ancora, mentre scriviamo. Nemmeno una serie Giulietta special d'addio pare, ma i ben informati dicono che ci si prepara tra le Festività 2020 e i primi dell’anno a smantellare quanto serve a produrre le 940, Alfa Giulietta. Per fare posto alle teoricamente ben più pregiate linee di produzione Maserati, modello Grecale.

Il nuovo modello anche ibrido che arriva sul listino prezzi Alfa Romeo nel segmento C invece, derivato dal bel prototipo Tonale, sarà assemblato a Pomigliano d’Arco. Non subito con inizio 2021 però, solo Alfa premium di segmento D, Giulia e Stelvio, per il breve termine delle concessionarie Alfa Romeo e nemmeno ibride come vogliono il mercato e l’ecobonus di stato.

Pensando alla tradizione storica delle berline Alfa Romeo in segmento C, tutte le Giulietta del passato meriterebbero di avere una nuova erede. Meglio attendere per averla avanzata tecnicamente come dovuto al Biscione, quindi auto plugin, con la spina e incentivata ma anche in versione spinta, da oltre 300CV con trazione integrale. Sfruttare la soluzione hybrid4 PSA per una nuova Alfa Romeo GTA? No.

Potrebbe essere per qualcuno magari, per fare in fretta. Ma da italiani con il listino Alfa già "bastardato" negli ultimi decenni e oggi scarno come mai, speriamo proprio che si dia al nuovo modello Alfa Romeo quanto si merita: qualcosa di più e più innovativo, soprattutto di tricolore. Sotto al bel vestito che per certo sarà confezionato per la erede Giulietta anni Venti, anche se non si chiamerà più Giulietta.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Alfa Romeo Giulietta
Modelli top Alfa Romeo
Maggiori info
Alfa Romeo